03 giugno 2004

Sito FIMI Pro-Music

Riportiamo qui sotto una splendida recensione del sito www.pro-music.it, attivato dalla FIMI, emanazione italiana del lungo braccio della RIIA, associazione delle major discografiche multinazionali che è la principale "ispiratrice" della legge-capestro Urbani.

Tale sito nasce con l'intento di fornire "tutto quello che devi sapere sulla musica legale online", cioè un centone propagandistico contro il file sharing. Potete controllare la spiritosa recensione fatta da miomao collegandovi a tale sito che è stato creato appositamente per fornire, anche in Italia, la possibilità di scaricare musica in modo "legale" (cioè subendo una lunga serie di vessazioni e limitazioni). Buona lettura.

Recensione sito FIMI www.pro-music.it

Fingo di essere il pirata musicale Pinco Pallino che, pentito delle sue malefatte, inchioda l'e-mule e si accinge a fare compere sul sito in questione... Nella parte centrale in alto della pagina scorgo subito il messaggio di benvenuto e sotto le ultime notizie: “APPROVATO IL DECRETO URBANI”

Decreto Urbani? Ma che roba sarà? Seguo il link e trovo il testo integrale dell'Art. 1 del decreto con tanto di emendamenti. Ma questo non doveva essere un sito alla portata di tutti? Qui invece bisogna saper decifrare il legalese, anche se si intuisce subito che se continui a scaricare canzoni a sbaffo te la passerai brutta... altrimenti che ce lo avrebbero messo a fare?

Torno alla homepage...
Qualche immagine per bellezza e qualcuna con il link...
Un video per spiegare "Cosa ti serve per fare musica..."
Ma io sono venuto per scaricare musica legalmente, non per vincere San Remo...

"Parlano gli artisti"
Ci sono diversi cantanti che spiegano che la pirateria è una brutta bestia e si possono scaricare anche i filmati: Tiromancino, Le Vibrazioni, Gianni Morandi, Tiziano Ferro e tanti altri...
Scarico quello di Tiziano Ferro e mi appare un bellissimo video di numeri che vanno avanti come se dovesse iniziare qualcosa... ma non inizia niente.
Ne provo un altro a colpo sicuro, Gianni Morandi...

Il mitico Gianni dice che non si deve "comprare" musica pirata perchè danneggia soprattutto gli emergenti e che effettivamente i CD dovrebbero costare un po' meno (!)
Gli altri me li risparmio e torno indietro...

"Musica online"
Pancia mia fatti capanna, ma prima voglio gironzolare un altro po'...

"Punti di vista"
---"Dichiarazioni"
Dichiarazione di Franco Migliacci, Presidente della Società Italiana Autori ed Editori (SIAE)
"La SIAE ha ben 60.000 iscritti, di cui non molti possono vivere di soli diritti d'autore... la pirateria è un flagello della nostra epoca (!) ... lati positivi e negativi delle nuove tecnologie... a scuola devono insegnare musica e del diritto d'autore..."
Morale della favola: la pirateria è cattiva.

---"Organizzazioni"
Warner Music, Universal, IMPALA , GIART, Sony, ecc. ecc.
Uno per tutti “Sony Music” mi dice che:
“La tecnologia ora ti permette di rubare la loro musica ma ciò non significa che devi farlo.”

---"Iniziative"
Un link riporta alla sezione precedente, altri a varie organizzazioni su cui non oso indagare anche se immagino le finalità.
Un messaggio informa che:
"Artisti, case discografiche ed associazioni musicali in tutto il mondo stanno conducendo campagne di sensibilizzazione sull'uso della musica online. Qualunque sia la lingua, il messaggio di fondo è sempre lo stesso - rispettare il valore della musica e le scelte delle persone che la creano."

Campagne di sensibilizzazione???
Eppure il messaggio di fondo del decreto Urbani mi sembrava diverso... Bah! Sarà stata l'impressione...

"Musica Gratis?"
Che bello!!! Adesso vado a scaricare le canzoni che i gruppi mettono gratuitamente sul Web...
"La musica che viene messa su Internet senza il consenso degli autori non è realmente gratuita - dai uno sguardo a chi ne sta pagando il prezzo."

Ma che [[beep]]

C'è soltanto una collezione di frasi comuni che dovrebbero rispecchiare il pensiero di un pirata e delle risposte che le smentiscono.

Pensiero pirata:
"La pirateria su Internet può essere un problema, ma non si può fare niente per fermarla."
Risposta legale:
"L’industria musicale ha lanciato molte iniziative per educare i consumatori di tutto il mondo a capire le conseguenze delle attività illegali online." Eppure quel decreto...

"Molte persone che amano la musica sono semplicemente inconsapevoli degli effetti che le loro azioni hanno su gruppi ed artisti."
Ecco perchè quelli litigavano sempre...

“Tutti sanno che una delle maniere migliori perché la gente smetta di usare siti illegali è quella di fornir loro delle valide alternative.”
La pensiamo allo stesso modo allora...

“Sul Copyright”
Frasi famose, documenti formato PDF e FAQ sul Copyright. Ho già intuito che una canzone può essere soltanto acquistata e/o ascoltata... perciò mi risparmierò di leggere ancora che tutto il resto è vietato...

Finalmente inizia lo shopping.

"USA UN SITO LEGITTIMO. NE VALE LA PENA!"

"SERVIZIO MUSICA DIGITALE - Acquisto di tracce singole e abbonamenti"

Vado con il primo sito Aki Musica...
"Listado de directorio denegado"

Ok, vado con il secondo Alapage...
E' tutto in francese ma "MUSIQUES" ci arrivo a capirlo...
Qui vedo soltanto CD, dove saranno le tracce singole?
Vado per categoria, ma niente...

Terzo sito All Music Guide...
Per fortuna è in inglese e me la cavo meglio.
Dopo un po' di smarrimento trovo il SonicGuide.
Posso ascoltare gratuitamente i 30sec più rappresentativi di ogni brano, con più esempi per pezzi che durano più di 10min.
Più di 5 milioni di tracce da 310.000 CD disponibili.
Ma sono esempi!
Questo è un database musicale che poi per l'acquisto rimanda ad altri siti.

Quarto sito Amuseic...
Parte in danese ma si può scegliere anche l'inglese.
"Products"
---"The MIB is a digital jukebox..."
Che???
Se sei un cafè, pub, ristorante,...

Quinto sito Artist Direct...
"Shop Music"
Ancora semplici CD ma vedo un link "DOWNLOADS"...
Finalmente c'è un elenco di canzoni, provo a sceglierne una e mi chiede un indirizzo e-mail.
Ho paura di essere tartassato di messaggi pubblicitari, ma la proverbiale fantasia italiana aiuta...
Funziona e la canzone sembra completa.
Ne ascolto altre e ancora tutto Ok e non mi chiede più l'e-mail.
Dov'è il trucco?
Il fatto che le canzoni siano in diversi formati e non siano organizzate per autore mi fa pensare che si tratti di versioni dimostrative.
Inoltre su una sento il classico effetto della puntina che salta, chiaramente voluto e che non ci azzecca niente.
Nel popup per l'ascolto troneggia la pubblicità di Napster e talvolta si aprono anche degli altri popup pubblicitari, ma del genere "tranquillo".
I brani in formato MP3 li posso anche salvare su disco attraverso le normali funzioni del browser, mentre non ci riesco con i Windows Media ed i Real Audio.
Con una brevissima ricerca con Google News apprendo che ci sono comunque degli espedienti e delle utility per catturare il file audio di origine (che rimanga fra noi).
28 pagine per un totale di 677 tracce da ascoltare... niente male!
Come posso acquistare altri brani?
Faccio una ricerca per artista e trovo informazioni sugli album con spezzoni dimostrativi delle tracce, ma posso acquistare soltanto il CD.
Veramente un bel sito, ma per quanti giri faccio non mi sembra ci sia la possibilità di acquistare i singoli...

Sesto sito Attik Music...
Finalmente interfaccia in italiano!
Faccio clic su "Shopping" e mi manda su www.buymusic.it
Anche qui CD, basi musicali e suonerie ma niente tracce singole...

Settimo sito Blue Yonder...
Clic su "Channels" e poi su "Music".
"music downloads" suona bene, vediamo un po'...
Devo fare una ricerca per artista e dato che siamo nel Regno Unito inserisco "Sting".
Trovati due album per un totale di 25 tracce.
Ad esempio il brano "Englishman In New York" lo posso scaricare per 99 crediti o aggiungere al carrello al costo di 0,99 Sterline.
Secondo il convertitore di Yahoo 0,99 Sterline sono 1,49 Euro.
Non proprio economico, anche se sommando il prezzo delle singole tracce si ottiene quello del CD.
Provo a vedere quanto costano i crediti ricorrendo alle FAQ...
Niente.

Ottavo sito Classical...
Bisogna entrare con password...
"HOW IT WORKS"
In pratica si tratta di ascoltare musica (classica?) su abbonamento con possibilità di acquisto dei CD originali a prezzo scontato.
C'è una prova gratuita di 30 giorni ma "This trial is for libraries only".
Solo per biblioteche (!?) e adesso non ho tempo di andarci e convincere i responsabili...

Nono ed ultimo sito Discoweb...
Sito internazionale, cambio la lingua in italiano e vado...
Tanti CD pronti all'acquisto...

Sconsolato passo ai siti italiani...
Vado direttamente su Vitaminic perchè so che vendono le singole tracce.
Chi è "Nico Girasole"?
Ci sono decine di categorie e sotto-categorie, ma che penuria e i prezzi poi...
Conviene acquistare su Blue Yonder...

M.Dir.bgm.dir.bg
Non funziona il link...

Ministry Of Sound
Questo è proprio il sito di un gruppo musicale...

MP3.com
Un database musicale e di ogni brano posso conoscere quali sono i servizi di musica digitale che mi consentono di scaricarlo o ascoltarlo.
Ma quali di questi servizi sono abilitati in Italia?
Il prezzo su Napster è in dollari e non sarebbe neanche male visto che 0,99$ sono 0,81 Euro al cambio attuale.
Ma c'è di mezzo il DRM [Digital Rights Management] e quindi non credo possa funzionare in questo modo...

Non vado a vedere gli altri siti perchè avrò ancora meno possibilità di trovare quello che mi interessa...

Giudizio critico:
Effettivamente da questo sito si può arrivare a qualcosa di buono, come i 677 demo da ascoltare di Artist Direct.
Ma è concepito in modo talmente mediocre da sembrare tutto meno che un progetto sponsorizzato dalle major della musica.
In realtà la mediocrità serve anche a celare la scarsità di contenuti.
Per prima cosa dovrebbero specificare la lingua dei siti e soltanto questo metterebbe in evidenza quanti pochi sono quelli consultabili in italiano.
Inoltre mi pare che la maggioranza di quelli indicati per "Acquisto di tracce singole e abbonamenti" non rispettano proprio questa prerogativa.

Morale:
Dove sta l'alternativa legale al P2P?
Questo sarebbe lo sforzo di aziende che incassano milioni di Euro?

Voto: 4
(ha grandi capacità ma è svogliato)

Rimangono ovviamente pareri personali, spero da confrontare ed integrare con quelli di altri volenterosi...

Ciao
miomao

Nessun commento: