28 marzo 2008

Mille e non più mille

Qualche giorno fa avrei dovuto festeggiare i 1000 post da quando questo blog è stato attivato. Ma come spesso mi capita, mi sono distratto ed il numero 1000 è stato allegramente superato. Ciò non toglie che un minimo di bilancio vada fatto. Il blog era nato sulla scia dell'incazzatura per la legge Urbani, quando abbiamo iniziato ad occuparci delle tematiche legate alla "proprietà intellettuale".

Anzi, abbiamo riattivato il sito quasi solo per integrarlo con il blog e per alternare articoli squisitamente a carattere musicale con altri che esploravano altri aspetti, in genere poco trattati dalla stampa "mainstream". Ed ovviamente, non si poteva non parlare anche di politica, considerando l'invadenza che questa ha nelle nostre vite.

E come si fa in queste commemorazioni, ci piacerebbe sapere quali tra i post pubblicati in questi anni vi sono rimasti maggiormente impressi. Così, a bruciapelo, senza andare a spulciare negli archivi, e senza pensarci più di tanto, vi chiedo di citare il primo (o i primi) post che ricordate.

5 commenti:

Andrea ha detto...

Più che un post, ahimè, devo constatare che il filo conduttore di tutti quasi i post è l'odio verso "coluichenonsipuònominare", alias Silvio Berlusconi (l'ho detto!).

Posso capire che il personaggio in questione possa avere la sua schiera di detrattori; mi lascia perplesso il fatto che a volte il suo nome è stato tirato in ballo anche su argomenti che non avevano niente a che vedere con lui.

Anonimo ha detto...

Uno degli ultimi post sulla teoria del complotto; quello dei microchip impiantati sottopelle, vincerebbe a mani basse il premio comicità (anche se in qualche maniera fa riflettere).
Io voto i post sulla battaglia per il diritto d'autore perchè sempre bene argomentati e perchè pochi altri blog hanno denunciato la dabbenaggine delle majors come avete fatto voi

chartitalia ha detto...

@andrea:
A parte il fatto che mi sembra piuttosto difficile che possa esistere un qualche argomento con cui lo psiconano non abbia a che fare, attento a nominarlo: porta una sfiga terribile. Negli anni in cui ha governato son successe tante di quelle sfighe che un decimo basterebbero: da G8 di Genova all'11 settembre, dal dimezzamento del potere d'acquisto, alla sconfitta ai mondiali coreani, dal ritorno delle brigate rosse, ecc. ecc. Appena si è tolto dai coglioni grazie al fattore C prodiano abbiamo vinto i mondiali, addirittura l'economia stava riprendendosi e c'erano extra-gettiti a go-go...
Insomma, l'hai nominato ed adesso sono cazzi tuoi: pensaci alla prossima sfiga che ti capita...

Anonimo ha detto...

Caro Chartitalia, anch'io non amo Berlusconi, ma Tu stai attento ...... curati ...... magari da uno strizzacervelli, sicuramente hai qualche grosso problema!

Charlie ha detto...

Scusate se m'intrometto. Volevo tornare per un attimo al tema di base, quello sui post.

Io voto per quello sulle più grandi idiozie delle case discografiche.

@andrea: se evitassi di fare affermazioni offensive sarebbe meglio, non credi? Il problema è di chi manca di rispetto.

Mi sento di difendere Chartitalia, uno dei pochi che abbia il coraggio delle sue idee, condivisibili o meno che siano.

Charlie.