07 novembre 2008

MTV Awards 2008

Gli MTV Europe Awards compiono 15 anni, sembra ieri che gli Ace Of Base e Bjork cantavano sotto la Porta di Brandeburgo. Ora la tappa è Liverpool.
Apre Katy Perry su un rossettone (o lucidalabbra) fallico vestita da giocatore di football. La versione di “I Kissed A Girl” è rockeggiante. Non si può dire sia una campionessa di intonazione. Probabilmente è troppo impegnata a non ammazzarsi cascando dal simbolo fallico. Anche perché sarebbe alquanto triste morire cadendo da un rossetto fallico… Immaginate i titoli dei tabloid...

Lei comunque è la host della serata. Strana scelta dato che, essendo in Gran Bretagna, potevano prendere un britannico. Ma d’altra parte MTV, pur Europe, è sempre americana. Il parco esibizioni è decisamente interessante sulla carta. Tra i presentatori pure Tiziano Ferro. Che poi non si vedrà. O forse ero distratto mentre scrivevo. Boh. I britannici lo avranno bloccato alla frontiera e trattato da terrorista? Già me lo vedo perquisito intimamente da un nerboruto agente. E chiedergli il numero di telefono subito dopo.

Primo premio: “il pezzo che crea più dipendenza”. Si, come quella dalla coca dei responsabili di MTV. Solo un abuso di polvere bianca può giustificare l’idea di una simile categoria. “Miglior brano” era troppo antiquato? Lo presentano le Sugababes con le solite frasi di introduzione (Heidi è di Liverpool per cui solite menate su quanto sia bello stare su quel palco). Papabili: Coldplay, Duffy, Katy Perry e Kid Rock. Ma vince Pink, che è presente ed è anche quella uscita da meno tempo. Il pezzo comunque in effetti crea dipendenza, dato che ogni volta che l’ascolto mi diverte. La Buzzicona dà sempre l’impressione di stare per prendere a botte qualcuno… Magari avesse fatto un bel catfight con le Sugas, le avrebbe abbattute come birilli tutte e tre.

Co-presentatori i 30 Seconds To Mars su un divano. Per la serie: “se non li lanciamo stavolta non sappiamo più che inventarci”. D’altra parte la band ha una bega legale con la Virgin da 30 milioni di dollari. E la EMI non vuol perdere soldi. Meglio sfruttare ogni occasione promozionale.
Congratulazioni a Barack Obama ed ecco Beyoncé vestita come se fosse un samurai venuto fuori da una puntata di Star Trek. Il pezzo è decisamente fiacco, ma dato che in passato ha fatto “Crazy In love” la perdoniamo. Però il vestito è allucinante. Mi ricorda anche un ricevitore di baseball.

Secondo premio per gli “Headliner”: presenta Anastacia. Che significa? Ma ovviamente miglior band live. Ho capito che stasera bisognerà tradurre i nomi dei premi. In lizza ci son i Metallica, ma vincono i Tokio Hotel. Ho amici che potrebbero uccidere per questo. Ma è normale: MTV punta ai teenagers, mica ai vecchi. Bill sembra il figlio di Bryan Molko e Siouxsie, concepito su una lapide durante una notte di tregenda. Dato poi in affidamento a Michael Jackson. Parla come Michelino infatti.

Oh, e ora c’è Kid Rock sul divano, con la consueta classe. Vediamo se tira un rutto. No, sono deluso. Katy su due ciliegie che sembrano due palle. Il tema della serata a quanto pare è “facciamo allusioni sessuali come i bambini di quinta elementare”. Beh, visto che poi a quanto pare votano loro…

Arrivano proprio i vincitori della prima edizione. I Take That. Col nuovo pezzo. Non so perché ma suona come certa roba recente degli U2. A questo punto mi chiedo: son gli U2 ad essere diventati come i Take That? Credo di essermi già dato la risposta. Direi esibizioni più sobrie rispetto alla versione USA. Bel gioco di luci. Regia impeccabile. D’altra parte se non son bravi quelli di MTV…

Terzo premio: a presentarlo Travis McCoy dei Gym Class Heroes e la sorella meno gnocca di Beyoncè. Nuovo pistolotto per Obama. Premio: “RockOut”. Ovvero “Il rock”. 30 Seconds To Mars, Metallica, Slipknot, Paramore e Linkin Park. Che il genere non stesse bene lo si sapeva. In ogni caso, quattro band che quest’anno hanno venduto parecchio e una che non pubblica un album dal 2005. E infatti vince quest’ultima. I 30 Seconds To Mars. Mi sa proprio che la EMI che vuole assicurarsi un lancio definitivo, questo e altro. Rock duro? Beh, diciamo che usando molto viagra…

Craig David presenta finalmente una categoria normale! “Album dell’anno”! In lizza Britney, Coldplay, Leona Lewis, Duffy, Alicia Keys. I Coldplay han venduto come album quasi più di tutti gli altri messi insieme. E infatti non vincono. Anzi, vince quella che alla fin dei conti ha venduto meno: Britney. Continua l’operazione “Lazzaro” iniziata in America. Lei non c’è però. Probabilmente è ancora in laboratorio per gli ultimi ritocchi.

La Perry con una giostra addosso per presentare una band di Las Vegas. Ed ecco i Killers. Gran pezzo. Scenografia del palco stupenda. Su questo ci sanno fare quelli di MTV. Brandon Flowers canta con un fagiano morto sulle spalle (?), la base è registrata. Oppure il Fantasma dell’Opera sta nei sotterranei a suonare il synth. Comunque visivamente l’esibizione è accattivante. Prossimo N. 1 UK?

Stacchetto con i 30 Seconds e i Ting Tings. I britannici non capiscono gli americani quando parlano. Tanto dicono cazzate. La biondina Katie White sembra reduce da un cocktail di psicofarmaci sulle montagne russe. Poi arriva Grace Jones. La Signora è in forma. Anche troppo. E trinca. Sembra un momento da festa della porchetta su una Tv locale.

Katy con maglietta con Obama per presentare Kanye West che canta, come negli Award Americani, “Love Lockdown”. Che sia venuto perché gli hanno giurato che gli danno un premio? Comunque canta (beh, ci prova a tratti). Esibizione più sobria rispetto a quella americana. Sicuramente il punto di forza dello show sono i giochi di luce. E poi duetto con Estelle con la celeberrima “American Boy”. Estelle è vestita da clown del circo. Pure peggio di Beyoncè. Temo stia tornando la moda anni ’80. Tutti si esibiscono su basi preregistrate. E finalino per l’American Boy del momento: Obama again.

Arriva Grace Jones. Presenta il premio per “New Act”, ovvero nuovo artista. Duffy, Jonas Brothers, Katy Perry, Miley Cyrus e One Republic. Vince Katy Perry (con gli inglesi che invocavano Duffy). Beh, dato che presentava doveva vincere un premio! Sinceramente temevo una vittoria di Jonas o Cyrus. Speravo che la Perry baciasse in bocca la Jones. Sarebbe stato un momento di "scandalo" che di solito non manca mai. Pazienza. Avrebbe potuto cantare “I Kissed a Maid”.

Inutile siparietto sul divano con i Take That. Un altro dannato premio. “Video Star”. Che cazzo di premio è? Forse per il miglior video? Snoop Dogg, Santogold, Weezer, 30 Seconds To Mars, Madonna. Questo, a quanto ho capito, non lo votava il pubblico, ma vincono i 30 Seconds To Mars. Per la serie: se il prossimo album non va dritto al N. 1 ovunque come minimo vengono ammazzati e trasformati in cibo per cani. Oppure Leto verrà venduto al mercato degli schiavi con un'asta tra ragazzine fameliche.

La Perry vestita da verme nella mela presenta i Ting Tings. Scemi ma divertenti. E mi basta per farmeli piacere. La versione cartone animato Hanna & Barbera del duo low fi alla White Stripes. Son davvero divertenti.

Arriva il premio più terrificante di tutti. La Categoria “Miglior Artista di Sempre”: Britney, Xtina, i Tokio Hotel, i Green Day, gli U2 e… Rick Astley (!?). Per MTV “sempre” sta per gli ultimi 7 giorni, più o meno. A parte una eccezione… E infatti vince l’eccezione Rick Astley. Ma non facevano prima a dargli un premio speciale, chessò “meteora della settimana”? Ora organizzeranno una puntata speciale di “Chi L’Ha Visto?” per trovare Astley. Che premiazione del cazzo. Il momento più trash della serata. Anzi, no. Ci ho ripensato. È quello più sublime. D'altra parte mi sa che era una presa per il deretano al povero Rick, che ha ben pensato di mandarli a quel paese.

Arriva la Leona per presentare il premio “Ultimate Urban”. Cioè i video urban. Quello che una volta si chiamava R’N’B o soul. Alicia Keys, Kanye West, Lil Wayne, Beyoncè e Chris Brown. La spunta ovviamente Kanye West, sennò sai che piazzata faceva stavolta? Avrebbero dovuto legarlo come Hannibal Lekter.

E arriva l’esibizione di Kid Rock. Vestito da magnaccia con una decina di bestie sul groppone. Van Zandt e Zevon probabilmente staranno guardandolo da lassù e imprecheranno. Kelly Rowland presenta il premio dato dagli Artisti, “l’Artist Choice Award”. Vince Lil’ Wayne, per la serie “Ha venduto tanto in America, perché non vende in Europa? Spingiamolo!”. Pop! sarà contento. E pure la Universal.

30 Seconds stravaccati sul divano. Qualche altra baggianata con Anastacia, Craig David e un’altra che non so chi diavolo sia. Fanno domande marzulliane. Mi sto rendendo conto che forse son peggio quando parlano rispetto a quando cantano…

Torna Katy seduta su una superbanana (si sentiva la mancanza di un simbolo fallico…). E presenta Duffy con “Mercy”. Esibizione vecchio stile come da copione. Carina. Estelle per presentare il premio “Act Of 2008”: candidati Leona, Britney, Rihanna, Coldplay, Amy Winehouse. Operazione “Lazzaro” Atto II: vince la Spears. Vabbè, questo poteva anche starci, dato che in effetti è quella che ha venduto meno tra i papabili. Ma qui non si premia il successo commerciale, si premia l’arte!

Arriva Bono come una divinità e per poco non inciampa (sarebbe stato un segno dell’esistenza di Dio). Definisce Liverpool “La Capitale dell’Irlanda dell’Est”. Dice qualcos’altro e viene mezzo fischiato. Azz, scrivendo mi son perso anche un’uscita su San Pietro. Forse parlava del suo prossimo passo carrieristico. Parla di Paul McCartney, di come Liverpool significhi molto per Macca. E finalmente dopo circa 50 minuti di oratoria non richiesta, manco stesse facendo un comizio per essere eletto, consegna il premio di “Ultimate Legend” a Paul McCartney. Scelta scontata vista la località? Mah, visto come stanno andando le cose, pensavo lo dessero ai 30 Seconds. E arriva Macca accompagnato dalle note di “Jet”. Anche lui nomina Obama. E ringrazia.

I 30 Seconds su quello stramaledettissimo divano dicono “che potremmo dire ora dopo questo momento?” Mi illudo che stiano zitti. Pia illusione. Ma almeno aprono bocca per presentare le scelte “locali”. Presentazione dei “preferiti d’Italia”. Chi? Ma ovviamente i Finley. Ma che gente vota su MTV? Li raccolgono al cottolengo? Azzo mi tocca pure sorbirmi l’esibizione di ‘sti Blink-Green-McFly-Sum-Busted di quart’ordine. Vabbè, devo ricordarmi di TRL. Ha senso. Lo fa anche, se è per quello.

Categoria “Il Preferito d’Europa”. Chi vince prende un prosciutto e un fiasco di vino. Di nuovo i Finley. Che si scontrano con un Turco, il Russo vincitore dell’Eurofestival, un’Isareliana e Leona Lewis. Vince il Turco tra l’indifferenza degli astanti. Il turco ringrazia dicendo che per lui è difficile parlare in inglese. Finley secondi. Boh.

Divano con Leto e la Lewis. Conferma: i britannici non capiscono quando Leto parla. E finalmente i 30 Seconds salutano. La Perry con fioccone in testa e Pink. L’ultima a esibirsi. “So What” ovviamente. Esibizione con sviluppo simile a quella fatta agli Awards USA. Come da copione spacca la bottiglia in testa a uno stuntman per iniziare. Battaglia dei cuscini finale. Simpatica la Buzzicona. No, Pink non è l’ultima. La conclusione vera si ha con Katy in versione maschio/femmina con il nuovo singolo, “Hot N’Cold”. Stavolta non deve reggersi sul rossettone e canta meglio. Una cosa fastidiosa son però le basi preregistrate con anche le parti vocali.

Considerazioni di fine serata:
1) La Perry mi è sembrata simpatica. Leto no.
2) MTV al di là di certe banali idiozie da decerebrati sa assicurarsi ottime riprese ed esibizioni nel complesso ben costruite. Comunque mi è sembrato che quest’anno ci fosse più austerity. Ovviamente.
3) A parte Gasparri tutti son contenti che sia sta eletto Obama.
4) MTV esprime i gusti del pubblico che le resta. Ovvero gli under 15 che vanno in crisi epilettica davanti a TRL (o robe simili). O forse dei discografici che intendono piazzare prodotti a questo pubblico? Per gli amanti delle teorie del complotto, i premi più “strani” son equamente distribuiti tra Sony, Universal ed EMI.

E anche per quest'anno è fatta. Però penso che l'anno prossimo mi limiterò a vedere le esibizioni su youtube...

by ilgmk

8 commenti:

diego ha detto...

quest'anno è stata veramente una schifezza, ma credo che ormai da qualche anno gli MTV EMA sono decaduti; cmq sono talmente incazzato per il fatto che i Coldplay e Duffy siano stati ignorati e non abbiano vinto nulla.
Ah, Tiziano Ferro c'era, era lui insieme ad un altro che non ricordo che hanno premiato "Il preferito d'Europa".

ilgmk ha detto...

In effetti avevo notato un certo andamento triste dello show già da qualche annetto. L'ho guardato giusto per vedere le esibizioni, che di solito son divertenti. I premi non li considero più da tempo. Tanto son decisi dall'industria, come ho "sottilmente" fatto notare. E peggio, l'industria che piazza quello che ritiene "piaccia ai ggiovani". E comunque dei premi non ci si ricorda più dopo un mese. resta la musica, e quella di Coldplay e Duffy ha segnato il 2008, mica i 30 Seconds To Mars.

Grazie per la dritta su Ferro! Ero impegnato a scrivere e non mi son accorto che fosse salito sul palco... Mi scuso per l'errore giornalistico!:)


Ciao!
Marco

marcellinux ha detto...

Estelle con Kanye West, sembrava che portava una borsa come gonna nell'esibizione di "American Boy"!

diego ha detto...

mi sa che l'altro che premiava "il preferito d'Europa" con Ferro doveva essere il cantante dei Rasmus, ma non ne sono sicuro.

Anonimo ha detto...

... la Emi nn è piu la casa discografica dei 30 seconds to mars... -.- informarsi prima di scrivere magari!!! inoltre se hanno vinto loro è semplicemente xkè la gente li ha votati, hanno fans ovunque...

ilgmk ha detto...

E il solito anonimo "ke" non si firma...

Ok, avevo letto l'informazione su Wikipedia mentre scrivevo, per cui mi scuso. L'articoletto è stato estemporaneo per sua natura (come notabile anche dall'errore su Ferro).
Però a sto punto mi hai messo curiosità. Ora chi è che li sta spingendo con MTV?
Certo che hanno fan. Mai messo in dubbio. Come dimostrato dal caso McFly in UK, ogni band con un numero adeguato di fan fanatici può vincere ogni premio basato sul voto popolare. Anche vendendo molto meno di molti altri. D'altra parte, secondo lo show di MTV i Finley son la band N. 1 d'Italia...

Premetto che non ce l'ho con loro, dato che mi son totalmente indifferenti. Però il fatto che non esca un loro album dal 2005 mi lascia molto perplesso di fronte a una loro nomination nel 2008. Avrebbe avuto più senso una nomination (per non dire vittoria) di un gruppo uscito quest'anno o almeno l'anno scorso. E' qui che ci vedo lo zampino di una casa discografica (a 'sto punto non la EMI) che sta preparando il terreno per 'sto benedetto terzo album. Ma ovviamente 'sti premi prendono il tempo che trovano.

saluti e baci
Marco

luisab ha detto...

non mi è piaciuto lo spettacolo... meglio gli altri anni. una delle poche cose che mi è piaciuto è stato il video dei 30sec. to mars

Anonimo ha detto...

quest'anno gli mtv awards 2008 non sono stati un gran che ma neanche uno schifo come alquni li definiscono.bioncè magnifica esibizione ma il suo vestito... e poi rick credo aslty o una cosa del genere non si meritava quel premio almeno per me...per me andava a i green day perchè sono dei miti e regnano da sempre...e poi liwaine (o una roba del genere
)bhe.. in alcuni casi e stato mitico! in alcuni una delusione totale,katy perry unica! bhe.. poi giudicate voi ...!