01 dicembre 2008

Elogio di Bossi

La notizia ha fatto il giro di tutti i quotidiani online e non: Renzo Bossi, secondogenito del capo del 2° partito di governo, è stato bocciato all'esame di maturità per la terza volta. E subito ci si è scatenati a denigrare la svogliatezza dell'erede designato a guidare la Lega nel prossimo futuro: chi gli consiglia di iniziare a studiare, chi fa ironia su fatto che il suo illustre genitore l'abbia etichettato come una trota (piuttosto che come delfino), chi gli consiglia di recarsi in Calabria o in Molise per superare gli esami (così come hanno fatto due ministri dell'attuale governo: la Gelmini e il Brunetta), e così via.

Noi invece vogliamo, per una volta tessere l'elogio dell'Umberto nazionale. Con il potere che ha a disposizione, avrebbe potuto facilmente addomesticare una qualsiasi commissione d'esame scegliendo personalmente gli esaminatori che avrebbero promosso a pieni voti il suo pargolo. Con la maggioranza che si ritrovano in Parlamento avrebbe potuto addirittura giocare la carta della legge ad personam, facendosi scrivere da Ghedini o Alfano una legge che promuovesse d'ufficio tutti i candidati con cognome Bossi e nome Renzo, nati a nord del Po.

Insomma, avrebbe avuto decine di modi per far prendere uno straccio di diploma di maturità che non viene negato praticamente a nessuno. Ed invece no. Ha esposto la sua trota alla dura scuola della vita, esponendolo ad una prima bocciatura, poi ad una seconda quest'estate ed infine a quella definitiva dei giorni scorsi, in una sessione di esami specificatamente allestita per il figlio del senatur.

Bravo Umberto. Non hai fatto come il tuo principale alleato che si è fatto una legge per non farsi processare ed utilizza il suo potere per raccomandare le sue amichette e piazzarle nella tv di stato o, peggio, come ministresse. L'Italia necessita di persone oneste come te.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ahahahah Chartitalia sei unico..... leggerti è un piacere indispensabile....

Non dimentichiamo le ultime leggi(ne) del decreto anti-crisi (!?) per sbaragliare la concorrenza di Mediaset per la pay par view....

Dario

Michele C. ha detto...

Se io fossi in te non definirei Bossi una persona "onesta",primo perchè da come ha detto la sua prima moglie il Bossi esercitava la professione di medico SENZA AVERE LA LAUREA(infatti era uno studente di medicina con scarso rendimento) e poi in piena "era Mani Pulite"(che sono gli anni in cui la Lega incomincia ad avere successo) si è fatto dare 200 milioni di lire(di allora) di finanziamento illecito dalla maxitangente Enimont. Su quest'ultima cosa(e su altre "porcherie" che ha fatto il santone di Gemonio)ti consiglio di leggere la parte dedicata a lui nel libro "Se li conosci li eviti" di Marco Travaglio.
Saluti.

Michele

Anonimo ha detto...

@Chartitalia
Non so se il tuo commento sia solo ironico o sia sincero.
Seriamente parlando, io ho pensato la stessa cosa: quanti figli incapaci di onorevoli (e di sottosegretari, e di portaborse, ecc.) vengono raccomandati per ottenere immeritatamente addirittura cattedre universitarie. In uno scenario del genere fa davvero notizia che il Senatur, sicuramente dotato di potere, non sia ricorso a nessun mezzuccio per far prendere a proprio figlio un modestissimo diploma di scuola media superiore.
Sarà quel che sarà, non si condividerà tutto quel che dice o fa, ma almeno su questa vicenda ha dimostrato correttezza, molto più di tanti altri politici, del PdL ma anche del PD!
K

Ermenegido Pulzetti ha detto...

ho dedicato alcuni versi a questo Renzo Bossi che per quanto di idee politiche diverse dalle mie (e da me ripudiate a prescindere)è stato preso a mio avviso troppo di mira dai media in quanto giovane rampollo di un discusso personaggio,te ne faccio dono



CORAGGIO SI VA AVANTI

Non lasciare che altri decidano per te

coltiva le tue idee

gli errori fanno parte della vita

una sconfitta è la porta per una nuova vittoria

sappi farne tesoro

ne sarai felice