19 dicembre 2008

La storia delle cose

Il presidente della Regione Abruzzo arrestato qualche mese fa per storie di corruzione. Quello di Pescara in questi giorni. A Napoli le intercettazioni mostrano il solito intreccio mefitico politica-industria. A Potenza sono coinvolti politici dediti a traffici oscuri. Il titolare di Air One implicato in cose simili. Bene, se volete capire cosa e perchè sta succedendo tutto questo lasciate stare i giornali e vedetevi questo video: non parla nè dell'Italia e nè degli scandaletti da cortile di questo sciamannato paese, ma vi spiega perchè succedono le cose. Sì, si chiama la storia delle cose.

I soliti tromboni di stato tutti a parlare della corruzione della politica, sorprendendosi di questa nuova tangentopoli. Che poi è la vecchia. Ed i soliti imbonitori a convincerci che no, è diverso. Ora sono gli industriali che manovrano i politici mentre nel '92 erano i politici che opprimevano gli industriali, poverini, costretti a difendersi pagando mazzette. Balle.

Il problema è il sistema economico-industriale che abbiamo creato e che sta distruggendo tutti e tutto. Lo si poteva capire decenni e decenni fa. Ma abbiamo assunto l'approccio delle tre scimmiette: non vedo, non sento, non parlo. Tant'è che abbiamo messo il paese in mano ad un industriale con smanie di onnipotenza. Che almeno ha reso lampante che i politici sono dei fantocci in mano al potere economico-industriale. Che è sempre stato il solo che ha governato questo paese. E non solo questo paese.

Nessun commento: