22 gennaio 2009

Maledetti titoli

Avrei voluto dedicare un post all'insediamento di Barack Obama alla Casa Bianca. Dei tanti commenti idioti da parte di commentarori imbecilli: ho beccato una squinzia assurta a massima esperta di non ho capito bene cosa che ha dissertato per mezz'ora sui vestiti della moglie di Obama, ed un'altra che ha parlato di quanto è felice il matrimonio della coppia presidenziale.

Avrei voluto parlare di un altro geniale commentatore che sottolineava che Obama ha brindato con spumante italiano (prosecco di Valdobbiadene). Un altro ancora sottolineava che il pranzo di gala era offerto in un ristorante italiano, e cose così.

Ancora: avrei voluto parlare della splendida retorica (comunque retorica) del neo presidente che da un lato esalta la storia del suo grande paese e subito dopo ricorda che suo nonno non potesse essere servito in un ristorante da camerieri bianchi.

Avrei voluto evidenziare che mentre il capo del governo americano parla di responsabilità e della focalizzazione su come uscire dalla crisi, il capo del governo italiano parla di Kakà e che cosa volete che sia il 2% di PIL in meno: è come quello di due anni fa, e due anni fa non si stava mica male. Certo, non avevamo mica un cialtrone così al governo.

Insomma avrei voluto parlarvi di cose così, ma sono stato mezz'ora inchiodato a trovare un titolo per queste cose e non l'ho trovato. Insomma, i titoli sono la cosa più difficile. Capita anche a voi?

4 commenti:

Elisa ha detto...

Sei il mio idolo!!!! Neanche io riesco mai a trovare un titolo per i miei interventi. Cmq un articolo così, buttato giù di botto, con tutte le sensazioni del momnento è sempre bello ,perchè porta a riflettere. Sopratutto Il paragrafo che descrive il nostro presidente del Consiglio.... Ha paragonato l'offerta dello sceicco arabo per Kakà a più del totale della spesa che l'Italia dedica alla scuola pubblica.............

Anonimo ha detto...

Ti faccio una segnalazione, penso in linea con il tuo pensiero sul Copyright...
I famosi Monty Python, anziché combattere Youtube (zeppo di filmati dei loro irresistibili sketch) si fanno suoi alleati ed hanno creato un apposito canale gratuito (http://it.youtube.com/user/MontyPython) nel quale hanno reso gratuitamente fruibili molti video dei loro spettacoli (purtroppo solo in inglese...).
Sicuramente una mossa controtendenza che me li ha resi ancor più simpatici.
Senza volermi sostituire al curatore, direi che si meritano una segnalazione d'onore, no?

K.

chartitalia ha detto...

@Elisa:
Grazie, troppo buona. Ecco, almeno siamo in due ad avere il problema del titolo. Ho sempre invidiato i titolisti dei giornali che lo fanno come mestiere...

@K:
Grazie per la segnalazione. Credo che comunque la tua possa essere sufficiente (tieni presente che i commenti sono altrettanto letti dei post, e a volte addirittura di più...).
Per un certo periodo ho accarezzato l'idea di dedicare un intero blog alla segnalazione di opere rilasciate sulla rete con licenza freeware o comunque liberamente accessibili, tant'è che ho ancora registrato un blog dal nome free2free ma che non ho mai mandato a regime; non è detto prima o poi non lo faccia, o magari lo cedo a qualcuno che abbia voglia di farlo

Anonimo ha detto...

I titoli? la mia passione, forse la mia specialità. Nel titolo c'è l'anima, la quintessenza.... Obamaluba, parafrasando una canzoncina in voga da noi quando Obama aveva i calzoni corti e i capelli più crespi...
Mario Bonatti HPI