18 maggio 2009

Hit Parade che non c'è 2009/ Settimana n.19 del 18 maggio

Debutto direttamente in vetta per Two Weeks dei Grizzly Bear, pezzo estratto dal terzo album di studio della formazione di Brooklyn, VECKATIMEST, accolto con tappeti rossi da praticamente tutta la critica. La meravigliosa “Two Weeks” è il singolo ufficialmente estratto. Ma tutto l’album è sullo stesso (alto) livello, a testimonianza che la corrente americana dedita al folk barocco e neopsichedelico si è arricchita di un’altra perla, dopo le splendide prove di altri rappresentanti del suo “zoo”, ovvero gli Animal Collective e i Fleet Foxes.


Hit Parade che non c'è - 18 Maggio 2009

1Two Weeks
Grizzly Bear

2Heavy Cross
The Gossip

3Bulletproof
La Roux

4Give It Up
Datarock

5Raindrops
Basement Jaxx

6Who Will Comfort Me
Melody Gardot

7Tonight's Today
Jack Peñate

8Verano
Moltheni

9Musa
Marina Rei

10New In Town
Little Boots

11Johnny Magic
Neil Young

12Welcome To Heartbreak
Kanye West feat. Kid Cudi

13Snoop Dogg Millionaire
Snoop Dogg feat. Tanvi Shah

14Rubber Lover
Marmaduke Duke

15I Remember
Deadmau5 feat. Kaskade

16Il crack delle banche
Ginevra Di Marco

17And I Try
Bimbo Jones

18Epilepsy Is Dancing
Antony And The Johnsons

19Sort Of Revolution
Fink

20Bonkers
Dizzee Rascal & Armand Van Helden



Scende dalla vetta quindi Heavy Cross dei Gossip, che tuttavia, stando alla chart di i-tunes, troveremo con alta probabilità nella Top 100 la settimana prossima, a testimonianza che la popolarità della band della Ditto è in costante ascesa.

Si assesta al terzo Bulletproof dei LaRoux e al quarto risale Give It Up dei Datarock, approfittando anche del “pensionamento” dei connazionali Röyksopp (una delle regole – di massima come tutto in Italia – che ci siam dati è di “ritirare” i pezzi dopo qualche settimana per lasciar posto ad altri).

In quinta posizione debutto col botto del nuovo singolo dei Basement Jaxx, Raindrops. Il duo house formato da Felix Buxton e Simon Ratcliffe, giunto a ormai 15 anni di carriera, si è reinventato ancora una volta con un pezzo a metà strada tra eurodisco e elettronica che riesce a usare tutti i trucchi a disposizione senza una sola sbavatura. A questo punto si aspetta l’album SCARS.

Dopo Who Will Comfort Me della Gardot, che risale di un posto, arriva un reingresso, Tonight's Today di Jack Peñate. Il musicista inglese sta per pubblicare il secondo album, EVERYTHING IS NEW e questo pezzo, il primo estratto, dalle influenze afro-caraibiche, fa pensare che anche per lui la prova del “difficile secondo album” potrebbe essere superata a pieni voti. Di certo il pezzo è perfetto per l'estate in arrivo e mi ricorda come struttura del ritornello la classica "Girls & Boys" dei Blur.

Resistono a seguire, seppur a posizioni invertite, Verano, la bella ballata di Moltheni, e la Musa di Marina Rei. Mentre chiude la Top 10 New In Town in discesa per Little Boots.

Sotto i primi dieci un po’ di rimescolamenti, con in netta ascesa Rubber Lover dei Marmaduke Duke. E una serie di new entry.

A cominciare, al N. 16, da Il Crack Delle Banche di Ginevra Di Marco, tratto dal suo ultimo album, DONNA GINEVRA, il suo terzo di studio. La cantante che ha collaborato con nomi come CSI e Max Gazzé prosegue il suo viaggio di ricerca nella musica tradizionale popolare e questo brano non fa eccezione. Si tratta infatti di una tipica antica ballata popolare dedicata allo scandalo della Banca Romana del 1893. Anche se il suo testo potrebbe tranquillamente essere stato scritto la settimana scorsa...

Tutt’altro genere alla posizione N. 17, dove approda And I Try dei Bimbo Jones, collettivo di produttori dance britannici già all’opera come remixers per mezzo mondo musicale e responsabili dei mix di un recentissimo N. 1 britannico, “Number One” di Tinchy Strider. Questo dance Hi NRG si avvale della vocalist Katherine Ellis.

Torna nella Top 20 l’immarcescibile Epilepsy Is Dancing di Antony, ormai segnalato su questa rubrica da mesi (a riprova che la regola a cui accennavo prima è di massima e non tutti la seguono...).

Infine, al N. 19 arriva Sort Of Revolution, brano di punta del nuovo album di Fink, intitolato come il brano. Al secolo Fin Greenall, Fink è un musicista di Brighton il cui singolare percorso è partito dal cosiddetto "trip hop" (vedi Massive Attack e Portishead) per poi raffinarsi in un linguaggio che ha raggiunto una sintesi inedita tra dub, folk e blues, come testimonia questo suo quarto lavoro che esce ancora una volta per l'etichetta indipendente Ninjatune.

Insomma, ancora una volta ce n’è per tutti i gusti. E se avete qualche altra segnalazione da fare, ben venga!!!

by ilgmk


Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.18 dell'11 Maggio

3 commenti:

dj Paul ha detto...

Ciao Marco
classifica sempre ricca di spunti.

Bellissima 'Tonight's Today' di Jack Penate, già sentita più volte negli ultimi mesi.

'I Remember' è dell'anno scorso ma è stata lanciata solo ora in UK entrando nella top 20. Interessanti i nuovi remix di Caspa in chiave dubstep e J Majik & Wickaman dal lato D&B.

Stanno girando i primi remix anche dei Gossip (Fred Falke ad esempio) e La Roux (Dj Zinc).

Un paio di pezzi carini sono
'Jump In The Pool' dei Friendly Fires
il remix di Calvin Harris di 'See The Light' dei The Hours
'No You Girls' dei Franz Ferdinand (John Disco Reversion)


PS: Quando parli di aggregarsi cosa intendi? Potrei essere interessato

Massimo ha detto...

manda una mail con la tua adesione parteciperai con le tue segnalazioni alla compilazione della classifica. Fatti sentire.
Ciao

ilgmk ha detto...

Ciao DJ Paul!

come già detto da Massimo, manda una mail a chartitalia, usando l'indirizzo che trovi in alto a destra sotto il titolo del Blog.

Poi Chartitalia ti spiegherà tutto!
Ciao e a presto!

Marco