02 giugno 2009

Hit Parade che non c'è 2009/ Settimana n.21 del 1° giugno

Terza settimana in vetta per le due settimane, ovvero Two Weeks dei Grizzly Bear, il cui acclamatissimo album VECKATIMEST nel frattempo ha esordito col botto nella Billboard chart, entrando direttamente al N. 3.



Hit Parade che non c'è - 1 Giugno 2009

1Two Weeks
Grizzly Bear

2Big Bad Handsome Man
Imelda May

3La spesa
Marta Sui Tubi

4Raindrops
Basement Jaxx

5Untouched
Veronicas

6Tonight's Today
Jack Peñate

7Bonkers
Dizzee Rascal & Armand Van Helden

8Sort Of Revolution
Fink

9Fire
Kasabian

10Jungle Drum
Emiliana Torrini

11Fresh Blood
Eels

12New In Town
Little Boots

13Last Minute
Ivano Fossati

14Who Will Comfort Me
Melody Gardot

15And I Try
Bimbo Jones

16Lontano dal tuo sole
Neffa

17Virginia State Epileptic Colony
Manic Street Preachers

18Snoop Dogg Millionaire
Snoop Dogg feat. Tanvi Shah

19Bulletproof
La Roux

20You And I
Wilco with Feist



Al secondo posto sale invece l’irlandese Imelda May con Big Bad Handsome Man, che scalza La Spesa dei Marta Sui Tubi, questa settimana piazzati al N.3. Il video ufficiale del brano è intanto diventato disponibile su youtube.

Alle spalle della bella Raindrops dei Basement Jaxx c’è una nuova entrata, anche se in effetti il pezzo è tutt’altro che nuovo. Untouched delle Veronicas infatti risale all’autunno del 2007! E dopo essere entrata nella Top 10 della natia Australia, il pezzo è lentamente diventato un grosso hit internazionale, approdando nei mesi scorsi nella Top 20 americana e ora nella Top 10 britannica. A questo punto il lancio sui mercati continentali europei è in corso. Noi ci accodiamo, anche perché si tratta di un buon elettropop dagli accenni gotici (ebbene si, un altro elettopop! Non abbiamo perso il vizio!). Da notare che le Veronicas (nome che deriva dal cult nero-adolescenziale “Schegge di follia”) son due sorelle gemelle, Jessica e Lisa Origliasso, cognome questo che tradisce un’inequivocabile origine italiana. Per l’esattezza siciliana. Le due son arrivate al secondo album HOOK ME UP (datato come il pezzo 2007) e son state anche le autrici di un hit delle t.A.T.u., “All About Us”.

Segue stabile Tonight's Today di Jack Peñate che sta aprendosi una breccia nelle playlist radiofoniche italiche di questa fine primavera mentre in UK sta per uscire il nuovo singolo, "Be The One". Al N. 7 sale Bonkers, attuale N. 1 UK con una bazzecola come 114.000 copie vendute in una settimana. Numeri ormai da fantascienza in Italia. Al N. 8 sale anche l’ottima Sort Of Revolution di Fink, mentre al N. 9 entra in Top 10 il nuovo singolo dei Kasabian, Fire, considerato uno dei maggiori contendenti per la vetta della classifica britannica della settimana entrante.

In chiusura della Top 10 un’altra nuova entrata che tanto nuova non è. Tanto che era già stata segnalata seppur fugacemente in questo sito verso la fine dell’anno scorso. Si tratta di Jungle Drum dell’islandese Emiliana Torrini (anche qui un nome che denuncia una chiara provenienza dallo stivale). Il pezzo, che ricorda certi lavori più poppeggianti di un’altra illustre rappresentante dell’isola di fuoco e ghiaccio, ovvero Bjork, è tratto dal suo quinto album, ME NAD ARMINI. L’album è uscito nel settembre 2008 ma probabilmente sta per esplodere solo ora, grazie al clamoroso successo di questo singolo che sta scalando numerose classifiche europee, compresa quella tedesca. Non si sa mai, magari arriva pure qua...

Sotto la Top 10 da segnalare le ascese di Fresh Blood degli Eels e di New In Town di Little Boots. Al N. 13 un ingresso per il nuovo singolo di Ivano Fossati, Last Minute, estratto dal suo ultimo album “Musica Moderna”. Da segnalare che l’uscita del pezzo su singolo avviene con ben sette versioni diverse. Accanto all’originale di Fossati, infatti vi figurano le versioni riarrangiate da sei artisti emergenti della scena italiana: Gianmarco Martelloni, Le Strisce, Kalweit & The Spokes, Niccolò Agliardi, Lele Battista e Sarah Stride. Di fatto più che un singolo è un vero e proprio E.P. E certamente un’ottima iniziativa da parte dell’autore di “La costruzione di un amore”. Magari ascoltate le diverse reinterpretazioni e diteci quale preferite...

Al N. 16 un’altra new entry italiana, si tratta del ritorno di Neffa, con la bella Lontano dal tuo sole, che anticipa l’album “Sognando Contromano”, il suo sesto solista, previsto per il 19 giugno. Il pezzo sta già facendosi notare tra le frequenze radio. Riuscirà a replicare il successo di pezzi come “Il Mondo Nuovo”, “Cambierà” o “Passione”? Le premesse sembrano esserci tutte…

E anche per questa settimana è fatta. Tra l’altro non so se l’avete notato, ma le quattro nuove entrate son tutte da parte di artisti italiani o originari dell’Italia. Che avesse ragione Madge quando indossava la celebre maglietta “Italian Does It Better”? Beh, non esageriamo. Però quella che al momento sta vendendo più dischi sul pianeta fa Germanotta di cognome...

by ilgmk


Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.20 del 25 Maggio

3 commenti:

diego ha detto...

Che avesse ragione Madge quando indossava la celebre maglietta “Italian Does It Better”?

veramente sulla maglietta nel video di "Papa don't preach" c'era scritto "Italians do it better".

ilgmk ha detto...

ops.. errore di distrazione...

ilgmk ha detto...

Correggo un'altra imprecisione, stavolta legata a una fonte non corretta: l'album dei Grizzly Bear è entrato al N. 8 della Billboard Chart (dato confermato dalla clasisfica ufficiale), non al N. 3 (occupato ahimè da Hannah Montana). Vatti a fidare di Wikipedia...

Ciao!
Marco