23 novembre 2009

Hit Parade che non c'è 2009/ Settimana n.46 del 22 Novembre

Il duo di dj che ha dato vita al progetto Major Lazer svetta in testa alla nostra classifica dei brani che vorremmo vedere in classifica ma che (ancora) non ci sono. Questa volta segnalimao una coppia di brani, entrambi di ottima fattura: la già nota Keep It Goin' Louder cui si aggiunge Mary Jane.

Eccovi la classifica completa che intanto potete iniziare ad ascoltare man mano che continuate la lettura.



Entra in classifica direttamente in seconda posizione un godibilissimo pezzo "fusion", Blood & Silver, che mischia sonorità caraibiche e messicane al look da cabaret tedesco della cantante Jessie Stevens che si esibisce in un testo piccante interamente in spagnolo. E' uno di quei pezzi che probabilmente non avrà neanche un passaggio radiofonico ma ci piace segnalarlo lo stesso.

L'altra nuova entrata in Top Ten è un pezzo italiano ad opera di un gruppo piuttosto dissacrante, gli Zen Circus, che hanno pubblicato un album che è tutto un programma: ANDATE TUTTI AFFANCULO. Ed anche i pezzi contenuti non sono da meno (Ragazza eroina o Gente di merda). Tra questi abbiamo scelto Vuoti a perdere, che si avvale del featuring di Nada (Malanima, naturalmente...).

Un balzo in avanti lo effettua un altro pezzo di un gruppo italiano emergente, i Serpenti con la loro Se lascio perdo che inizia a farsi strada, almeno nelle nostre orecchie. Ci fa piacere che almeno questa settimana, ben la metà dei brani in Top Ten sono italiani: la completano l'ottimo brano di Dente, Buon appetito, e due mostri sacri quali Franco Battiato con l'invettiva Inneres Auge e Mina con l'accoppiata Addeso è facile (in duetto con Manuel Agnelli degli Afterhours) e Non ti voglio più. Brani, per inciso, che incontrano il vostro altro gradimento, a giudicare dai voti del sondaggio associato a questa classifica.

A completare i primi 10, tre brani che ormai sono divenuti dei piccoli classici di questa Hit Parade che non c'è: la splendida I Won't Kneel dei Groove Armada (che prevediamo in classifica nel 2010...) e l'accoppiata Islands e Crystalized degli strepitosi XX. E fa capolino un'altra accopiata: Happiness e See (It Doesn't Bother Me) di Jonathan Jeremiah.

Quattro nuove entrate nelle posizioni successive. Ancora un brano italiano con Ho imparato a sognare, ultimo singolo di Fiorella Mannoia, cover del brano contenuto nell'ultimo, sorprendente, album dei Negrita che si sono rivelati tra i più interessanti autori dell'anno, come confermato da questo brano e che anticipa l'album omonimo in uscita il 27 novembre.

Oceana Mahlmann è una cantante tedesca che con Cry Cry Cry ha ottenuto una buona affermazione nei paesi "teutonici" e in mezza Europa... Il brano non è nuovissimo (nè come data, nè come suono) ma si fa ascoltare volentieri.

Segnaliamo anche due sgallettate ventenni di Manchester, ultima creazione degli Xenomania (e si vede): le Mini Viva, che potrebbero inmbroccare un (mini) tormentone con il loro primo singolo I Left My Heart In Tokyo, un pezzo pop-dance, con un pò di hip hop, un pizzico di elktro e una goccia di dub. Shakerare per bene e servire freddo.

Infine una segnalazioncina, forse pleonastica, per quelli che sono i trionfatori delle classifiche 2009: i Black Eyed Peas con il terzo estratto dal loro fortunatissimo album The E.N.D. che sta per The Energy Never Dies, come dimostra questa Meet Me Halfway.

Bene, ora tocca a voi. Qui sotto potete esprimere il vostro personale gradimento ai vari brani segnalati.



Classifica precedente: Settimana n.45 del 15 Novembre

Nessun commento: