25 dicembre 2009

Playlist di Natale

Merry Christmas. Joyeux Noel. Feliz Navidad. Fröhliche Weihnachten. E ve lo diciamo anche in esperanto: Gajan Kristnaskon. Insomma Buon Natale. E come da migliore tradizione di questo blog, non possiamo che dirvelo in musica.
Eccovi quindi una playlist con la nostra Top Ten dei migliori brani natalizi. No, non quelli più famosi, ma quelli che ci piacciono di più, cercando di evitare le cose più stucchevoli (come "Jingle Bells", ad esempio). Ed anche per quei brani che abbiamo dovuto includere "altrimenti non è natale", abbiamo scelto delle escuzioni meno ovvie.

Ok, intanto questa è la playlist. Più sotto dei brevi commenti per ogni brano.




1. In testa alla nostra playlist abbiamo messo un brano poco noto ma splendido: Santa Baby in una strepitosa interpretazione di Eartha Kitt che risale al 1953 ma che non mostra nessuno dei suoi anni. Se non la conoscete, provvedete subito ad eliminare questa capitale mancanza. Il brano è stato ripreso negli anni da decine e decine di artisti tra cui Madonna, Kylie Minogue, le Pussycat Dolls e LeAnn Rimes.

2. Al secondo posto un'altro classico natalizio tanto poco noto quanto delizioso, Little Drummer Boy interpretato da una strana coppia composta dal "crooner" per antonomasia, Bing Crosby, figura mitica del cinema e della musica americana "perbene" e da David Bowie, figura anticonfomrista e dissacrante del pop britannico anni '70. Il duetto nell'inciso del pezzo è quanto di più godibile si possa trovare in giro. Per la verità il brano è un medley costituito da "Little Drummer Boy", brano del 1957 e "Peace on Earth" che fu aggiunto da David Bowie nel 1977 appositamente per l'esecuzione allo show televisivo di Crosby. Ma il fascino del pezzo è nel "pa-pa-pa" del brano del 1957.

3. E le venature pacifiste del brano precedente diventano vera e propria "canzone di protesta" in questo brano affermatosi come uno dei classici natalizi nonostante la sua (relativamente giovane) età: Happy Xmas che ha come sottotitolo "War is Over", appunto. Inciso da John Lennon poco dopo lo scioglimento dei Beatles, aveva scritto il brano come protesta per la guerra in Vietnam e come seguito di una campagna pacifista iniziata nel 1969.

4. White Christmas è forse il classico dei classici delle canzoni natalizie dell'era moderna che mantiene il suo fascino a distanza di anni. Scritta nel 1940 da uno dei più grandi compositori di canzoni di tutti i tempi, Irving Berlin. Fu eseguita per la prima volta da Bing Crosby nel 1941 ed incisa in soli 18 minuti nel maggio 1942 in una tipica ottica "usa e getta". Da allora è stata rieditata decine di volte e deteneva sino a pochi anni fa il record di disco più venduto dell'intera storia discografica mondiale, con oltre 50 milioni di copie vendute, che diventano 100 milioni se si considerano anche gli album in cui è contenuta.

5. Da un blockbuster ad un altro. Do they know it's Christmas rappresenta il più grande successo della storia delle classifiche discografiche britanniche ed anch'essa si è affermata come uno standard natalizio. Prodotta nel 1984 dall'irlandese Bob Geldof per raccogliere fondi per l'Etiopia, è divenuta il prototipo delle centinaia di iniziative a scopi umanitari che si sono susseguite negli anni. La formula è quella di riunire i maggiori artisti del momento e di fargli cantare un verso ciascuno; all'epoca furono riuniti Duran Duran, Spandau Ballet, Paul Young, Culture Club, George Michael, Sting, Phil Collins e l'immancabile Bono degli U2. Un trionfo.

6. Silent Night (in originale Stille Nacht, ed in italiano Astro del cielo) è forse il pezzo tradizionale che maggiormente caratterizza il periodo natalizio. E' un pezzo ustriaco e risale agli inizi dell'Ottocento (al 1818 per la precisione). Non si contano le versioni in ogni lingua. Noi abbiamo scelto una fascinosa versione di Enya.

7. Ancora del 1984, Last Christmas, è dovuto alla penna di George Michael che all'epoca era ancora parte del duo Wham!. Nato come puro pezzo pop britannico, si è imposto nel tempo come un piccolo classico immancabile ad ogni ricorrenza natalizia.

8. Un motivo noto quasi esclusivamente al pubblico americano, ma non di meno godibile, è lo standard Santa Claus is Coming to Town, scritto nel 1934 ed inciso da quasi tutti i grandi interpreti americani. La versione che vi proponiamo è dovuta a Frank Sinatra che rende ottimamente lo swing che è il marchio di fabbrica del brano.

9. Ritorniamo ai primi dell'Ottocento per questo classico natalizio tedesco, O Tannenbaum (O Christmas Tree in inglese e Alberi di Natale in italiano). Per attutire la "teutonicità" del brano abbiamo scelto la versione di Nana Mouskouri, eccellente interprete del floklore mediterraneo.

10. Ed infine un omaggio alla tradizione italiana con la mediocre Tu scendi dalle stelle (sì, lo sappiamo, le canzoni italiane sul tema Natale non sono il massimo). Abbiamo scelto una discreta versione di Lucio Dalla.

Ok, un altro anno facciamo una playlist di brani natalizi completamente alternativi. Per quest'anno avevamo bisogno di tradizione...

Auguri a tutti.

Nessun commento: