05 aprile 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.13 del 5 aprile

L'artista più chiacchierata in rete di questi giorni si aggiudica il N.1 della nostra classifica che non c'è (se non nei nostri desideri). Lei è Erykah Badu, il pezzo di chiama Window Seat, ed il motivo per tanto chiacchiericcio è il videoclip del brano dove si esibisce in un denudamento progressivo sino ad accasciarsi a terra, simulando un colpo di fucile. Il tutto nello stesso luogo dove fu assassinato John Kennedy.

Ok, prima del resto delle chiacchiere, vi presentiamola Top 20 completa, da cui potete votare direttamente i vostri preferiti, mentre più giù trovate il player per poter ascoltare l'intera playlist.




Sono 4 le presenze italiane in questa lista in cui insistiamo a riproporre il pregevole pezzo di Micol Martinez, Testamento biologico: niente a che vedere con la banalità con cui è stato trattato da Povia. L'altro pezzo italiano già presente è Acque sicure dei Virginiana Miller, mentre gli altri due sono dei nuovi ingressi. Entrambi pescano nell'indie-rock nostrano.

I Linea 77, devono il loro nome alla linea dell'autobus che li portava alla loro prima sala prove, sono attivi dal 1993 ed il 16 aprile esce il loro decimo album (tra demo ad album ufficiali) intitolato, guarda un po', "10". Il primo singolo estratto si intitola Vertigine ed il loro marketing ha avuto un'ideona: sul loro sito è possibile ascoltarlo in anteprima, dovete però riuscire a vincere ad un gioco.

Il Pan Del Diavolo è un duo siciliano che ha appena fatto uscire il loro album d'esordio SONO ALL'OSSO da cui il primo estratto è questa Pertanto. La recensione dell'album della rivista Rolling Stones è stata stata molto lusinghiera e ha salutato il duo come il più interessante di questo scorcio di 2010.

E' un po' di tempo che un "Piano B" circola in queste pagine. Si tratta di Ben Drewm rapper britannico il cui nome d'arte è appunto, Plan B. Ve l'avevamo proposto tempo fa featured in "End Credits" di Chase & Status. Poi qualche settimana fa con "Stay Too Long", primo estratto dal suo concept-album THE DEFAMATION OF STRICKLAND BANKS, ma era passato piuttosto inosservato. Ci riprova con questo "piano B", una strepitosa e trascinante soul song: She Said. Una libidine.

Appena passato alla prestigiosa scuderia Ed Banger, Breakbot esordisce col botto con Baby Im Yours cui presta la sua voce Irfane (Outlines), tirando fuori uno dei migliori pezzi technodisco di inizio anno.

Ritorniamo in atmosfere soul con Baby Left Me di Rox che viene dalla periferia londinese, anche se lei è mezza giamaicana e mezza iraniana. E sembra che il soul si sia da anni ormai trasferito su questa sponda dell'Atlantico visto che anche Corinne Bailey Rae viene da quelle parte (Leeds, per la precisione). Della raffinata vocalist proponiamo I'd Do It All Again, dalle atmosfere molto suadenti e con uno straziante accompagnamento di sax.

The Parlotones, è un gruppo indie rock à la Kaiser Chiefs originario del Sudafrica. Il loro 3° album di studio STARDUST GALAXIES è uscito ad Ottobre in Sudafrica ed è diventato disco d'oro, ma sarà lanciato in Europa a Giugno, con molta furberia in concomitanza coi Mondiali di calcio. Loro, neanche a dirlo, saranno tra gli artisti ad esibirsi in contorno alla grande manifestazione sportiva. Il modo migliore per lanciarli. Questa Life Design è il singolo fresco fresco per il mercato europeo.

Infine, dopo il successo di "Wonderful Life" (non italiano), torna il promettente duo electro-pop degli Hurts con un altro azzeccato brano intitolato Blood, Tears & Gold, elegante, orecchiabile e con una bella melodia elettronica.

Ah, dimenticavo la mia delenda carthago: chi vota questa destra mi fa schifo.

Classifica precedente: Settimana n.12 del 29 Marzo

2 commenti:

Michele93 ha detto...

Innanzitutto, preciso che io sono il Michele di 16 anni e mezzo e ho cambiato nome apposta per facilitarvi la distinzione dei Michele. Comunque, sempre meglio questa classifica che non c'è... Adesso aspetto l'album dei MGMT e credo che "Flash delirium", ma non solo, entrerà in Top 100. Ma anche "Window seat" di E. Badu. L'album del gruppone suddetto è in uscita domani, ma è già disponibile in ascolto sul loro sito.. Una meglio dell'altra, ammazza che 2010!!!

Anonimo ha detto...

...E "Go Do" di Jònsi? Capisco che che si discosta un po dalle atmosfere eteree ed inquietanti dei Sigur Ros, ma questa canzone, insieme a tutte le altre dell'album "Go", è fantastica!!! Maximiliano1965