10 maggio 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.18 del 9 Maggio

La dura e radicale Born Free di M.I.A. si conferma ai vertici della nostra classifica dei desideri, sempre più povera di pezzi italiani (solo 2 su 20, dovuti a due gruppi della scena indie).


Questa è la Top 20 da cui esprimere le vostre preferenze (oltre che ascoltare il singolo brano) mentre più giù c'è il player con cui ascoltarla tutta intera.






Quattro i nuovi ingressi che vi segnaliamo molto velocemente. I nord-irlandesi Two Door Cinema Club raddoppiano ed insieme a Cigarettes In The Theatre segnaliamo Something Good Can Work, ultimo singolo estratto dal loro album di debutto TOURIST HISTORY. I TeddyBears vengono invece dalla Svezia.

DEVIL'S MUSC è l'album, Rocket Scientist il piacevole brano estratto, dove si fanno accompagnare dalla rapper cantattrice Eve. Molto godibile anche Feeling Without Touching degli statunitensi Glass Candy, capitanati dalla vocalist Ida No. Il brano risale al 2008 ma per qualche strano motivo ve lo segnaliamo ora.

Infine il secondo brano italiano in classifica (il primo è il già presente Peccatori in blue jeans di Amor Fou). Si tratta di Mamma l'Italiani del gruppo salentino Apres La Classe. I paraggi sono quelli dei corregionali Sud Sound System e CapaRezza, rielaborati in stile "patchanka", cioè all'insegna della (con)fusion, della contaminazione di genere.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.17 del 2 Maggio

2 commenti:

dj Paul ha detto...

ciao
è vero che 'Feeling Without Toucing' dei Glass Candy era contenuta nell'album 'Deep Gems' del 2008, ma è stata riproposta a marzo di quest'anno con un EP dal titolo omonimo contente anche tre tracce inedite

chartitalia ha detto...

@DJ Paul:
Grazie Paolo, chiarito il mistero. Il brano merita sicuramente l'evidenza data dal nuovo EP.
Ciao.