06 giugno 2010

Canzone del giorno/ Michelle

Era il dicembre 1965. I Beatles erano nel loro massimo splendore, ed avevano tirato fuori uno degli album che li avrebbe fatti entrare nella leggenda: RUBBER SOUL. Tra i tanti brani epici, c'era una canzoncina in stile francese dovuta alla leziosaggine di Paul McCartney: Michelle. In quello stesso periodo, Barak Obama aveva 4 anni e la sua futura moglie Michelle non aveva ancora compiuto i due anni. Ma Michelle sarebbe divenuta uno dei tanti classici del quartetto di Liverpool e certamente entrò a far parte del background culturale dei nati negli anni '60.

Lo scorso 2 giugno, in una cerimonia alla Casa Bianca, Obama ha consegnato a Paul McCartney il premio Gershwin Prize for Popular Song ed il vecchio marpione come inizia la sua performance? Ovviamente con "Michelle ma belle, ont des mots qui vont très bien ensemble", mandando in brodo di giuggiole la First Lady che si mette a cantare all'unisono dalla sua sedia tra il pubblico.

1 commento:

.mau. ha detto...

Paul è sempre stato un giuggiolone :-)

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.