09 agosto 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.31 dell'8 Agosto

Tris decisamente d'assi al vertice della Hit Parade che non c'è (se non nei nostri desidere) di questa settimana: We Used To Wait dei canadesi Arcade Fire ancora in vetta, seguita dalla splendida Clarity Of Love dell'abruzzese Pirupa, ed al terzo posto l'accattivante You Wanted A Hit degli statunitensi LCD Soundsystem.


Prima delle chiacchiere, ecco la Top 20 completa da cui potete esprimere le vostre preferenze (oltre che ascoltare il singolo brano), e più sotto ancora trovate il player con cui ascoltare l'intera lista.





Sì certo, rispetto a qualche settimana fa, la presenza della produzione italiana si è ridotta notevolmente, anche se i brani presenti sono di livello assoluto e non sigurano affatto rispetto alla soverchiante produzione straniera: oltre al citato Pirupa, La carezza del Papa dei Virginiana Miller e Io e il mio amore di Paolo Benvegnù sono brani eccellenti, cui si unisce una delle 8 nuove proposte di questa settimana.

I Perturbazione sostituiscono la precedente "Mondo Tempesta" con alto brano tratto dal loro eccellente album DEL NOSTRO TEMPO RUBATO, Primo. E temiamo che non sarà l'ultimo, visto che l'album contiene ben 24 nuovi pezzi per un totale di oltre 70 minuti. Ah, piuttosto ironicamente la confezione dell'album contiene anche un CD-R vuoto, così ognuno può farsi la propria selezione e copiarci sopra quello che preferisce.

Con un convinto 0% di chance di entrare in classifica, segnaliamo comunque CMYK, terzo singolo di un giovanissimo (ventunenne) ma geniale produttore inglese di nome James Blake (omonimo del tennista americano, nulla a che fare ovviamente), tra i migliori discepoli di quel suono fra elettronica e r&b astratto, vicino all'opera di musicisti come Flying Lotus e il compianto J Dilla. Il brano taglia e ricuce in maniera irriconoscibile due loop vocali lavorati in pitch e tratti da altrettante vecchie produzioni del primo Timbaland ("Caught Out There" di Kelis e "Are You That Somebody" di Aaliyah). Roba sperimentale e per niente radiofonica, ma il futuro dell'evoluzione musicale passa anche da qui...

Joshua Harvey e Graeme Sinden (in arte The Count & Sinden) esplosi come coppia nel 2008 grazie alla fantastica "Beeper" (con la vode di Kid Sister), ora hanno lavorato con i Mystery Jets alla realizzazione dell'estiva After Dark, la cui uscita ufficiale è per il 16 agosto. Questo singolo fa parte dell'album 'Mega Mega Mega', in uscita il 23 agosto con varie collaborazioni. Probabilità di entrare in classifica? Azzardiamo un 20%.

Dopo aver recuperato e riciclato praticamente tutto degli anni '80, potreste pensare che qualcuno voglia recuperare cose quali il syntg pop, la bassa fedeltà, la cultura della musicassetta ed il sound da videogame? Beh, ovviamente sì. Tant'è che è nato addirittura un nuovo genere denominato "glo fi" (non chiedeteci da dove derivi quella g iniziale). Cui appartiene il brano Aminals di tale Baths, alias Will Wisienfeld, tratto da uno degli album icone del genere, CERULEAN. Probabilità di vederlo in classifica? Non scherziamo.

Flying Lotus è uno di quei musicisti noto solo agli addetti ai lavori, che magari non raggiungeranno mai una notorietà mainstream, ma che sono destinati ad influenzare il secondo decennio del nuovo millennio. Nella nostra lista è già presente con ...And the World Laughs With You e presto lo sarà con un ulteriore brano ("MmmHmm"). Flying Lotus risulta anche il produttore dell'album A SUFI AND A KILLER di Gonjasufi, che no ha niente da "invidiare" alla voce di Tom Waits... Dall'album abbiamo scelto Sheep.

I duo sembrano essere decisamente "a la page". Eccone un altro: i Pretty Lights vengono dal Colorado e l'area è ancora quella della musica elettronica, anche se con influenze "nobili" quali John Coltrane o Etta James. Godetevi questa rtascinante High School Art Class from their tratta dal 2° dei 3 EP che ha programmato di tirar fuori nel 2010.

E finiamo con due brani più estivi e danzerecci: We Can't Fly di Aeroplane (accostamento di titolo ed interprete per la verità piuttosto inquietante...). Comunque si tratta di due produttori belgi di origini italiane: Stephen Fasano and Vito De Luca. Decisamente "facile" ma "funzionante" è Always Loved A Film degli Underworld che per l'occasione inaugurano una collaborazione con i produttori techno Mark Knight e D. Ramirez.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.30 dell'8 Agosto

1 commento:

Anonimo ha detto...

Incredibile come le radio italiane stiano snobbando la canzone di Pirupa...vergognoso !