22 febbraio 2011

Progetto Restylers

Ritoccare hit dance e dare un'identità più da club ai maggiori successi pop. In estrema sintesi, è questa la mission del progetto Restylers che nasce da un'intuizione di Enrico Maria Magli, carissimo amico storico di hitparadeitalia.it nonchè curatore di programmi di video musicali quali DVJ su DeeJay Tv.

L'idea è semplice: raggruppare sotto un unico marchio una grande squadra di talenti per firmare insieme remix di grandi successi pop. Tanto per fare dei nomi: Maurizio Molella, Paolo Aliberti, RuDeejay, DJs From Mars, Useless Wooden Toys, Sergio Mauri, Oreste Spagnuolo, DB Pure, Simon From Deep Divas, e tanti altri.

Il 2011 è iniziato alla grande con il rilascio Turn Up The Bass di Deep Divas, atmosfere che ricordano Bahia, un ipnotico giro di basso ed una trumpet trascinante, di cui linkiamo il video ufficiale.

In precedenza era uscito il package di Boogie dei Weekenders contenente il famoso sample originale di Matt Bianco del brano "Wap Bam Boogie" del 1989 remixato in varie versioni dance. Presenti remix di Molella & Jerma, Fratti & Mancino, Max Karlozzo e Mirko Berti.

Recentemente sul sito ufficiale di Restylers è stato lanciato un contest sullo straordinario pezzo A.A.A. Cercasi di Carmen Consoli: sul sito è possibile registrarsi, prelevare il brano, creare un proprio remix e farne l'upload sul sito. I remix migliori verranno inclusi nel nuovo remix package della Consoli.

Complimenti ad Enrico per questa sua ottima idea ed un grosso in bocca al lupo.

1 commento:

Hitboy ha detto...

...E' una bellissima notizia! Quasi tutti i grandi cantanti pop riock internazionali affidano i loro pezzi a famosi dj per avere diffusione anche in discoteche o tra chi apprezza ritmi più sostenuti... Coloro che stimo di più sono però i remixer che rispettano l' originale, mantenendone il cantato o la struttura melodica. Tra i più grandi dj internazionali di questo tipo ricordo Almighty, Cahill, i Moto Blanco, i Wideboys, Dave Aude, Jason Nevins, Mike Rizzo, Digital Dog e i Freemasons. Loro sanno veramente valorizzare i pezzi. In Italia, a questo livello conosco il bravo Remakeit (vedasi i lavori fatti per Giusy Ferreri) e i Dj from Mars. Gli altri stravolgono troppo i pezzi originali, traducendoli in pura base ritmica con campionato e ripetuto un frammento dell' originale... francamente un po' noiosi. Ma ovviamente è questione di gusti. Dimenticavo (tra gli italiani bravi) anche l'altalenante Benny Benassi, capace di capolavori (Celebration per Madonna) e altre cose molto trascurabili.