04 marzo 2011

Lega Ladrona/ Rubiamo le lauree

Qualche giorno fa ha fatto scalpore la notizia del più promettente politico tedesco che si è dimesso da ministro perchè aveva copiato la sua tesi di laurea. Già, perchè sull'affidabilità e credibilità di un uomo pubblico i paesi seri non scherzano. Se dici delle balle non sei degno di fiducia e quindi non ti resta che dimetterti. Puoi fare tanti altri mestieri, il cioccolataio, per esempio, ma non il politico nè tanto meno il ministro. Questo in Germania.
In Italia invece succede che un politico, anzi uno dei politici più influenti, fondatore e capo del partito politico che vuole rappresentare l'area più produttiva dell'intera nazione, di cui tutti sanno che per anni si è spacciato laureato in medicina, continua a comandare in lungo ed in largo in Italia, paese ormai allo sbando e marcio sino al buco del culo.

Già, perchè Umberto Bossi, degno leader di quell'armata brancaleone che si fa chiamare Lega Nord, è riuscito ad effettuare 3 feste di laurea senza essersi mai laureato (racconto della sorella). Mentre la madre fu condotta addirittura alla sua tesi di laurea fanstasma senza farla assistere.

Palle altrettanto colossali raccontava alla sua prima moglie, Gigliola Guidali che dichiara al settimanale Oggi: "Mi sposò anche se non aveva un lavoro. Mi aveva mentito dicendomi di essersi laureato". L’ex coniuge addirittura regalò al marito una bella ed elegante valigetta da dottore con cui il lumbard usciva tutte le mattine per "andare a fare pratica in ospedale".

Ora, un individuo che cogliona senza ritegno sorella, madre e moglie, credete che si faccia degli scrupoli a coglionare una massa di elettori, per loro natura predisposti ad essere presi per il culo?

5 commenti:

Massimo L ha detto...

mmm... temo di no.

Anonimo ha detto...

Vedo che ti occupi con zelo della trasperenza e dell'onesta dei partiti di destra e in particolare della Lega.
A sentire te i ladroni,i disonesti,i menzogneri si trovano solo da una parte...ma solo ieri abbiamo avuto prova della buona fede di partiti di ben diverso orientamento politico.
Sedi e case disclocate in tutta Italia e in particolare a Roma che oltre avere un costo all'anno minore di 500 euro o simili (quanto gli studenti li invidieranno) tra l'altro senza pagarli da anni. LA lista è lunga si è sentito il nome di diversi partiti di estrema sinistra e anche i più ecclatanti PD e Idv. Forse sarebbe l'ora che se vogliamo fare del moralismo prima sarebbe l'ora di fare i conti in casa propria.

chartitalia ha detto...

@Anonimo delle 18.15 (ma mettere una sigla qualsiasi no, eh?:
Vedo invece che il cerchiobottismo da Corriere è piuttosto gettonato.
Nessuno qui vuol asserire che non vi siano lestofanti anche in schieramenti diversi da questa destra bieca. Ma la percentuale di criminali che alberga a destra non ha eguali nè in Italia nè in altri paesi al mondo, e neanche in altre epoche storiche. A destra sembra che vi sia una selezione al contrario: se non sei lestofante provato non arrivi nelle istituzioni.

E poi, i conti in casa alla sinistra vengono fatti continuamente: il sindaco di Bologna si è dimesso per delle spese extra; il presidente della regione Abruzzo si è dimesso in quanto indagato; il presidente della regione Lazio si è dimesso per la sua storia transessuale.

A destra invece c'è il capintesta che è imputato in almeno 4 processi, in altri processi sono stati condannati in via definitiva suoi dipendenti o collaboratori per avergli causato dei vantaggi, è in mezzo a decine di scandali. Ed anche nella Lega gli scandali ormai sono quotidiani. Ma cazzo, sono tutti appiccicati alle loro poltrone ladrone peggio dei peggiori socialdemocratici di una volta.

E' ovvio che se uno anche a sinistra viene sgamato è doveroso che renda conto dei suoi comportamenti. E' troppo chiedere altrettanto a quelli di destra?

Oronzo ha detto...

Chart, scusa se esco dall'argomento del post, ma ti volevo comunicare che ti ho inviato un'e-mail. Spero in una tua risposta, grazie.

Miguel ha detto...

E da come ho saputo io li' in Lega Nord Bossi non e' l'unico a fingersi laureato! Leggete qui: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/03/monica-rizzi-lassessore-psicologo-anzi-no/94765/

Ormai siamo ben oltre la m*rda fino al collo: siamo affogati nella m*rda!