09 aprile 2011

Hit Parade che non c'è 2011/ Settimana del 6 Aprile

The Weeknd è l'ultima "next big thing" del panorama musicale internazionale. Non sono un gruppo ma il progetto dietro cui inizialmente non si sapeva chi si nascondesse (si è scoperto poi che corrisponde a tale Abel Testafye, canadese). Fatto sta che sta spopolando in questa nostra classifica che non c'è, occupando per la seconda settimana il N.1 con l'intrigante R&B di Wicked Game, ed il n.12 con il loro primo brano diffuso su YouTube, What You Need. Questa è la Top20 al completo.



Al secondo posto un pezzo italiano di uno straordinario duo che sta sfornando da anni album di qualità notevolissima che alternano cover di brani famosissimi a pezzi originali (sia come contrario di "cover" sia per stesura non convenzionale). Si fanno chiamare Musica Nuda e corrispondono a Petra Magoni, cantante, e Ferruccio Spinetti, contrabbassista. La loro ultima fatica è l'album COMPLICI ed il pezzo scelto è Rimando.

Per il terzo posto si sono messi in tre: i misteriosi Burial e Four Tet più Thom Yorke, leader dei Radiohead, con un pezzo clamoroso intitolato Mirror. Al quarto, uno splendido pezzo jazzato, Come un eroe della Marvel, da parte dei raffinatissimi Egokid, ed al quinto da un'altrettanto raffinata PJ Harvey con, The Words That Maketh Murder, primo singolo estratto dal suo ottavo album in studio, LET ENGLAND SHAKE.

Al sesto posto la prima nuova entrata di questa settimana: Kurt Vile (che forse ha fatto l'album folk dell'anno) con Baby's Arms, noise folk con grandi melodie, semplice e doppiamente efficace (chitarra favolosa, tra l'altro). Subito dopo altra new entry proveniente dalla prolifica Inghilterra che continua a sfornare nuovi artisti a getto continuo, spesso in area indie come questi Vaccines, che dichiarano di ispirarsi al rock'n'roll anni '50, ai gruppi underground anni '60, al punk anni '70, all'hardcore americano anni '80 ed alla musica pop anni '90. Vabbe', il brano si intitola If You Wanna.

In ottava e decima posizione due tra i più talentuosi artisti italiani contemporanei, ovviamente del tutto trascurati dai media mainstream: l'emergente Mannarino con Serenata lacrimosa e l'ormai affermato Paolo Benvegnù con Andromeda Maria. Tra questi, la terza nuova entrata: Jesus Is a Rochdale Girl degl Elbow, ancora Inghilterra, ancora indie rock, ancora osannati dalla critica (l'album è il loro quinto, BUILD A RCOKET BOYS!

All'11° posto insistiamo con il sound "disco" di Tyson con la gustosa Die On The Dancefloor, che precede la What You Need di The Weeknd di cui abbiamo detto, seguita da una ulteriore nuova entrata: Raphael Saadiq (al secolo Charles Ray Wiggins, nato ad Oakland, California, nel 1966) che è uno dei migliori artisti della cosiddetta scena "neo-soul". Cantante, autore, polistrumentista e produttore, e da quando ha lasciato i Tony! Toni! Toné! (band di grande successo negli States e di cui hanno parte fino a metà anni '90) ha intrapreso una carriera solista che l'ha portato a collaborare con gente come Joss Stone, D'Angelo, TLC, Mary J. Blige e John Legend. Il nuovo singolo Radio, che anticipa il suo imminente quinto album solista STONE ROLLIN', è letteralmente un salto indietro nel tempo di una cinquantina d'anni, con il suo stile rock'n'roll/rhythm & blues. Le sue dieci nomination collezionate finora ai Grammy Awards sono destinate a crescere ulteriormente...

Dal 14° al 17° posto 4 brani ormai "veterani" di questa nostra classifica "senza frontiere": la splendida I Got A Woman del cileno Nicolas Jaar, Still Sound dello statunitense Toro Y Moi, Io non sono nromale degli italiani Serpenti e I Follow Rivers della svedese Lykke Li.

Seguono le ultime due nuove entrate della settimana, scelte ancora una volta nel ricchissimo panorama indie italiano: Desmael del gruppo piacentino dei Blugrana che dopo 3 EP esordisce con l'album eponimo e la bellissima La donna del cowboy della Piccola Bottega Baltazar, tratto da LADRO DI ROSE, quarta fatica del gruppo veneto che sa miscelare sapientemente pop e folk.

E chiusura ancora con un pezzo italiano, Onomastica degli Offlaga Disco Pax, uno dei gruppi più geniali ed innovativi che circolano da queste parti, e di cui vi invitiamo a recuperare tutti i brani che circolano su YouTube: imperdibili Robespierre, Sensibile, Dove ho messo la Golf, Kappler e Ventrale.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana del 30 Marzo

1 commento:

Anonimo ha detto...

Desmael è fantasticaaaaaaa!!!!