11 settembre 2007

Chart Internazionali storiche/ Autunno 1982

Chicago - Hard to Say I'm Sorry / Sonny Think TwiceL'autunno è ormai alle porte e, prontamente, abbiamo messo a punto una carrellata sui successi internazionali di 25 anni fa, l'Autunno del 1982, appunto. Beh, per la verità, il lavoro maggiore l'ha fatto Marco, e l'ha fatto con la solita maestria, pervenendo ad un miracoloso equilibrio tra la ricchezza informativa e la sintesi necessaria per non scrivere un intero volume. Vincitori della tornata è risultato il rock un po' melenso dei Chicago anni '80, con l'hit planetario Hard to Say I'm Sorry, seguiti immediatamente a ruota dalla soundtrack del terzo capitolo della saga di "Rocky" di Stallone, Eye of the Tiger dei Survivor.

Ma lasciamo la parola allo stesso Marco, proponendovi l'introduzione al suo bel pezzo.

Autunno 1982. La chart americana ha bisogno di nuova linfa. Nonostante la presenza di qualche nuovo nome, c'è puzza di stantio nella classifica USA e ai primi posti si trovano molti vecchi leoni, non sempre all'altezza della loro fama. L’onda modaiola figlia della new wave che arriva dall’Europa (e non solo) consentirà (nel bene e nel male) il definitivo cambio generazionale. Tutto sta ad adattare le orecchie degli americani alle nuove sonorità. Ci vorrà un po’ di tempo, ma alla fine capitoleranno, grazie anche all’aiuto di MTV, nata l’anno precedente.

Son proprio le band britanniche le prime ad impiegare nel modo migliore lo strumento video, anche per le innegabili ascendenze teatrali che le caratterizzano (il glam rock fa parte del loro patrimonio genetico). D’altra parte, il Regno Unito è un continuo ribollire di nuovi nomi (la novità di stagione sono i Culture Club della neo-star Boy George). La variegata ondata inglese sembra la risposta (a volte una fuga, altre un attacco frontale) nei confronti dell’imperante grigiore thatcheriano (per altro siamo pure in piena guerra della Falklands).

Gli USA stanno affrontando la più grande crisi economica dai tempi della Grande Recessione. I tagli al bilancio aumentano la percentuale di poveri ai livelli più alti degli ultimi due decenni. La crisi viene registrata dal Boss, che racconta della provincia dimenticata mentre, dal Bronx, Grandmaster Flash informa sulla disperata povertà dei ghetti. La musica hip hop sta emergendo dall’ambito underground. Curiosamente è proprio il mercato britannico, più incline alle novità, ad accorgersi del fatto. Anche perché in America al momento MTV non fa vedere video di artisti neri. In questa fase MTV è il perfetto strumento per instillare ottimismo reaganiano tipicamente WASP. Il pubblico americano cerca di rimuovere i problemi, troppo gravi.

È probabilmente anche per questo motivo che un classico cinematografico come “Blade Runner” fa fiasco negli USA. Troppo apologo pessimista, con un finale terribilmente ambiguo. Un curioso corto circuito cinematografico riguarda proprio la scena finale di "Blade Runner" (versione originale): Harrison Ford e Sean Young guidano su una strada tra boschi. È l’unica scena in pieno sole di tutto il film. Infatti è stata attaccata all’ultimo momento, utilizzando riprese scartate per i titoli di testa di un altro film della Warner di due anni prima: “Shining” di Kubrick. Deckard e Rachel stanno quindi guidando verso l’Overlook Hotel. Il futuro nonostante il sole non appare per niente roseo…

E un’altra auto finisce la sua corsa su un’altra strada immortalata dal cinema. È così che se ne va Grace Kelly il 14 settembre. Non è proprio più tempo di favole nemmeno per le Principesse, ma il pop di MTV vuole ancora farci credere (sperare?), per qualche minuto, il contrario.


Il resto dell'articolo potete trovarlo qui.

Autunno 1982 Compilation

HARD TO SAY I'm SORRY - Chicago
EYE OF THE TIGER - Survivor
ABRACADABRA - Steve Miller Band
WHO CAN IT BE NOW - Men At Work
UP WHERE WE BELONG - Joe Cocker & Jennifer Warnes
EYE IN THE SKY - Alan Parsons Project
DO YOU REALLY WANT TO HURT ME - Culture Club
WORDS - F.R. David
GLORIA - Laura Branigan
YOU CAN DO MAGIC - America
MANEATER - Daryl Hall & John Oates
COME ON EILEEN - Dexy's Midnight Runners with The Emerald Express
GYPSY - Fleetwood Mac
PRIVATE INVESTIGATIONS - Dire Straits
DON'T GO - Yazoo
I KNOW THERE'S SOMETHING GOING ON - Frida
STEPPIN' OUT - Joe Jackson
SAVE A PRAYER - Duran Duran

2 commenti:

Dan Balan ha detto...

Ciao...Volevo dirvi che nel pezzo che riguarda Eddie Grant si accenna anche a walking on sunshine di Katrina and The Waves: ma c'è un errore...il pezzo non avrebbe esordito tre anni dopo ma un anno dopo dato che è del 1983!
Saluti.

ilgmk ha detto...

Ciao Dan,
il pezzo è stato inciso per la prima volta nel 1983. Ma ha scalato le classifiche in una nuova versione nel 1985. Katrina è arrivata nelle Top 10 USA e UK nel giugno 1985. Pe rla precisione piazzandosi al N. 9 USA il 22/6 e al N. 8 UK l'8/6. E poichè ho parlato di "scalare le classifiche"...;)
Ciao!