14 maggio 2008

Chart Internazionali 2008/ Maggio: 1a settimana

Le classifiche internazionali di USA e UK dal 27 aprile al 3 maggio 2008, con l'aggiunta questa settimana di quelle australiane.




USA ALBUM (settimana 27-04/03-05-2008)

1 (*) Madonna - Hard Candy
2 (1) Mariah Carey - E=MC²
3 (2) Leona Lewis - Spirit
4 (*) Lyfe Jennings - Lyfe Change
5 (*) Def Leppard - Songs From The Sparkle Lounge
6 (*) The Roots - Rising Down
7 (*) Portishead - Third
8 (*) Mudcrutch - Mudcrutch
9 (6) various artists - Now 27
10 (*) Tim McGraw - Greatest Hits: Limited Edition



USA SINGLE (settimana 27-04/03-05-2008)

1 (1) Bleeding Love - Leona Lewis
2 (2) Lollipop - Lil Wayne feat. Static Major
3 (3) No Air - Jordin Sparks & Chris Brown
4 (5) Love In This Club - Usher feat. Young Jeezy
5 (6) Sexy Can I - Ray J & Yung Berg
6 (4) 4 Minutes - Madonna feat. Justin Timberlake
7 (7) Touch My Body - Mariah Carey
8 (19) Pocketful Of Sunshine - Natasha Bedingfield
9 (8) Love Song - Sara Bareilles
10 (14) Leavin' - Jesse McCartney



UK ALBUM (settimana 27-04/03-05-2008)

1 (*) Madonna - Hard Candy
2 (*) Portishead - Third
3 (4) Duffy - Rockferry
4 (1) The Last Shadow Puppets - The Age Of The Understatement
5 (*) Sam Sparro - Sam Sparro
6 (2) The Kooks - Konk
7 (6) Scouting For Girls - Scouting For Girls
8 (3) Leona Lewis - Spirit
9 (*) The Platters - The Very Best Of
10 (18) Gabriella Cilmi - Lessons To Be Learned


UK SINGLE (settimana 27-04/03-05-2008)

1 (1) 4 Minutes - Madonna feat. Justin Timberlake
2 (2) Black & Gold - Sam Sparro
3 (4) Wearing My Rolex - Wiley
4 (7) Love In This Club - Usher feat. Young Jeezy
5 (3) American Boy - Estelle feat. Kanye West
6 (5) Cry For You - September
7 (6) Low - Flo Rida feat. T-Pain
8 (8) Heartbreaker - Will.i.am feat. Cheryl Cole
9 (16) Propane Nightmares - Pendulum
10 (10) Heartbeat - Scouting For Girls



Australia ALBUM (settimana 27-04/03-05-2008)

1 (2) Andre Rieu & Mirusia - Waltzing Matilda
2 (3) Damien Leith - Catch The Wind: Songs Of A Generation
3 (1) Madonna - Hard Candy
4 (4) Kasey Chambers & Shane Nicholson - Rattlin' Bones
5 (7) Leona Lewis - Spirit
6 (5) Carl Riseley - The Rise
7 (6) The Presets - Apocalypso
8 (8) k.d. lang - Watershed
9 (*) Neil Diamond - Home Before Dark
10 (33) Michael Buble' - Call Me Irresponsible



Australia SINGOLI (settimana 27-04/03-05-2008)

1 (1) 4 Minutes - Madonna feat. Justin Timberlake
2 (2) Sweet About Me - Gabriella Cilmi
3 (3) Low - Flo Rida feat. T-Pain
4 (4) Bubbly - Colbie Caillat
5 (12) Psycho Teddy - Psycho Teddy
6 (5) Dream Catch Me - Newton Faulkner
7 (*) American Boy - Estelle feat. Kanye West
8 (10) Better In Time - Leona Lewis
9 (7) With You - Chris Brown
10 (11) Perfect - Vanessa Amorosi



Madonna - Hard Candy
280mila copie negli States e 95mila in Gran Bretagna: queste le importanti cifre di vendita registrate dal nuovo, atteso album di Madonna nei due principali mercati discografici durante i suoi primi 7 giorni. Per gli amanti delle statistiche, sarà interessante notare che con questo settimo primo posto conquistato in America, la signora Ciccone si lascia alle spalle Janet Jackson e Mariah Carey (6 ciascuna) in quanto a numero assoluto di album da primo posto, in una classifica che la vede alle spalle della sola Barbra Streisand (8 titoli). Mentre "4 Minutes" riprende la sua china discendente tra i singoli, è interessante notare con il più brillante secondo singolo Give It 2 Me sia, sempre questa settimana, il nuovo ingresso più alto tra i 100 singoli più popolari negli USA, al numero 57. "Hard Candy" è già numero 1 in 27 Paesi: si fa prima a dire i più importanti a fare eccezione, cioè Brasile, Belgio e Norvegia, dove comunque l'album è entrato al secondo posto...

* * *

Lyfe Jennings - Lyfe Change
Alle spalle di un trio di "dive" come Madonna, la Carey e l'"ultima arrivata" Leona Lewis, il nuovo ingresso al quarto posto -in una "top 10" con ben sette nuovi ingressi!- è un risultato più che onorevole per Lyfe Jennings, interprete di un r&b confidenziale e romantico, come nel singolo che ha anticipato più di recente questo suo terzo album, cioè Never Never Land.

* * *

Def Leppard - Songs From The Sparkle Lounge
Dai tempi di "Pyromania" (1983), ogni album dei Def Leppard, storica metal band inglese, ha raggiunto i top 20 americani, eccezione che conferma la regola che vuole gli statunitensi molto protezionisti e diffidenti rispetto a ciò che arriva dal Vecchio Continente soprattutto in fatto di rock. Non che, a giudicare da Nine Lives, realizzata con il cameo di Tim McGraw (vedi sotto), il loro stile sia cambiato di un'oncia in questi decenni. Ma forse il loro segreto è proprio questo...

* * *

The Roots - Rising Down
Il gruppo hip hop di Philadelphia, molto amato dalla critica, è da qualche anno in stato di grazia anche dal punto di vista commerciale: "Rising Down" è il terzo album consecutivo dei Roots ad entrare nei primi 10 in America. Ad esemplificare la "doppia anima" della band, sono usciti contemporaneamente due singoli a promuovere il loro ottavo lavoro in studio, cioè la più "ortodossa" Get Busy e Rising Up, che oltre alle voci ospiti di Chrisette Michelle e Wale mette in luce la loro bravura di musicisti e la frequente attitudine a contaminazioni con soul, funk e jazz.

* * *

Portishead - Third
Il trio nato a Bristol nei primi anni '90 e formato da Geoff Barrow, Adrian Utley e Beth Gibbons torna sulle scene musicali a undici anni dal suo secondo album in studio (che fu seguito a breve da un live) ma trova ad attendere questo "Third" nei negozi di dischi centinaia di migliaia di estimatori, evidentemente non dimentichi delle sublimi emozioni regalate soprattutto dal debutto del '94 "Dummy". Oltre a guadagnare per la prima volta nella loro carriera un piazzamento tra i primi dieci negli USA, "Third" conferma i Portishead "eterni secondi" nella chart britannica (ma certo non ha giovato fissare una data di pubblicazione coincidente con quella del nuovo album di Madonna). Dopo l'ostica "Machine Gun" -che già vi abbiamo segnalato ripetutamente nei "ci piacerebbe" collegati alla Hit Parade Brani- un potenziale secondo singolo potrebbe essere The Rip.

* * *

Mudcrutch - Mudcrutch
Originariamente in attività tra il 1970 e il 1975, i Mudcrutch furono una delle prime band in cui suonava un giovanissimo Tom Petty, ma che riuscì a pubblicare soltanto qualche singolo. Il rocker di Gainesville (Florida) ha deciso di riunirsi ai vecchi amici per registrare un quantomai fatidico album di debutto, in un'operazione dal sapore decisamente romantico. Lover Of The Bayou è la cover di un brano che si trovava sull'album "Untitled" dei Byrds, che usciva proprio nel 1970.

* * *

Tim McGraw - Greatest Hits: Limited Edition
Eccolo, il Tim McGraw di cui si parlava nel paragrafo dedicato ai Def Leppard. La star della musica country ha pubblicato, con la distribuzione esclusiva nella catena Wal-Mart, una raccolta doppia che associa i due "Greatest Hits" finora pubblicati.
Non manca ovviamente It's Your Love, suo singolo di maggior successo finora (fu numero 7 nel 1997), interpretato insieme a Faith Hill.

* * *

Pocketful Of Sunshine - Natasha Bedingfield
Torna a visitare le zone alte delle classifiche americane la londinese Natasha Bedingfeld. Pocketful Of Sunshine è una dignitosa canzone pop e intitola la versione americana del suo secondo album.

* * *

Leavin' - Jesse McCartney
A proposito di idoli pop piuttosto giovani, il 21enne Jesse McCartney -il cui conto in banca dev'essere salito di parecchio dopo aver firmato l'hit di Leona Lewis "Bleeding Love", scritto da lui insieme a Ryan Tedder degli OneRepublic- pubblicherà tra pochi giorni il suo terzo album "Departure". Ad anticiparlo è Leavin', canzone a sua volta scritta e prodotta da un trittico di nomi infallibili per il mainstream americano odierno: by Tricky Stewart, i Neptunes e The-Dream.

* * *

Sam Sparro - Sam Sparro
Tra gli hit piu' sorprendenti di questo primo scorcio del 2008, Black And Gold ha imposto al grande pubblico -in Gran Bretagna ma non solo- il 25enne australiano figlio d'arte (suo padre, Chris Falson, ha scritto musiche per Star Trek e la serie televisiva Queer Eye for the Straight Guy). L'album non replica altrove la genialità del singolo, ma comunque offre gustosi esempi di funk in stile non distante da Prince, come in Cottonmouth.

* * *

The Platters - The Very Best Of
La classifica britannica è capace spesso di queste sorprese: entra molto in alto una compilation che raccoglie in CD il meglio del leggendario gruppo vocale doo-wop, tra i primissimi protagonisti dell'era rock'n'roll. Nel "Very Best Of", oltre a "The Great Pretender", "My Prayer" e "Smoke Gets In Your Eyes", non manca ovviamente la splendida Only You, che dal 1955 -è davvero il caso di dirlo- avrà fatto innamorare milioni di coppie. Chissà cosa ne pensa Herb Reed, unico componente della formazione originaria ancora in vita, che di recente si è detto infuriato per le numerose imitazioni dei Platters (guidate da componenti entrati successivamente sotto la sigla) attualmente in circolazione...

* * *

Gabriella Cilmi - Lessons To Be Learned
Australiana nonostante le apparenze, Gabriella Cilmi ha 16 anni ma già una voce in grado di competere con le stelle del "nuovo soul", da Amy a Duffy. Se il singolo Sweet About Me ha raggiunto finora il numero 20 nella rispettiva classifica in Gran Bretagna, il suo primo album, pubblicato alcune settimane fa, comincia a ottenere notevole attenzione e promette di salire ulteriormente in classifica.

* * *

Propane Nightmares - Pendulum
E' la settimana degli australiani (e gia' che ci siamo, dedichiamo lo spazio della terza classifica proprio a quella nazione). I Pendulum arrivano da Perth e il loro suono -nato in Gran Bretagna ma da anni di notevole popolarità nella terra dei canguri- è il drum'n'bass, una forma sincopata di musica elettronica dai bpm particolarmente alti, i cui maggiori esponenti -Goldie, Roni Size- hanno raramente raggiunto una grande visibilità nel panorama musicale internazionale. Ai Pendulum l'impresa di entrare nella chart britannica riesce anche in virtù di una forte influenza rock nel loro stile, come in questo singolo Propane Nightmares, anticipazione del loro secondo album "In Silico".

by Pop!

Settimana precedente: Chart Internazionali 2008/ Aprile: 4a settimana

2 commenti:

ricky ha detto...

hey perchè non pubblichi classifiche di paesi un po diversi?tipo arabi o russia
almeno con la rete si toglierà questo odioso superdominio angloamericano sulla musica

pop! ha detto...

Ciao Ricky,

la scelta delle classifiche internazionali che pubblichiamo settimanalmente è basata sul peso -soprattutto in termini di quantità vendute- nel bilancio del mercato discografico globale. Ecco perchè le due classifiche "fisse" sono quelle di Stati Uniti e Gran Bretagna, cioè i mercati musicali più consistenti insieme al Giappone, la cui classifica (come vediamo spesso anche in questa rubrica) è però decisamente autoreferenziale e non ha alcun influsso sulle vicende musicali mondiali.
A queste due presenze fisse, ho deciso di aggiungerne una terza, effettuando una rotazione centrata soprattutto sui quattro maggiori mercati europei (Italia e Gran Bretagna escluse), cioè Germania, Francia, Spagna e Olanda, e sui quattro maggiori mercati extraeuropei (USA esclusi), ovvero Canada, Australia, Brasile e Messico, ma lasciando spazio a continue eccezioni (come per esempio Norvegia e Grecia qualche settimana fa, o ancora Argentina, Svezia, ecc.) ma cercando sempre di raccontare qualche "storia" significativa a corredo della mera pubblicazione dei "top 10".
Vengo alle tue richieste: rispetto ai paesi di "area araba" (se così si può dire), le uniche classifiche che ho trovato in rete sono quelle radiofoniche di Libano e Israele (!), mentre anche per quanto riguarda la Russia non ho riferimenti al di là delle classifiche di airplay.
A questo riguardo, se qualcuno avesse un link attendibile, si faccia vivo... :-)