12 agosto 2010

Bestiario di mezza estate

Certo che questa estate ci offre uno scenario politico popolato da strane bestie. La Bestia più bestia di tutte (tanto che molti si riferiscono ad essa ormai solo con la lettera B) è chiaramente fuori di senno tant'è che straparla di "legalità che è la sua stella polare"!!! Balle spaziali.

La B emiparetica, ormai incapace di profferire qualsiasi suono che assomigli ad una parola si esprime solo a gesti, e risponde a qualsiasi domanda alzando il dito medio. Ed anche le bestioline non vogliono essere da meno, con le B di Bocchino (inteso come parlamentare) e del ministro (ministro!) Bondi che si insultano sulle pagine dei quotidiani nazionali. Il primo sembra aver scoperto che B sia addirittura indagato e che dovrebbe dimettersi.

Sull'altra sponda c'è la B più tremebonda dello zoo, Bersani, che si mostra terrorizzato nel dover andare al voto e che sta blaterando di tutto (larghe intese, governi tecnici, alleanze con il diavolo e con le bocciofile) pur di non dare la parola agli elettori.

Insomma, un paese di serie B.

2 commenti:

Verdier il Vampiro ha detto...

Passando all'attualità, devo dire di essere molto dispiaciuto della dipartita di Francesco Cossiga, l'unico Presidente della Repubblica (insieme a Ciampi) che abbia apprezzato. I "miei" Presidenti partono da Pertini in poi: prima ero troppo piccolo e neanche sapevo chi fosse e cosa facesse un Presidente della Repubblica. Mi ricorderò sempre quando rapirono Moro e la maestra mi chiese il nome dell'allora attuale Presidente e io non lo seppi dire...perchè non lo conoscevo.
Salterei senza ombra di dubbio il "caro" nonno Sandro (un essere spregevole), il maiale per eccellenza, ovvero Scalfaro e quest'ultimo, che giudico (per ora) senza infamia e senza lode.

Anonimo ha detto...

HAI PERFETTAMENTE RAGIONE SUI TUOI GIUDIZI, PARTINI FU UN ESSERE SPREGEVOLE E SCALFARO ANCHE PEGGIO