31 marzo 2012

Governicchio Monti/ Ricordate un certo Badoglio?

Questo governo di tecnici (sì, tecnici un par de palle) è tra più feroci e bastardi dell'intera storia repubblicana e mi ha scassato i cosìdetti. Sono stufo di questo pensiero unico teso a magnificare qualsiasi cagata di un mediocre varesotto assurto a grande statista de mi cojoni. Il preside Mario Monti non è altro che il Pietro Badoglio di questi anni di merda, tirato fuori da una classe dirigente inetta che ha portato allo sfascio l'Italia nei 20 anni precedenti, nella speranza di evitare la catastrofe ma che in realtà contribuisce ad accelerarla. E visto che il lavoro sporco tocca sempre a noi farlo, abbiamo deciso di dedicare una rubrica fissa a questo governicchio, costituito da membri tanto "sobri" quanto volgari, da far concorrenza all'armata brancaleone precedente. Iniziamo giusto dal Preside di questa accozzaglia di Professori, chiamati a salvare l'Italia, ma massacrando gli Italiani.

Ok, non so se la Storia era la vostra materia preferita e se vi è rimasta qualche rimanescenza di quel Badoglio lì. Vi aiutiamo noi. Nella notte tra il 24 ed il 25 luglio del 1943, l'allora capo del governo Mussolini fu destituito e sostituito da un militare che ne aveva combinate di cotte e di crude nei 30 anni precedenti. Giusto per citare qualcosa delle sue "benemerenze": fu uno dei principali artefici della disfatta di Caporetto durante la prima guerra mondiale, durante la guerra di Libia causò la morte di 40.000 deportati, fece uso di armi chimiche durante la guerra in Etiopia, ed il suo nome appare tra i firmatari del Manifesto della razza in appoggio all'introduzione delle leggi razziali fasciste.

Forte di cotanti meriti, il re Vittorio Emanuele III gli affidò il primo governo dopo la cacciata di Mussolini, chiudendo così il ventennio fascista. Alle 20.45 di quel giorno fece il primo discorso alla nazione che terminava con le parole:

la guerra continua e l'Italia resta fedele alla parola data ... chiunque turbi l'ordine pubblico sarà inesorabilmente colpito

L'annuncio – contrariamente alle attese - provocò immense dimostrazioni di festa, al grido di: "Viva il Re, Viva Badoglio", caroselli di veicoli i più disparati con scritte e bandiere che percorrevano le strade cittadine. Per tutta risposta Badoglio, il giorno seguente, emanò un provvedimento per ripritinare l'ordine pubblico, veniva istituito il coprifuoco, vietate le pubbliche riunioni, limitati i giornali ad una sola edizione quotidiana e l'interdizione di costituire qualsiasi nuovo partito politico. Insomma, le solite politiche fasciste.

Ma questo fu il meno: il governo Badoglio si rivelò un vero e proprio disastro strategicamente, sbagliando tutto quello che poteva sbagliare, traccheggiando ad accettare l'armistizio con le forze anglo-americane, consentendo ai tedeschi di occupare militarmente l'Italia, condannandola ad ulteriori 18 mesi di guerra, compromettendone l'integrità territoriale ed esponendola a sanzioni da paese sconfitto a guerra terminata.

Ah, dimenticavo: l'intero governo del Maresciallo Badoglio era costituito da tecnici, tutti militari di carriera, nè più nè meno di come l'intero governo del Preside Monti è costituito da tecnici, tutti professori di carriera.

Eh già. in questi giorni si sta verificando qualcosa di molto simile. Uno dei notabili più in vista appartenente alla classe dirigente che ha portato allo sfascio l'Italia nel ventennio precedente -completamente soggiogata dallo strapotere di un clown brianzolo (non è che abbia dimenticato che fu Berlusconi a nominare Monti come commissario europeo)- viene chiamato a "salvare l'Italia", solita formula dietro cui si nasconde la vera ragione: salvare e perpetuare i privilegi di una classe dirigente inetta e feroce che è stata la prima artefice del disastro in cui il paese è stato precipitato.

E la gratitudine per aver cacciato il tiranno (da barzelletta questa volta) precedente è così tanta, che tutti tripudiano, non accorgendosi che il "nuovo" arrivato non è altro che la prosecuzione delle stesse politiche di chi l'aveva preceduto. Cambia solamente l'etichetta, la forma. Tanto erano plateali e pacchiani quelli precedenti, tanto sono sobri ed eleganti (ma altrettanto volgari e bastardi) i nuovi arrivati. Ma la sostanza è la stessa e le politiche identiche: mantenere i privilegi della classe dominante e far pagare il tutto a chi ha sempre pagato.

Forse avrete intuito che questo governicchio Monti mi fa altrettanto schifo del precedente. E nelle puntate successive porteremo evidenze di quanto questo governo non sta risolvendo nessuno dei problemi dell'Italia ma solo quelli della classe dominante.

Già, la storia si ripete. E coloro che sono arrivati sin in fondo a questo pippone si meritano una vera e propria chicca: History Repeating, uno straordinario pezzo dei Propellerheads accompagnati da una strepitosa interpretazione di Shirley Bassey.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Se vogliamo uscire dalla recensione di comodo
( creata arte da i parassiti che per avidità l'anno innescata)

l'unico sistema è che i pochi politici onesti rimasti
per riscattarsi si ribellino e sciolgano il patto mafioso che esiste da più di 50 anni
in politica ha favore delle lobby
e come ne gli anni 50 si torni ha finanziare le piccole e medie imprese
per dare vita ad un nuovo boom economico .
alla faccia di chi vuole abolire ART18. VITTORIO

Anonimo ha detto...

Sono perfettamente daccordo e aggiungo un paragone.L'argentina di poco piu di dieci anni fa.
Il presidente argentino fece piu o meno le stesse cose
diAdolf Monti e Elssa fon Fornero .Ci stanno togliendo
diritti,lavoro denaro e il diritto di VIVERE
RIBBELLIAMOCI prima che sia troppo tardi.
Claudio

Anonimo ha detto...

Bah, le solite farneticazioni da bar sport. Sinceramente i tuoi commenti erano più interessanti qualche tempo fa. Piove, Governo ladro. Ok, nessuna novità.Visto che sei tanto bravo a ricordarci fatti e aneddoti del passato, ti faccio notare come, nel presente, il tuo partito di riferimento, a cui hai opportunamente rubato dal simbolo l'idea grafica per il tuo sito, è nella maggioranza che sta sostenendo il tuo tanto vituperato Monti. Niente di nuovo sul fronte occidentale...
Gregorio

Anonimo ha detto...

A quando un post sull'ascesa del movimento 5 stelle?