18 aprile 2015

Il meglio di sempre/ Primi risultati: 1980

Le votazioni per il progetto "Il meglio di sempre della musica italiana" stanno procedendo spedite. E ci sembra giusto iniziare a condividere con i numerosi partecipanti i primi risultati delle varie annate, anche se non definitivi: ricordiamo che si potrà continuare a votare per tutta la fase eliminatoria, che durerà diversi mesi. Quindi se non avete ancora votato potete farlo per tutte le annate per cui abbiamo avviato le votazioni, che potete trovare a questa pagina.


Inziamo con il primo anno messo in votazione: il 1980 (ricordiamo che i titoli inclusi si riferiscono al solo anno 1980 e non all'intera decade degli '80, i cui anni saranno messi in votazione nelle prossime settimane). All'interno dell'anno abbiamo diviso i titoli tra brani ed album. Questa è la Top 30 così come si è determinata sinora e che potrà subire variazioni anche significative in funzione dei voti che ancora perverranno. Il numero tra parentesi rappresenta in percentuale i punti ottenuti, relativamente al 1° classificato i cui punti vengono posti convenzionalmente a 100).


BRANI 1980
1. Con il nastro rosa - Lucio Battisti (100)
2. Futura - Lucio Dalla (96,9)
3. L'isola che non c'è - Edoardo Bennato (94)
4. Pescatore - Pierangelo Bertoli & Fiorella Mannoia (89,1)
5. Prospettiva Nevski - Franco Battiato (85,4)
6. Quanno chiove - Pino Daniele (83,4)
7. Up patriots to arms - Franco Battiato (81,8)
8. Il vento caldo dell'estate - Alice (80,3)
9. Io se fossi Dio - Giorgio Gaber (74,7)
10. Contessa - Decibel (69,5)
11. Firenze (canzone triste) - Ivan Graziani (69,4)
12. Una giornata uggiosa - Lucio Battisti (66,3)
13. Sono solo canzonette - Edoardo Bennato (65,3)
14. Amico - Renato Zero (63,9)
15. La Sera dei miracoli - Lucio Dalla (61)
16. Una storia sbagliata - Fabrizio De Andrè (59,7)
17. Luna - Gianni Togni (59,3)
18. Cara - Lucio Dalla (58,4)
19. Ci vuole orecchio - Enzo Jannacci (57,8)
20. Balla balla ballerino - Lucio Dalla (57,1)
21. Una città per cantare (The road) - Ron (54,3)
22. Kobra - Donatella Rettore (48,7)
23. In alto mare - Loredana Bertè (44,8)
24. Rondò veneziano - Rondò veneziano (38,7)
25. A me me piace o' blues - Pino Daniele (38,5)
26. Voglio di più - Pino Daniele (37)
27. Cervo a primavera - Riccardo Cocciante (36)
28. I say i' sto 'cca - Pino Daniele (34,9)
29. Ma quale idea - Pino D'Angiò (34,4)
30. Colpa d'Alfredo - Vasco Rossi (33,7)



Come vedete siamo ancora in piena era cantautorale: su 30 brani, ben 25. Comunque un annata ancora dominata da Lucio Battisti con gli ultimi pezzi in collaborazione con Mogol: Con il nastro rosa (1°) e Una giornata uggiosa (12°) e, curiosamente, il 1° era la facciata B del 45 giri, ammesso che con Battisti avesse senso parlare di facciata A e facciata B. Al 2° posto Lucio Dalla (Futura) condivide il record del maggior numero di brani (quattro) in Top 30 insieme a Pino Daniele il cui brano più alto si trova al 6° posto (Quanno chiove). Il primo cantautore ancora vivo (almeno anagraficamente...) è Edoardo Bennato con 2 brani: L'isola che non c'è (3°) e Sono solo canzonette (13°).
E sempre per curiosità, notiamo che nessuno dei primi 10 brani è mai entrato in Top Ten dei singoli di maggior successo della settimana, a dimostrare che in quel periodo la qualità passava sopratutto attraverso gli album più che attraverso i singoli.

Infatti, se guardiamo la classifica degli album ritroviamo la gran parte degli stessi artisti dei singoli, in ordine più o meno diverso, ma i nomi sono quelli. Da notare tuttavia che la quasi totalità degli album in questa Top 30 basata sulla qualità sono tutti album di grosso o buon successo di vendita, cosa che storicamente non sempre è avvenuta. E vediamola questa Top 30 che, manco a dirlo, potrebbe cambiare in funzione dei voti che ancora arriveranno.


ALBUM 1980
1. DALLA - Lucio Dalla (100)
2. NERO A METÀ - Pino Daniele (89,5)
3. FABRIZIO DE ANDRÉ IN CONCERTO - ARRANGIAMENTI PFM VOL. 2° - Fabrizio De Andrè (84,9)
4. UNA GIORNATA UGGIOSA - Lucio Battisti (81,8)
5. SONO SOLO CANZONETTE - Edoardo Bennato (81,7)
6. PATRIOTS - Franco Battiato (64,8)
7. CI VUOLE ORECCHIO - Enzo Jannacci (46,3)
8. UNA CITTÀ PER CANTARE - Ron (45,1)
9. E IO CI STO - Rino Gaetano (39)
10. VIAGGI E INTEMPERIE - Ivan Graziani (38,8)
11. CERTI MOMENTI - Pierangelo Bertoli (35,8)
12. UFFÀ UFFÀ - Edoardo Bennato (35)
13. TRA DEMONIO E SANTITÀ - Alberto Fortis (31,7)
14. COLPA D'ALFREDO - Vasco Rossi (29,8)
15. CERVO A PRIMAVERA - Riccardo Cocciante (29,3)
16. CAPO NORD - Alice (28,9)
17. TREGUA - Renato Zero (28,4)
18. EXTRANEI - Claudio Lolli (27,7)
19. RICETTA DI DONNA - Ornella Vanoni (27,6)
20. ALICE - Perigeo (25,2)
21. VIVO DA RE - Decibel (24,9)
22. SUONARE SUONARE - Premiata Forneria Marconi (23)
23. MAGNIFICO DELIRIO - Rettore (21,8)
24. CONCERTO - Angelo Branduardi (21,4)
25. LOREDANABERTE' - Loredana Bertè (21,1)
26. PESISSIMO - Skiantos (20,4)
27. URGENTISSIMO - Banco (18,2)
28. LA ROSSA - Milva (16,2)
29. BRIGANTE SE MORE - Musicanova (16,2)
30. RATATAM PUM PUM - Franco Fanigliulo (16,1)



Ok, terminiamo con un doppio bonus: due playlist con pressochè tutti i brani dell'annata sottoposti a votazione:
- la playlist YouTube con tutti (tranne 1, sorry), con molti video d'annata per i più nostalgici
- la playlist Spotify per chi preferisce ascoltare la musica con la più alta qualità audio possibile (mancano però una ventina di brani perchè non presenti sulla piattaforma).

Non so se ce la faremo per tutte le annate ad approntare queste playlist, ma per intanto godetevi queste del 1980. Ah... e se non l'avete ancora fatto, votate votate votate :-)

1 commento:

Stefano ha detto...

Gesù santo, avevo 15 anni e mi rendevo conto, nella mia pur immensa ingenuità, che qualcosa stava cambiando nell'aria.
Forse la brezza dei primi anni '80 stava per sfiorarmi.
Furono i "miei anni" migliori.
Una semplicità ed una purezza di intenti oramai perse.
I pomeriggi a registrare musica dalla radio col registratore a microfono.
La radio col mangianastri incorporato me la "sarei fatta" solo poco dopo.
Eppure ero più entusiasta di 100 smartphone di adesso.
Anni ingenui, certo, ma carichi di speranza e di musica poi entrata nel mito da parte di chi non c'era...