04 luglio 2007

Non c'è più Religione

"Non c'è più Religione", diceva qualcuno. Ed un altro rispondeva: "Meno male, usciamo un'ora prima". Era una delle facezie più gettonate ai tempi del liceo. Beh, non fatelo sapere a Luca Volontè, punta di diamante dell'UDC. Potreste trovarvi denunciati per vilipendio alla Religione, attentanto alle radici cristiane, istigazione alla violenza, e cose così.

Già, voi credete che stiamo cazzeggiando. Ed invece no. Questo esimio esponente della cultura del profondo Nord ha preteso, ed ottenuto, l'oscuramento del giochino satirico Operazione Pretofilia (di cui parlavamo qualche post fa) che cazzeggiava, appunto, sugli scandali in cui sono rimasti implicati diversi esponenti del clero.

Sentite con quali parole si è espresso in una recentissima interrogazione parlamentare per pretendere la chiusura del sito: "In data 25 giugno 2007 è stato rinvenuto un gioco flash, che può essere scaricato da chiunque in file «zip» dal portale www.molleindustria.it realizzato con lo scopo di attaccare la Chiesa in generale e Papa Benedetto XVI (inserendo nella prima pagina una falsa lettera autografa - Magnum Secretum). Il gioco riproduce simulazioni di stupri su bambini, e benché virtuali, alla luce della nuova normativa 38 del 2006, essi non possono essere riprodotti e divulgati".

Bene, la Legge n. 38 del 2006 ha per oggetto "Disposizioni in materia di lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pedopornografia anche a mezzo Internet". Immagino che l'articolo della legge invocato per oscurare il giochino sia il nr. 4, relativo alla pornografia virtuale. Riportiamo il testo integralmente: "Le disposizioni di cui agli articoli 600-ter e 600-quater si applicano anche quando il materiale pornografico rappresenta immagini virtuali realizzate utilizzando immagini di minori degli anni diciotto o parti di esse, ma la pena e' diminuita di un terzo.
Per immagini virtuali si intendono immagini realizzate con tecniche di elaborazione grafica non associate in tutto o in parte a situazioni reali, la cui qualità di rappresentazione fa apparire come vere situazioni non reali."

Bene, qui a fianco riportiamo un esempio della grafica utilizzata nel giochino per consentirvi di farvi un'idea del tipo di immagini "la cui qualità di rappresentazione fa apparire come vere situazioni non reali". Beh, l'unica cosa che mi viene da dire è che il Volontè è in preda ad inquietanti turbe psichiche se questi disegni da prima elementare gli appaiono come "veri". Per inciso, l'immagine in questione è la stessa pubblicata sul sito del paladino dei preti. Ergo, se tale immagine è pornografica, ritengo che Volontè sia accusabile di diffusione di pedopornografia nè più nè meno dello stesso videogame da cui è tratta. Dovrebbe essere quindi oscurato così come è stata uscurata una intera piattaforma (quella di noblogs.org) solo perchè qualche blog ospitato ha avuto l'ardire di fare il mirror del giochino incriminato.

D'altronde il Volontè, allievo di cotanto maestro quale Buttiglione (no, non la macchietta di Arbore-Boncompagni, ma quell'altra) è celebre per le sue deliranti dichiarazioni. Ve ne proponiamo solo un paio.

Il 21 dicembre 2006, dopo la morte di Piergiorgio Welby, chiede che vengano arrestati i "colpevoli" di quello che definisce "un omicidio". In precedenza, in merito alla richiesta di Welby di morire, aveva dichiarato:
« Se lui ritiene di voler dare un taglio alla propria vita può suicidarsi con l'aiuto della moglie »

Il 30 novembre 2006, durante una seduta della Camera dei Deputati, afferma:
« L´esclusione della vendita del presepe in Italia, da parte di Ikea e di altri gruppi multinazionali, è il risultato di una vergognosa colonizzazione messa in atto per sradicare l´identità cristiana. Si finisce per spianare la strada all´estremismo islamico. Con i prodotti a basso costo, da queste aziende si acquista anche l´eutanasia culturale del Paese »

Sento anch'io un'irrefrenabile spinta verso l'eutanasia se penso di essere rappresentato da individui come Luca Volontè.

"Non c'è più Religione" Compilation

L'ORA DI RELIGIONE - Riccardo Giagni
TURBA - L'Uovo di Colombo
BLUES A VOLONTE' - Baden Powell
ECCO LA NUOVA TURBA [da Mefistofele] - Arrigo Boito
LE TUE RADICI - Alan Sorrenti
EUTANASIA DI UN AMORE - Daniele Patucchi
LA NUOVA RELIGIONE - Tazenda
TURBAMENTO EUFORICO - Walhalla
RADICI - Francesco Guccini
NO RELIGIONE - Assalti Frontali
GODI TURBA MORTAL FELICE E LIETA - Emilio De' Cavalieri

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Quel giochino l'ho visto anch'io. Nonostante si tratti di disegni elementari, devo dire che svolge compiutamente la sua missione. Da fastidio. Ma dal fastidio a oscurare il sito ce ne passa. Piuttosto oscurerei l'Angelus domenicale.
Mi sembra che questo prode guerriero che si scaglia contro l'Ikea e i giochini flash, cerchi soltanto una visibilità, che giustifichi il suo salario da impiegato statale. Popolarità e stipendio comunque, potrebbe ottenerli anche riconvertendosi in altri ruoli, ad esempio nei presepi a lui cari. Se lo guardo in faccia mi pare di vedere il pastorello che si carica in groppa l'agnellino di turno.
Cmq, per tagliare corto: ieri la UE ci ha fatto cortesemente notare che siamo fuori dal patto di stabilità, oggi i magistrati sono in sciopero...alle fregnacce di questo tizio contrappongo le parole di un poeta romano contemporaneo, che risponde al nome di Galeazzi Giampiero...il quale declamerebbe i nobili principi del nostro deputato , più o meno con queste parole:" A Volontè.....mavvaffanculo!"

Michele C. ha detto...

Non so voi,ma a me le parole di protesta di Volontè(che sia imparentanto col più famoso GianMaria?) ricordano quelle del MOIGE quando faceva le critiche(di solito condite con una certa ignoranza,tanti pregiudizi e poca obiettività e corerenza) ai cartoni o i telefilm a loro dire "violenti" o "diseducativi" e non criticava programni schifosi e di cattivo gusto come i talk-show,i reality show o anche "Verissimo" e "La Vita In Diretta".
Vabbè,d'altronde che vi aspettate in un paese in cui si fa tanta cagnara per nulla e tanto silenzio per le cose grosse,che posso comprottere l'immagine del nostro paese?

diego ha detto...

Luca Volonté E' il figlio di Gian Maria

Anonimo ha detto...

Vorrei segnalare come molti degli oscuramenti attuati dalle autorità italiane si possano agevolmente aggirare impostando per la propria connessione dei server DNS appropriati, dove per approrpriati intendo esteri, in questo modo anche i famosi siti oscurati dall'AAMS ridiventano visibili e ovviamente anche quello di operazione pedofilia.

Anonimo ha detto...

No, questo tipo di blocco non è aggirabile mediante cambio dei DNS. Una non meglio precisata associazione non profit per la difesa dell'infanzia ha telefonato al provider americano segnalando "contenuto pedofilo"; il provider americano ha chiuso l'accesso alla server web dalla rete.
Salvo poi ripristinarlo dopo qualche ora dopo essersi consultato con un consulente legale che ha dichiarato che il giochino, secondo la legge americana, è perfettamente legale.
Inutile dire che l'associazione non aveva alcun mandato legale, che non si sa di quale associazione si trattasse, eccetera. Potrebbe essere stato anche il mio vicino in vena di scherzi.

Anonimo ha detto...

Credo di essere una voce fuori dal coro in questo blog, ma poichè spero di vivere ancora in un Paese democratico, esprimo la mia opinione. Ho letto molti articoli di Luca Volontè e ne ho sempre apprezzato la sua chiara identità cristiana ed il coraggio di difendere posizioni che all'apparenza sembrano indifendibili. Certo oggi sparare sui preti e la chiesa in genere è diventato lo sport nazionale, tanto questi non si difendono.
Complimenti !!!