19 settembre 2007

La faccia come il culo 4/ George W. Bush

Senza ombra di dubbio, se vi fosse una hit parade dei peggori presidenti di tutti i tempi degli Stati Uniti d'America, George W. Bush sarebbe di gran lunga al primo posto. C'è chi dice però che non sarebbe corretto metterlo al primo posto, anzi dice che proprio non dovrebbe comparire in nessuna classifica dedicata ai presidenti degli Stati Uniti in quanto lui, pesidente, per la verità non è mica stato eletto. E' ormai noto a tutti che la sua prima elezione, quella (non) vinta con i voti provenienti dalla Florida, governata da suoi fratello Jeb, era in realtà stata vinta da Al Gore.

Fatto sta che sotto il governo di questo mediocre uomo il mondo ha vissuto gli anni peggiori dai tempi delle due guerre mondiali. Non si annoverano le idiozie che sono state profferite da questo pupazzo nelle mani di petrolieri e multinazionali. Le ultime panzane in ordine cronologico le ha dette qualche giorno fa sull'andamento della guerra in Iraq. In occasione di un messaggio alla nazione ha ripetutamente asserito che la guerra in Iraq si sta finalmente rivelando un successo. E per questo ha iniziato il ritiro delle truppe americane: 30.000 tanto per iniziare.

E questo dopo che 3 anni fa era sbarcato trionfante dall'elicottero travestito da militare ad annunciare che la guerra in Iraq era stata stravinta. "Il successo nella missione ci consente di cominciare a ritirare i nostri soldati" ha dichiarato con la faccia di bronzo che è il suo marchio di fabbrica. Beh, suppongo che con questo criterio, la ritirata di Napoleone a Waterloo sia stata un trionfo.

"La faccia come il culo/ George W. Bush Compilation

COME UN IDIOTA - I Ricchi e Poveri
JACK THE IDIOT - The Kinks
IDIOT WIND - Bob Dylan
POVERO IDIOTA - Maurizio Monti
ADIEU L'IDIOT - Gilbert Becaud
THE IDIOT BASTARD SON - Frank Zappa
PICCOLO IDIOTA - Francesco Baccini
USEFUL IDIOT - Tool
IDIOTEQUE - Radiohead


Articolo precedente della serie: Tommaso Padoa Schioppa

8 commenti:

Franco ha detto...

Alcune note:
1) È vero, le prime le aveva perse. Le seconde, però, le ha stravinte. Ed erano state, se non sbaglio, le elezioni con la più alta affluenza di votanti nella storia degli USA.
2) Il mondo non è governato dal presidente degli Stati Uniti, quindi non è _completamente_ colpa sua se le cose vanno male.
3) Errata-corrige: "qualche giorno" -> "qualche giorno fa"
4) Io invece spero che, anzichè ritirare le truppe, reintroduca la coscrizione obbligatoria ed invii in Iraq il maggior numero dei suoi sostenitori. Questo per la maggior gloria degli Stati Uniti d'America, ovviamente.

Anonimo ha detto...

quello che sconvolge non è il giudizio su bush.tutti possiamo esprimere un parere.sconvolge il confronto alla pari(come statura a tutti livelli)chartitalia vs.bush.
proporrei chartitalia new president.siamo a questi livelli.
ciao

Franco ha detto...

Beh, il confronto non è assurdo: si tratta in fondo di due esseri umani.
Altra cosa sarebbe stata Chartitalia vs Presidenza degli Stati Uniti (intesa come istituzione e non come specifico individuo che occupa quella carica in un determinato momento), oppure Chartitalia vs USA. Questa, sì, sarebbe stata megalomania.

Marcello ha detto...

E chissà perchè dei suoi amici sovrani Hugo Chavez, Fidel Castro & C. non parla mai...
... ah beh ecco, quelli governano benissimo, mica come Bush. Bah.

Anonimo ha detto...

In ogni epoca qualcuno avrà detto che il presidente in vigore era il peggiore mai esistito.

Mi sembra sia una visione molto semplicistica e di parte.

Anonimo ha detto...

@ Marcello: forse parla di Bush perché siamo alleati (sudditi?) di Bush e non di Chavez e perché abbiamo i nostri soldati che in Iraq ci muoiono (tanto per non dimenticare)...
Luca

Gregorio ha detto...

@Luca:
che ca**ata che hai scritto. Si parla di Bush e non di Chavez, Castro ecc. solo perchè viviamo in un regime, e da bravi servi di regime continuate a spacciare le vostre (loro) idee faziose e di parte come verità uniche e assolute. Altro che sudditi di Bush, sudditi di comunisti e girotindini e pacifisti vari, che è mille volte peggio!

Anonimo ha detto...

@ Gregorio: infatti noi siamo in Irak e in Afghanistan perché siamo alleati e sudditi di Castro e di Chavez, dei comunisti, dei girotondini( ma perchè no? anche dei protestanti, dei valdesi e pure degli iscritti ai cineforum.... visto che ti piace ragionare per etichette). Ma per carità tieniti strette le tue idee faziose e continua a scambiare i dati di fatto (siamo nella Nato, non nel Patto di Varsavia) per faziosità. Mi permetto di ricordarti che ci sono soldati italiani là, forse sarebbe il caso di averne maggiore rispetto in tutti i sensi, anziché usarli come pedine per tacciare gli altri di faziosità. Comunque ognuno ha il regime che si merita... come se quello di Berlusconi fosse diverso da quello di Prodi. Sempre regime resta.
Auguri
Luca