15 febbraio 2008

Elogio dei furbi

«Valentino Rossi è un eroe della resistenza fiscale, il suo esempio ci insegna che, nel mondo globalizzato della concorrenza fiscale tra meno esosi, la nostra casa è laddove poniamo il nostro denaro. Pertanto viva Rossi e viva i paradisi fiscali. Viva Antigua e Barbados, viva il Liechtenstein e Montecarlo. E poi straviva la Svizzera.»
Oscar Giannino, vicedirettore di «Libero» 10 agosto 2007

Ah, forse non avete in mente chi sia Oscar Giannino: intanto un arbitro d'eleganza, come la foto dimostra ampiamente. Ovviamente è alla corte di colui-che-non-si-può-nominare, che di evasione di tasse se ne intende. In secondo luogo è un campione di iper-liberismo italiano, che si picca di essere l'ala moderna della Destra italiana. Immaginatevi il resto.


"Elogio dei furbi" EP

L'UOMO PIU' FURBO - Max Gazzè
FATTI FURBO - Marco Masini
FURBETTA DIVETTA [da La Principessa della Czarda] - Emmerich Kalman
LA VOLPE - Sergio Endrigo

3 commenti:

Franco ha detto...

A vederlo, avrà sicuramente detto anche "viva l'Impero asburgico".
Silvio, mi raccomando: fallo ministro dell'economia!

Eppure, in un certo senso, mi sento di dargli ragione e augurarmi che tutti noi ci si impegni ad affossare definitivamente questo Paese, sperando che rinasca meglio di come sta morendo.

herr doktor ha detto...

... il resto della destra è quello che ha dato dei "coglioni" agli italiani senza girarci tanto in giro come, invece, sta facendo questo esponente della destra "moderna" :-(

Anonimo ha detto...

Io ormai non mi stupisco più di niente,anzi,ad essere sinceri l'unica cosa di cui io mi stupisco è il fatto che puoi essere disonesto senza neanche avere il bisogno di nasconderti,perchè questi personaggi(politici o non) più si comportano in modo disonesto,più sparano stronzate sempre più grosse,più si comportano come ragazzini di 5 anni e più la gente gli dà ragione/li vota/gli dà consenso e da ciò io penso che forse più che nella politica e nello star-system il problema deve essere nella società in cui viviamo e quindi anche in noi,visto che NOI siamo la società.


Miguel