22 febbraio 2008

Libertà di pipì

Evidentemente, tra le libertà del Popolo delle Libertà, non è prevista la libertà di pipì. Almeno a giudicare dai ripetuti episodi di cui narrano le cronache. Ieri Repubblica ha riferito che una cassiera di Esselunga, supermercato di Viale Papiniano in Milano, non è stata autorizzata ad andare in bagno perchè non era ancora arrivato il suo turno di pausa. Dopo ripetute richieste, la donna non ce la fa più e se la fa addosso.

E sembra che non sia la prima volta che ciò succeda, almeno a giudicare da quanto riportato da quest'altro articolo del luglio 2002. Il bollettino dei casi di questo tenore all'Esselunga pare sia moooolto lungo, tant'è che qualche anno fa è uscito un libro, L'azienda totale, che prende l'Esselunga a paradigma di un moderno girone dantesco lavorativo.

Gianni Rodilosso, segretario della Uiltucs fa notare che "mentre l’azienda costruisce la sua immagine anche impegnandosi contro i cibi transgenici, per l’ambiente e per i diritti dei campesinos nel terzo mondo continua a prendere a pesci in facci ai suoi dipendenti qui in Italia".

Il padre-padrone di Esselunga, Bernardo Caprotti, si pone come campione della libera imprenditorialità e del self-made man. In realtà Esselunga è nata negli anni '50 con gli aiuti della CIA e del piano Marshall. Ed è lì, tra i banconi di mozzarella e le scatole di fagioli, che viene delineato il modello di azienda propugnato da Tu-Sai-Chi: il Caprotti, ottantatreenne berlusconiano doc, sta per candidarsi felicemente nel Popolo delle (loro) Libertà. Tutto torna.


"Libertà di pipì" EP

MI SCAPPA LA PIPI' PAPA' - Pippo Franco
NON NE POSSO PIU' - Bobby Solo
NON CE LA FAI - Articolo 31
RESISTI - Piero Pelù

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Presumo che tutto tornerebbe...anche se ci si chiedesse come fa la Coop, con le sue verdure che marciscono dopo mezza giornata, a tenere i prezzi più bassi rispetto alla concorrenza, in tempi in cui per comprare una melanzana devi ipotecare l'auto...

Anonimo ha detto...

le informaizioni andrebbero approfondite prima di essere commentate.. cercate di capire quello che è successo e come..

Massimo ha detto...

se vi può interessare, ieri sera sulla TV svizzera (tsi) nel corso del programma "falò" è andato in onda qualcosa di molto simile riferito a due colossi della GD. Uno lo ricordo , era la Lidl, l'altro no.
E comunque è cosa (ahimé) molto poco insolita, siete mai entrati o avete mai lavorato nella manifattura (abbigliamento, maglieria etc) del nord-est?

Franco ha detto...

Chart, scusa se vado off-topic ma questa cosa merita assolutamente di essere conosciuta:
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1684930

E non finisce qui:
http://www.gabriellacarlucci.it/2008/02/20/risposta-a-glashow/

chartitalia ha detto...

Grazie per la segnalazione, Franco.
Cosa vuoi che ti dica: sono senza parole. Magari le trovo per un prossimo post. Certo che è incredibile: una dalle parti del Gabibbo che entra in polemica con un premio nobel per la fisica, ma non sul gabibbo ma sulla fisica. Bah...

Marcello ha detto...

Grazie per la 2° censura, Chart.
Cosa vuoi che ti dica: sono senza parole. Magari le trovo per un prossimo post.

chartitalia ha detto...

Marcello,
come ti dicevo, se hai commenti sui fatti segnalati ok, ma sputacchiare giudizi su chi li scrive non è ricevibile

per il resto, scrivimi (in alto a destra c'è l'indirizzo) che ti spiego il resto e non tediamo il resto dei visitatori con beghe noiose
cordialità

diego ha detto...

gabriella carlucci è una poveretta...