31 maggio 2008

Pirl Parade 2008/ Settimana n.22 (dal 24 al 30 Maggio)

Chi comanda a Napoli, chiunque esso sia (camorra, sindaco, governatore, governo o cittadini), è risultato il vincitore della Pirl Parade della scorsa settimana. Vediamo invece le nomination per la settimana in corso.

1. Massimo Moratti
L'attuale presidente dell'Inter è riuscito a cacciare anche l'unico allenatore che gli ha fatto vincere lo scudetto che inseguiva da quando, nel 1995 aveva acquistato l'Inter per farla ritornare "grande". Un allenatore che in 4 anni ha fatto vincere 3 scudetti alla sua squadra, esattamente quanti ne aveva vinti nei precedenti 35 anni.

2. Gianni Alemanno
Il miracolato sindaco di Roma sembra mettercela tutta a sperperare occasioni d'oro per starsene zitto. Dopo aver annunciato come primi provvedimenti per la rinascita di Roma lo smantellamento dell'Ara Pacis e lo spostamento in periodo di bassa stagione della Festa del Cinema di Roma, non perde occasione per aizzare all'odio sociale e minimizzare quando questo si manifesta: raid al Pigneto, aggressione a gay, squadracce fasciste all'Università.

3. Emma Marcegaglia
Prima donna a guidare la lobby degli industriali italiani, non sembra allontanarsi granchè dai precedenti nella turpitudine delle dichiarazioni e delle azioni. Nelle sue prime uscite ha puntato l'indice contro la bassa produttività italiana legandola al costo del lavoro. Mentendo e sapendo di mentire. L'Italia ha il costo del lavoro tra i più bassi in Europa e, sopratutto, dimentica di specificare che la produttività dipende per la quasi totalità dalla capacità di innovazione di un'azienda, di stretta competenza dell'impresa più che del lavoratore.

4. Le forze dell'ordine di Perugia
Beh, pare che la mattina del delitto di Perugia, si aggirava un tizio con le mani, i vestiti e le scarpe sporchi di sangue. Fuori di sé, urlava e piangeva: "L'ho ammazzata, l'ho ammazzata"». E pare che il tizio fosse stato visto da una mezza dozzina di persone e dai paramedici di un'ambulanza del 118 di passaggio nella zona, molte ore prima del ritrovamento ufficiale del cadavere della studentessa inglese. Questi ultimi lo hanno segnalato alle forze dell'ordine, ma pare che l'uomo non sia mai stato sentito dagli inquirenti e che nessuno gli abbia preso le impronte.

5. Sharon Stone
Secondo questa maitresse-a-penser, scolpita nell'immaginario collettivo per l'abilità nell'accavallare le gambe, il terremeto che ha devastato la Cina provocando 88.000 morti è dipeso da come la Cina ha trattato il Dalai Lama, suo amico.

Ok, queste sono le nostre nomination. Come sempre, qui sotto la possibilità di effettuare la vostra scelta per la Pirl Parade della settimana.



Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana n.20 (dal 12 al 18 maggio)

6 commenti:

Amel Bent ha detto...

Non sono d'accordo riguardo a Moratti: per me ha fatto benissimo ad esonerare Mancini. Sì, ha vinto, però le sue rivali non erano al massimo, in champions son anni che non vince e di recente un buco nell'acqua anche in Coppa Italia e Supercoppa. Per me con la squadra che si ritrova, avrebbe potuto fare molto di più. Già, dimenticavo tutti i contrasti coi medici ecc. Assolutamente dfelicissima (e sono interista)
Quanto al raid del Pigneto, mi sembra non avesse a che fare col razzismo... comunque ho votato Alemanno

Andrea g ha detto...

Io ho votato Moratti, che eri interista si erqa capito... ahahahah!

Anonimo ha detto...

Beh uno scudetto vinto d'ufficio; un altro che, considerato il divario tecnico, poteva solo perdere e l'ultimo, strenuamente afferrato all'ultima giornata, dopo aver spezzato le reni nientepopodimenoche al Parma retrocesso, rappresentano un curriculum davvero esaltante. Se poi la Coppa Italia avrebbe dovuto vincerla il Pizzighettone anzichè l'Inter...allora Moratti ha fatto davvero male a privarsi di un genio della panca come Mancini. Il quale spero (per il Presidente), eviterà di ricorrere a certi suoi amici pregiudicati, per risolvere la questione degli stipendi insoluti, che Moratti gli deve da qui alla fine del contratto. D'altra parte, con quello che spende per tingersi il ciuffo e tirarsi la pelle, di quei 30 milioni di euro ha proprio bisogno.
Fino a due giorni fa, Sharon Stone era quella delle gambe accavallate e dell'alto quoziente intellettivo; adesso che questa seconda peculiarità si è rivelata drammaticamente falsa, come la più triste delle leggende metropolitane; restano solo le gambe accavallate. Questo non la rende diversa da altre sue colleghe, balzate agli onori della cronaca null'altro per certe performance di carattere cinevaginormonale. Tanto per citarne una, Paris Hilton, sulla quale da qualche settimana è piombato un confortante silenzio. Speriamo che la Stone sia rapita dallo stesso destino; anche se ho il forte sospetto che continuerà ad essere vista come alfiere di un certo tipo di deprimente femminilità.
La più antica fabbrica della mia città (una delle poche cartiere con i conti in salute) si avvia a chiudere, con relative conseguenze per le circa duecento famiglie degli operai interessati. Alla Marcegaglia chiederei un bel paio di palle d'acciaio. Lei è del ramo...se pò fà. Viceversa diventa impossibile resistere a tutte quelle cazzate a cui si riferisce l'articolo.
Ma un tale che darebbe davvero lustro a questa nuova categoria del genere umano che è la pirl parade; uno che ne porterebbe splendidamente il vessillo sul fiero petto e non avete elencato; risponde al nome di Cirino Pomicino Paolino piccolino bubusettete; che nella puntata di ieri di Annozero; s'è abbandonato a dichiarazioni agghiaccianti; come quella per cui se Giovanni Falcone si è recò da Andreotti accompagnato da Salvo Lima; conscio di chi fosse Andreotti ma fermamente deciso a collaborare con il Governo da lui presieduto; allora i casi sono due:
A) Andreotti non è mafioso.
B) (concetto non espresso fino in fondo ma ampiamente lasciato a intendere) Falcone era altrattanto mafioso.
uiua l'Italia. uiua la Pirl parade

herr doktor ha detto...

ragazzi, lo so che Moratti è proprio stupido, che Alemanno è proprio astioso, ma non dimenticatevi della Marcegaglia ...
'notte
--
hd

Robin Hood ha detto...

Mah, secondo me Moratti, non perchè ha esonerato Mancini, ma perchè non lo ha esonerato prima!

L'inter ha vinto gli scudetti non certo grazie a Mancini, poichè in questi 4 anni l'Inter non ha mai avuto un gioco o una personalità.

L'inter deve tutto o comunque gran parte del merito a Ibrahimovic, autentico fenomeno del calcio odierno al pari o forse un pelino meglio di Cristiano Ronaldo.

Mancini è un presuntuoso, come allenatore è solo un mediocre, mentre tanto di cappello per quello che ha fatto come giocatore.

A mio modesto parere negli ultimi 20 anni di fantasisti italiani meglio di Mancini abbiamo avuto solo Roby Baggio e Alex del Piero.

Pasquale ha detto...

Ciao Chart,
posso fare una battuta sui n. 4?

Scusa ma lo vedi quanto impegno mettono in quel dell'Umbria per fare la fiction Carabinieri?
Oro dovrebbero pure fare le indagini su chi si autoaccusa di un omicidio?
Tanto poi uno che confessa lo scarcerano perchè non c'è il pericolo di reiterare il reato, mica è uno che da innocente si professa innocente e quindi può continuare a farlo (l'innocente).
Nel caso di confessione non vale la pena perder tempo.

E' una battuta. AMARA ma pur sempre una battuta.