18 giugno 2009

Hit Parade dei fannulloni

Il sito openpolis.it, già segnalato tempo fa, ha tra i suoi obiettivi un'opera meritoria: rendere la politica "aperta", cioè più trasparente e quindi controllabile dai cittadini. E' una tra le tante meraviglie che internet permetterebbe (guarda caso, tutti i governi stanno cercando di controllarla e di imbrigliarla in vari modi). Una sua sezione, openparlamento, ha il compito di monitorare tutte le attività dei parlamentari eletti, misurando presenze, assenze e partecipazione ai lavori parlamentari. Da tale sito si possono desumere diverse classifiche interessanti: iniziamo a presentarvi quella relativa ai parlamentari maggiormente assenti in aula che, con linguaggio del governo attuale, potremmo definire i "fannulloni".

Ovviamente, si tratta di un rilevamento puramente quantitativo, che però inizia a dare un'idea di massima di cosa stanno a fare da quelle parti. Nella classifica non sono stati considerati i parlamentari con incarico governativo in quanto tradizionalmente poco presenti in aula, supponendo che la loro attività sia assorbita da attività governative.

Il seguente prospetto presenta, i 20 maggiori assenteisti dell'intero parlamento.


PARLAMENTARE GRUPPO REGIONE ASSENZE AULA
1 Antonio Gaglione PD Puglia 88,67% Camera
2 Maria Grazia Siliquini PdL Piemonte 81,31% Camera
3 Mario Baccini Misto Lazio 80,83% Camera
4 Emma Bonino PD Piemonte 79,86% Senato
5 Italo Tanoni Misto Puglia 77,05% Camera
6 Giovanni Pistorio Misto Sicilia 76,76% Senato
7 Sergio Zavoli PD Emilia-Romagna 72,29% Senato
8 Mirko Tremaglia PdL Lombardia 71,24% Camera
9 Niccolò Ghedini PdL Veneto 69,26% Camera
10 Massimo D'Alema PD Puglia 67,73% Camera
11 Antonio Di Pietro IdV Molise 67,38% Camera
12 Gianni Vernetti PD Piemonte 66,97% Camera
13 Lapo Pistilli PD Marche 66,49% Camera
14 Ricardo Antonio Merlo Misto Amer.Merid. 66,21% Camera
15 Umberto Veronesi PD Lombardia 65,67% Senato
16 Domenico Nania PdL Sicilia 65,39% Senato
17 Antonio Angelucci PdL Lombardia 64,34% Camera
18 Pier Luigi Bersani PD Emilia-Romagna 63,55% Camera
19 Franco Marini PD Abruzzo 61,89% Senato
20 Giuseppe Fioroni PD Lazio 60,81% Camera

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Se vogliamo dare i numeri:

tra i primi 20 "fannulloni" ce ne sono
10 del Partito Democratico
5 del PdL
4 del Gruppo Misto
1 di Italia dei Valori

Detta così la statistica potrebbe però voler dire poco: se il parlamentare è assente giustificato (perché in missione, perché impegnato in Commissione Camerale, ecc.) non credo proprio si possa definire "fannullone".
Insomma, le statistiche sono certo utili ma possono essere anche bugiarde...

K

chartitalia ha detto...

@K:

uhmm... la prima parte mi sembra, al solito, la perorarazione di una parte politica; al riguardo esiste una classifica specifica per i vari partiti da cui risulta che quelli più attivi sono IdV e Lega e quelli meno attivi sono PdL e UDC; ma non ho voluto riportare questa preferendo centrarla proprio sui nomi e non sui partiti

la seconda parte riguarda un giudizio sul prendere in considerazione le sole presenze; certo, è un dato meramente quantitativo e da prendere con le pinze; però le assenze riportate mi sembra si riferiscono proprio a quelle "ingiustifcate", tant'è che, come detto, non sono stati presi in considerazione i parlamentari con incarichi governativi; cmq, se uno ha l'80% di assenza non credo proprio che si stia ammazzando di lavoro...

Anonimo ha detto...

La prima parte non perora nulla, in quanto riporta i medesimi dati del post, senza alcun commento personale.

Il fatto che costituisca una perorazione di una parte politica è ulteriormente smentito dalla seconda parte dell'intervento, dove - pur apprezzando simili statistiche - metto in dubbio che possano esprimere univocamente l'operosità o meno di un parlamentare.

Infine, non mi hai tolto il dubbio: sei sicuro che le assenze indicate siano tutte ingiustificate?
Mi spiego: da una visita che feci alla camera ricordo che fu spiegato che i parlamentari che fanno parte delle commissioni (es. la Commissione Giustizia) partecipano raramente alle sedute in quanto completamente assorbiti dall'impegno della commissione.
Quando il Presidente fa l'appello, tali parlamentari sono segnati assenti, ma "giustificati", cioè viene reso noto che non partecipano alla seduta perché impegnati in Commissione.
Parimenti, esistono molti altri impegni che possono giustificare l'assenza, _anche di carattere non governativo_.

Sarebbe per questo interessante sapere se la classifica che hai pubblicato riporta solo assenze non giustificate o giustificabili in alcun modo, oppure se le riporta "lorde". Tutto qui. Potrebbe essere che il primo in classifica (del PD) è in realtà un grande lavoratore, impegnato fuori sede o in Commissione per conto del Parlamento, e quindi ha poche possibilità di partecipare alle sedute.

K.

chartitalia ha detto...

Se vedi a questa pagina, sono conteggiate esplicitamente le missioni e, per quelli nella Top 20, sono pochissime e comunque detratte dalle assenze; direi proprio che si riferiscono a quelle ingiustificate; altri dettagli puoi trovarli sul sito indicato; non metto in dubbio che i primi in classifica siano dei grandissimi lavoratori, ma probabilmente non in parlamento