14 luglio 2011

Hit Parade che non c'è 2011/ Settimana del 12 Luglio

Ancora Forse di Simona Molinari in cima alle nostra (ma anche vostra) lista di desideri dei brani che vorremmo vedere in classifica, seguita dalla ottima Hungry For The Power di Azari & III e da Max Gazzè con la delicata Il drago che ti adora. Questa la Top 20 completa da cui, se vi va, potete votare i brani che apprezzate di più.




Ben 7 i nuovi ingressi di questa settimana. Iniziamo al 4° posto con i Metronomy: The Bay (2° brano che segnaliamo dal recente album THE ENGLISH RIVIERA, giustamente acclamato dalla critica) è un'ottima canzone fra funk e indie-dance-pop, con un testo ricco di amaro humour britannico nel descrivere certo provincialismo.

Al 7° posto The Hellcat Spangled Shalalala, nuovo singolo degli Arctic Monkeys del frontman cantante-chitarrista Alex Turner e tratto dal nuovo album SUCK IT AND SEE, quarto album in studio della band pubblicato il 5 giugno scorso.

Dopo quattro anni di silenzio discografico, torna finalmente Bjork, artista il cui nome è sinonimo di estrema originalità e capacità innovative. Nel nuovo singolo Crystalline è prodotta dall'emergente duo britannico 16Bit, mentre per il settimo album in studio della islandese, intitolato BIOPHILIA -e a quanto pare composto in buona parte su un iPad-, bisognerà aspettare il 26 settembre.

Torna in scena Brunori SAS, con l'ottimo secondo album POVERI CRISTI, pubblicato dalla minuscola etichetta Picicca: Tre capelli sul comò è una riuscitissima canzone che ben rappresenta il suo stile ironico e surreale.

Lui si fa chiamare Riva Starr ma corrisponde all'italianissimo, anzi napoletano, Stefano Miele ed è uno dei tanti "cervelli in fuga" da questo sciamannato paese. Da Londra fa ballare mezzo mondo con ottime e divertenti produzioni del panorama house (ne citiamo un paio: "I Was Drunk" e la rivitalizzazione del classico "Splendido Splendente"). Questa volta ci riprova con la storica band salentina dei Sud Sound System con vent'anni di carriera alle spalle: Orizzonti è il pezzo che la strana accoppiata ha tirato fuori, miscelando folk ed house internazionale.

Infine una veloce citazione per un paio di brani che probabilmente sentirete nominare solo qui (e su quelli del Panopticon...): Mindkilla dei Gang Gang Trance e Dirt di WU LYF.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana del 5 Luglio

Nessun commento: