14 ottobre 2007

Hit Parade Brani 2007/ Settimana n.41 del 13 Ottobre

James Blunt - 1973Continua il predominio di 1973 di James Blunt nella classifica dei brani maggior successo della settimana (dal 30 settembre al 6 ottobre).


Classifica Brani, Settimana n.41 - 2007
(quando disponibile in rete, cliccando sul titolo si accede al video clip del brano).

PosPos-1TITOLOINTERPRETEScore
111973James Blunt100
22Domo mia Tazenda feat. Eros Ramazzotti59
38Non siamo soliEros Ramazzotti & Ricky Martin54
45MonsoonTokio Hotel48
510Pictures of youLast Goodnight48
66LaOld Man River41
73Relax (Take it easy)Mika39
84SognamiBiagio Antonacci37
922When did your heart go missing?Rooney35
10^Do it wellJennifer Lopez33
117UmbrellaRihanna feat. Jay-Z33
1212Beautiful girlsSean Kingston32
1311When you're goneAvril Lavigne31
149Parlami d'amoreNegramaro27
1516Wake up callMaroon 527
16^L'immensoNegramaro25
1718La compagniaVasco Rossi25
18^No oneAlicia Keys23
19^Shut up and driveRihanna23
20^Radio NowhereBruce Springsteen22
21^Into the nightSantana feat. Chad Kroeger22
22^Living DarfurMattafix21
2321People help the peopleCherry Ghost21
24^Do itNelly Furtado20
2514E Raffaella è miaTiziano Ferro20
2626Morena miaMiguel Bosè feat. Julieta Venegas20
27^DanziamoIo, Carlo19
2813GloriousNatalie Imbruglia19
29^Dark roadAnnie Lennox19
30^MagicBruce Springsteen19

LEGENDA: Il simbolo ^ denota i brani non presenti nella settimana precedente. L'ultima colonna rappresenta un indicatore che misura relativa di un successo di un brano, posto uguale a 100 quello in prima posizione E' disponibile una nota metodologica che illustra i criteri utilizzati per l'elaborazione della classifica.

Continua il successo di 1973: oltre al primato nella nostra "Hit Parade brani", la canzone di James Blunt ha già raggiunto il primo posto tra i singoli più venduti e scaricati in Germania, Giappone, Austria, Belgio, Estonia, Lituania, Svizzera e Venezuela, oltre che nella chart paneuropea. Tutto questo senza contare il risultato dell'album ALL THE LOST SOULS, che a due settimane dall'uscita era già vicino al milione di copie vendute globalmente.

Piaccia o non piaccia, a tenere alti i colori italiani c'è Eros Ramazzotti: oltre alla sua collaborazione con i Tazenda in Domo mia, che regge ancora al secondo posto, si avvicina verso la vetta a grandi falcate il duetto con Ricky Martin: Non siamo soli è già al terzo posto e conferma la sua candidatura a prossimo numero 1, non appena Blunt darà segni di cedimento.

Avanzano con convinzione anche i Last Goodnight: sostenuta fortemente dalle radio e tv, Pictures Of You è ora al numero 5, mentre con analogo supporto di airplay i Rooney entrano nei top 10 con When Did Your Heart Go Missing?.

Jennifer Lopez con Do It Well guida una vera e propria carovana di nuovi ingressi: ben 11, e tutti assoluti, cioè mai apparsi prima in graduatoria. E' il consueto "effetto autunnale", quando cioè finito il periodo estivo, molti hit di sapore "stagionale" o comunque consumati dagli ascolti vacanzieri cedono il posto alle numerose novità in uscita come sempre tra settembre e ottobre. Se il brano della Lopez ricalca la consueta formula r&b ballabile (e non stonerebbe nel repertorio di una Beyoncé), la quasi omonima Do It di Nelly Furtado -ottavo (!) singolo dal suo best-seller "Loose"- è l'ennesimo brano a portare il "marchio di fabbrica" del produttore Timbaland, sebbene qui in chiave leggermente più melodica.

Shut Up And Drive ha il merito di offrire a Rihanna una dimensione musicale più tagliente, con il campione di "Blue Monday" (classico dei New Order, qui ripreso dalla versione nu-metal degli Orgy) a dare il necessario carattere alla canzone. Non sarà un hit alla Umbrella, ovviamente irripetibile per lei, almeno per ora. Anche Alicia Keys -finora abbastanza distante dal modello standardizzato dell'r&b contemporaneo- sembra voler ammiccare maggiormente al mainstream con No One, brano furbetto e che male non fa alla promozione del suo imminente terzo album AS I AM, in uscita tra un mese.

E sempre restando alle protagoniste al femminile della scena internazionale, accogliamo felicemente il ritorno di Annie Lennox: dopo alcuni anni opachi, Dark Road (come buona parte del suo nuovo album SONGS OF MASS DESTRUCTION) è finalmente all'altezza del suo repertorio più ispirato (sia da sola che con gli Eurythmics): a 52 anni, la sua musica suona più fresca e sincera di quella delle sue più giovani colleghe sopracitate.

Un altro che invecchia con dignità è Bruce Springsteen, anche se il rinnovato impatto rock di Radio Nowhere -forte della produzione di Brendan O' Brien, già al fianco dei Pearl Jam- sembra essere offuscato da una polemica che vorrebbe la canzone come un mezzo plagio di "867-5309/Jenny", hit americano del 1982 firmato da Tommy Tutone. Entra nei primi 30 anche Magic, traccia che dà il titolo al nuovo album del "boss", dai toni più riflessivi.

Continua anche in Italia il rinnovato amore per Carlos Santana: Into The Night è il titolo della sua nuova collaborazione, stavolta con Chad Kroeger, voce dei Nickelback, ed è tra i quattro inediti che appaiono sulla nuova compilation "Ultimate Santana". Senza infamia nè lode. A due anni dal successo di "Big City Life", tornano i Mattafix con i loro suoni di contaminazione tra soul, reggae e world music: la toccante Living Darfur è stata scritta in vista della loro recente partecipazione all'evento Live Earth ed è dedicata all'omonima regione sahariana, da alcuni anni martoriata dalla guerra.

Infine, sono soltanto due i nuovi ingressi italiani: L'immenso (nulla a che vedere con la vecchia canzone di Amedeo Minghi), nuovo estratto dall'album dei Negramaro LA FINESTRA, è una canzone romantica e in grado di mettere abilmente in evidenza le peculiarità vocale di Giuliano Sangiorgi, mentre Danziamo, che musicalmente riecheggia il Battiato anni '80 (quello di Giusto Pio), è la conferma dopo "L'ego" per l'italo-tedesco Io, Carlo.

Tale ricambio significa che questa settimana nelle 30 posizioni della Hit Parade brani sono solo 8 i brani italiani: colpa dei media? Della riduzione del numero di produzioni realizzate oggi dall'industria discografica italiana? Ci sarà una riscossa? Che possa finalmente accadere dando maggior spazio a produzioni di qualità? Ah, saperlo, saperlo...

By Pop!

Da questa settimana affianchiamo, alle tradizonali rubrichette "Ci piace" e "Non ci piace", anche una "Ci piacerebbe" tramite cui intendiamo segnalare alcuni brani di nostro particolare gradimento che ci piacerebbe entrassero in classifica, anche se probabilmente non lo faranno mai...

Ci piace
  1. Living Darfur - Mattafix
  2. People help the people - Cherry Ghost
  3. Dark road - Annie Lennox
  4. Danziamo - Io, Carlo
  5. Magic - Bruce Springsteen

Non ci piace

  1. When you're gone - Avril Lavigne
  2. La compagnia - Vasco Rossi
  3. Monsoon - Tokio Hotel
  4. Beautiful girls - Sean Kingston
  5. La - Old Man River
Ci piacerebbe
  1. With every heartbeat - Robin with Kleerup
  2. Young folks - Peter Bjorn & John
  3. Universo - Cristina Donà
  4. No cars go - Arcade Fire
  5. The Pretender - Foo Fighters

Alla prossima.

Classifica settimana precedente: Hit Parade Brani/ Settimana n.40 del 6/10/2007

2 commenti:

Il vecchio del fiume ha detto...

Perchè non vi piace Old Man River - La?
Mi sapete dire anche di che genere è la monotona "with every heartbeat" - Robin?
Grazie

pop! ha detto...

Come sempre i gusti sono soggettivi, e il gioco del "ci piace / non ci piace" è da prendere come tale... Comunque per quanto mi riguarda, quando era appena uscita "La" aveva dalla sua le qualità di freschezza e semplicità che ora, essendo diventato un tormentone per giunta spinto da una martellante campagna pubblicitaria a cui fa da colonna sonora, ha perso per strada. Sono sensazioni, il gusto musicale personale è fatto anche di questo. Invece non capisco il tuo commento su Robyn: per carità, liberissimo di sostenere la tua opinione. Ma se definisci "With Every Heartbeat" monotona, vuol dire che l'hai almeno ascoltata una volta e ti sei fatto una tua idea; che bisogno c'è di "incasellare" la musica in un genere?