12 marzo 2008

Classifica dei giornali più letti

Qual è il quotidiano italiano più letto? Pensato? No, non è quello che probabilmente avete pensato: è secondo (o terzo). E subito dopo i 2 o 3 più ovvi, sapete cosa si trova al 4° posto? No, non ci arriverete mai. Ve lo diciamo noi: eccovi la Top 50 dei quotidiani italiani per numero di lettori, relativa all'ultimo semestre del 2007, così come comunicato dall'Audipress (l'analogo dell'Auditel per la carta stampata). Il numero indicato si riferisce al numero medio di lettori giornalieri.

1. LA GAZZETTA DELLO SPORT - 3.581.000
2. LA REPUBBLICA - 2.991.000
3. CORRIERE DELLA SERA - 2.722.000
4. LEGGO - 2.262.000
5. CITY - 1.886.000
6. METRO - 1.839.000
7. LA STAMPA - 1.384.000
8. CORRIERE DELLO SPORT - STADIO - 1.310.000
9. IL MESSAGGERO - 1.289.000
10. IL RESTO DEL CARLINO - 1.180.000
11. IL SOLE 24 ORE - 1.149.000
12. TUTTOSPORT - 928.000
13. E POLIS - 832.000
14. LA NAZIONE - 827.000
15. IL MATTINO - 718.000
16. IL GAZZETTINO - 681.000
17. LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - 624.000
18. IL GIORNALE - 623.000
19. IL SECOLO XIX - 571.000
20. IL TIRRENO - 563.000
21. GIORNALE DI SICILIA - 507.000
22. LIBERO - 506.000
23. LA SICILIA - 446.000
24. GAZZETTA DEL SUD - 419.000
25. L'UNIONE SARDA - 403.000
26. CORRIERE DELL'UMBRIA - 393.000
27. GIORNALE DI BRESCIA - 389.000
28. CORRIERE ADRIATICO - 343.000
29. L'ECO DI BERGAMO - 342.000
30. LA PROVINCIA (CO/LC/SO/VA) - 330.000
31. L'ARENA - 322.000
32. IL GIORNO - 305.000
33. L'UNITA' - 303.000
34. LA NUOVA SARDEGNA - 293.000
35. MESSAGGERO VENETO - 282.000
36. IL GIORNALE DI VICENZA - 277.000
37. NUOVO QUOTIDIANO DI PUGLIA - 277.000
38. AVVENIRE - 255.000
39. ALTO ADIGE - 254.000
40. IL CENTRO - 253.000
41. GAZZETTA DI PARMA - 247.000
42. IL MATTINO DI PADOVA - 217.000
43. IL PICCOLO - 207.000
44. IL QUOTIDIANO - 190.000
45. GAZZETTA DI MANTOVA - 186.000
46. LIBERTA' - 179.000
47. LA PROVINCIA PAVESE - 173.000
48. ITALIA OGGI - 172.000
49. L'ADIGE - 167.000
50. IL TEMPO - 161.000

Già, siamo un popolo di "sportivi" e quindi il giornale più letto in Italia non poteva che essere la Gazzetta dello Sport, che surclassa sia La Repubblica che il Corriere della Sera, che costituiscono i quotidiani nazionali per antonomasia, con numero di lettori praticamente simile. Successo della chiacchiera da bar confermato anche dall'8° posto del Corriere dello Sport-Stadio e dal 12° di Tuttosport.

Ma le vere sorprese si trovano nelle tre posizioni successive, dal 4° al 6°, tutti occupati dalla stampa free, ovviamente intesa come "gratis" e meno come "libera". Sì, quei giornali distribuiti all'ingresso della metropolitana e che si mantengono esclusivamente con la pubblicità che ospitano: Leggo, City e Metro sono i più gettonati, con numero di lettori di tutti rispetto e che si avvicinano progressivamente a quello dei due maggiori quotidiani nazionali, con un quarto, E-Polis, presente al 13° posto con 832.000 lettori.

Il terzo quotidiano di statura nazionale, La Stampa, si piazza solo al 7° posto, surclassato dalla free-press e con un numero di lettori pari alla metà dei due maggiori concorrenti. Più o meno simile alla tiratura del maggiore tra i quotidiani "locali", come più o meno è da considerarsi Il Messaggero che ha un numero di lettori simile a quello del bolognese Il Resto del Carlino.

Decisamente in tono minore i giornali di "partito", capeggiati dai due fogli berlusconiani Il Giornale e Libero con tirature similari (rispettivamente di 600.000 e 500.000), mentre la storica L'Unità veleggia a quota 300.000, più o meno simile all'organo del Vaticano, Avvenire (250.000 lettori).

Ci sorprende non vedere in classifica il mitico Il Campanile, il giornale di partito dell'Udeur di Mastella, diretto personalmente dal ceppalonico, con redattori e collaboratori tutti i componenti della simpatica famigliola campana: moglie, figli, cognati, cugini, in perfetto stile Family Day...

12 commenti:

.mau. ha detto...

quale sia il giornale più letto in Italia lo sapevo :-)
Sulla Busiarda, il nome con cui La Stampa è nota dalle mie parti di origine (se non fosse chiaro, significa "bugiarda") posso dire che ha ormai praticamente abdicato alla funzione di essere un quotidiano nazionale, dopo l'ultimo tentativo cinque anni fa con i dorsi milanesi e romano.

chartitalia ha detto...

beh .mau.,
hai visto gli exploit della free-press? non so se ne sei "contento" visto che sei stato tra i primi ad analizzarla e commentarla con cura

Melina2811 ha detto...

Stò effetuando un giro per salutari i blog che più mi piacciono ed eccomi anche qua sopra. Maria

parsifal32 ha detto...

E i giornali di Ciarrapico quali sono? mi informerò...

luca ha detto...

@parsifal
latina oggi e qui frosinone

moltitudini ha detto...

Interessante (sono dati che personalmente seguo sempre e sui quali cerco di tenermi informato).
Quello dei lettori però è un dato un po' ambiguo.
Andrebbe incrociato anche con quello della diffusione (ricordiamoci che i quotidiani vendono in rrealtà poco più che 5 milioni di copie al giorno) e i giornali free press forse nella classifica andrebbero letti "a parte", visto che che non hanno una platea di lettori fidelizzata.

Anonimo ha detto...

la free press è immondizia, idiozie per gente imbecille che si beve tutto ciò che gli venga propinato.

Anonimo ha detto...

Impero del "Ciarra": due società editoriali, la Nuova Editoriale oggi srl e Ciociaria oggi per undici testate locali e una media complessiva, secondo alcune stime, di circa 50 mila copie vendute ogni giorno.
Giuseppe Ciarrapico, discusso candidato del Popolo della Libertà, che aveva legato il suo nome alle acque minerali, è proprio nell'attività di editore che trova linfa nel Lazio e nel Molise e gode dei contributi statali in virtù della legge sull'editoria: gli ultimi resi pubblici sono del 2005 e ammontano a 2.582.000 euro erogati in somme identiche a Ciociaria oggi società editoriale e a Nuova editoriale oggi srl. Molise, Ciociaria, Ostia, Fiumicino, Guidonia, Civitavecchia,
Castelli, Viterbo, Eur, Rieti e Latina: sono i nomi delle località seguite tutte dal suffisso "Oggì" nella testata che costituiscono anche la mappa dell'attività editoriale di
Ciarrapico. Secondo l'ultima relazione dell'Agcom (Autorità per le Garanzie per le Comunicazioni) l'Editoriale Oggi, nel 2006, ha avuto una tiratura netta di 4.345.416 copie. I dati di diffusione, pubblicati su Prima Comunicazione, riguardano Latina Oggi e Ciociaria Oggi: il primo si è attestato a 7.051 copie al giorno a dicembre 2007, il secondo a 6.259, considerando lo stesso mese. Guarda caso, sono entrambi distribuiti, al prezzo di 1 euro, con "Il Giornale", noto megafono berlusconiano

Ciny2 ha detto...

Sbaglio ho manca "il foglio" ??

Gregorio ha detto...

@anonimo delle 13:39
A parte l'imbarazzante ortografia, è la stessa cosa che notavo io. Evidentemente è un giorbale troppo "difficile" e di nicchia per l'italiota medio di oggigiorno. Peccato perchè è una testata veramente interessante (a mio parere l'unica leggibile di questi tempi)

stefano ha detto...

non sono affidabili queste statistiche, in particolare quelle dei giornali regalati:
ogni copia che viene stampata e mandata fuori con i "promotori" è una copia "venduta". Pensate che però ogni copia stampata sia realmente letta?

Non avete mai buttato anche voi la carta nei bidoni? qualche volta si trovano delle gran sorprese, eh?!! :-(

Anonimo ha detto...

uuhm com'è che è pieno di clasifiche diverse in giro?