25 giugno 2008

Classifiche Internazionali Storiche/ Estate 1983

The Police - Every Breath You Take / Murder by NumbersL'ESTATE 1983: Albione si riprende l'America (e il mondo)
"La Thatcher trionfa e viene rieletta a giugno, corroborata dalla recente vittoria della Guerra delle Falklands. Saranno anni di lacrime e sangue per una fetta della popolazione. I britannici comunque si possono consolare accendendo la radio, dato che la musica di Albione sta (ri)vivendo una stagione di spettacolare (e irripetibile) successo. Grazie alla spinta di MTV (ma non solo), il New Pop sta attraversando il periodo di massimo splendore e si abbatte come uno tsunami nelle classifiche mondiali, trasformando in superstar band come Duran Duran e Eurythmics e consentendo a nomi già affermati come The Police e David Bowie di ottenere i più grandi hit della carriera. Basti pensare che ben 19 pezzi tra i primi 30 del nostro classificone battono l'Union Jack. Mai come ora la chart USA è terra di conquista."


Ventiduesima puntata di Marco dell'ePOPea sulla musica POP internazionale, dedicata questa volta all'Estate 1983. Al solito, questa è la compilation con il fior da fiore della stagione


LIVING IN THE PAST COMPILATION - PRIMAVERA 1983

  1. WANNA BE STARTIN’ SOMETHIN’ – Michael Jackson
  2. 1999 – PRINCE
  3. CHINA GIRL – David Bowie
  4. FORBIDDEN COLOURS – David Sylvian & Ryuichi Sakamoto
  5. WHEREVER I LAY MY HATS – Paul Young
  6. LONG HOT SUMMER – The Style Council
  7. CRUEL SUMMER – Bananarama
  8. I’M STILL STANDING – Elton John
  9. FLASHDANCE… WHAT A FEELING! – Irene Cara
  10. JULIET – Robin Gibb
  11. MOONLIGHT SHADOW – Mike Oldfield
  12. OVERKILL – Men At Work
  13. EVERY BREATH YOU TAKE – The Police
  14. SWEET DREAMS (ARE MADE OF THIS) – Eurythmics
  15. NOBODY’S DIARY – Yazoo
  16. EVERYTHING COUNTS – Depeche Mode
  17. THE WALK – The Cure
  18. BLUE MONDAY – New Order
  19. I.O.U. - Freez
  20. ROCKIT – Herbie Hancock

16 commenti:

gloucester ha detto...

Straordinaria, come sempre, la ricostruzione di Marco.
Vorrei sottolineare anche la brillante leggerezza dei suoi racconti che, debordanti come sono di dati/date e informazioni di contorno, correrebbero facilmente il rischio, in mani meno abili, di risultare pesantemente indigeste.
Colgo anche spunto dal suo riferimento allo scarso impatto commerciale in Italia di brani come BLUE MONDAY e SWEET DREAMS (ARE MADE OF THIS).
Si trattava però di brani molto programmati dalle radio e il fatto che poi in classifica non si trovassero mi ha sempre fatto dubitare della veridicità delle classifiche.
E direi anche che si trattava di un fenomeno molto frequente.
Per rimanere al 1983 - ma qualche mese prima del periodo preso in esame, ricordo almeno tre brani con programmazione quasi asfissiante con riscontro nullo in classifica:
UNCERTAIN SMILE (The The, a.k.a. Matt Johnson);
WOT (Captain Sensible);
LET ME GO (Heaven 17).
...tra l'altro, successi minori anche in Regno Unito.

ilgmk ha detto...

Grazie mille per i (fin troppo generosi) complimenti, Gloucester! Spero sempre di trovare la giusta via di mezzo in modo da dare più dati possibili senza appesantire troppo. Spero di riuscirci.

Riguardo alla tua osservazione, all’epoca ricordo bene che radio tipo Rete 105 programmavano tutto il New Pop in circolazione. Tuttavia se guardiamo poi a quello che entrava in classifica da noi, arrivava giusto la punta dell’iceberg. Ma direi che è sempre andata così.

Riguardo ai brani da te citati, tuttavia, direi che WOT il suo riscontro di classifica da noi l’ha avuto, dato che è finita in Top 10, mentre in patria è stata bellamente ignorata (a differenza della precedente “Happy Talk”, finita addirittura al N. 1...). Riguardo al pezzo degli Heaven 17, è il tipico esempio di “classico sfigato”, ovvero di pezzo che oggi è considerato un classico ma che alla fine non ha venduto da nessuna parte (da noi è arrivato tra i primi 40, stando a Ciao 2001). Probabilmente se l’avessero ripubblicata dopo “Temptation” sarebbe diventata un Top 10 in Gran Bretagna, come è successo a “Love Is A Stranger” degli Eurythmics (per tacer di Nik Kershaw o Paul Young)...
Grazie ancora anche per essere arrivato in fondo all’infinita lettura!!!!
Ciao:)
Marco

liar ha detto...

Grande annata anche questa.
Col tempo Wrapped around your finger è diventato il mio pezzo preferito dei Police, credo che il fatto di uscire dopo un mega hit come every breath l'abbia messo in ombra; il testo da quanto ho capito parla di un rapporto di sottomissione con cambio di ruoli nel finale, vorrei sapere da te Marco, se hai qualche notizia in più a riguardo,
ciao

ilgmk ha detto...

Ciao Liar!
E grazie per il commento!

In effetti "Wrapped" è forse il pezzo dei Police che preferisco pure io. Come singolo ha ottenuto minor successo rispetto a "Every Breath You Take" anche perchè è uscito dopo l'album (negli USA è stato addirittura il quarto singolo estratto).

Il testo del brano parla proprio di rapporti interpersonali (probabilmente di coppia - il "ring" del testo potrebbe essere l'anello nuziale) intesi come rapporti di dominazione di uno sull'altro.

Tuttavia il testo presenta un (vendicativo?) ribaltamento finale dei ruoli, con il dominato he diventa il dominatore. Con dovizia di metafore letterarie che, a detta di alcuni (e sembra di Sting, ma non ne son sicuro), fan pure riferimento al ciclo arturiano e al rapporto tra Merlino e la fata Viviana, prima sua allieva e poi sua dominatrice.

In sintesi: Sting non ha proprio digerito il divorzio e non ha una visione ottimista dei rapporti di coppia...;)

Non è tuttavia chiaro se Sting si senta effettivamente come "l'apprendista" che riesce a prendere il sopravvento sulla "mefistofelica" moglie (ma allora il divorzio sarebbe una sua vittoria e invece la realtà di come Sting lo ha vissuto direbbe il contrario).

Oppure Sting interpreta una figura che potrebbe essere addirittura la ex moglie (vista come Viviana). In questo caso allora il nostro avrebbe impiegato molta ironia, autodefinendosi uno della stessa pasta di Mefistofele (apostrofato così dalla ex moglie?)...

Il tutto potrebbe aver anche a che fare con il concetto di possesso già espresso in "Every Breath You Take". Ma con un messaggio diverso: state attenti, il vostro partner, che pensate di avere in mano (tenere sotto controllo), potrebbe farvi una grande sorpresa...

Seguirà dibattito;)

Ciao!!

liar ha detto...

cacchio quanta roba! grazie Marco
ad ogni modo il divorzio a fatto bene a Sting almeno a livello di testi, se pensi che qualche anno prima era ancora alle prese con i balbettii d'amore di De do do de da da da..

ilgmk ha detto...

Ciao Liar! Beh, in termini musicali mi sa che le separazioni dolorose (e i divorzi) fanno molto bene, dato che ne vengono fuori sempre grandi lavori. Basti pensare a "Rumours" dei Fleetwood Mac, all'epoca formati da due coppie scoppiate e un quinto in fase di divorzio (!), ma si potrebbe citare lo Springsteen di "Tunnel Of love", Marvin Gaye in "Here My Dear" o "Blood On The Tracks" di Dylan. Rimanendo su singoli pezzi, i primi a venirmi in mente sono il Paul Simon di "50 Ways To leave Your Lover" e gli Abba di "The Winner Takes It All"...

E in effetti, viste le proposte musicali che ci propina da tempo, possiamo notare che il matrimonio di Sting con Trudie sta andando a gonfie vele...

;)
Ciao!!
Marco

Marcello ha detto...

Bravissimo come al solito!

Giacomo ha detto...

Beh in "Shaun Of The Dead" non buttano via il bellissimo "Blue Monday", ma l'album di Sade sì.
Io avrei salvato anche Sade..

ilgmk ha detto...

Concordo Giacomo (almeno per i primi due album)! Comunque quella scena col tiro a segno discografico sugli zombie mi ha divertito parecchio;)

Riguardo a Sade, purtroppo, nel mondo anglosassone, le è stata appiccicata l'etichetta di "musica amata dagli yuppies" e la cosa non aiuta...

Ciao!
Marco

Giacomo ha detto...

Ciao Marco!

Non sapevo di questa etichetta appiccicata a Sade.
Sicuramente ossessionati come sono nell Regno Unito su cosa è cool e cosa uncool, con una definizione del genere Sade finisce nella categoria uncool.. :-(

"Shaun Of The Dead" mi ha fatto ridere da inizio a fine del film, altro che la comicità scoreggiona di casa nostra dei cinepanettoni e ora anche cinecocomeri..

80chart ha detto...

Le recensioni sono molto ben curate e per questo faccio i complimenti a Marco. Ritengo pero' che le hit parade settimanali dei singoli 45 giri presenti nel sito non siano esatte.Posseggo tutti i tv sorrisi e canzoni degli anni 1981,82,83,84 e vi assicuro che le classifiche 45 giri settimanali dei primi 10 sono totalmente diverse. I dati reali e ufficiali di vendita in Italia negli anni 80 erano quelli della top 50 di tv sorrisi e canzoni e non quelli di Ciao 2001. Attendo vostre notizie.Grazie. Cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

ma nell'inverno 82 o gennaio 83 non comparve anche una band che aveva un pezzo con la fisa nel video ove camminavano per le strade di una city a trenino, cantando una specie di ballata che però ho rivisto nei video di hard rock cafe di new york, sai dirmi chi erano nonostante la mia descrizione fantoziana?

ilgmk ha detto...

Ciao Anonimo,
così su due piedi non mi viene in mente niente. L'unica fisarmonica che ricordo in un video di quel periodo è quella in "C'mon Eileen" dei Dexy's Midnight Runners. Son per le strade di una città, ma non fan trenino nè tantomeno il pezzo è una ballata...
Oppure "We Are Detectives" dei Thompson Twins: è uan specie di ballata e c'è la fiso, ma son chiaramente in uno studio (anche se ricrea una strada) e non c'è traccia di trenino...
Comunque ci penserò su e ti farò sapere se mi viene in mente qualcosa!
Ciao
Marco

ForestOne ha detto...

@ Anonimo & ilgmk:
un bel pezzo di quegli anni (83 credo...) con una fantastica fisarmonica era I don't wanna lose you degli ELEPHANT.
Il video non l'ho mai visto, però se è quello che ho trovato su YouTube, non fanno nessun trenino :-)
http://www.youtube.com/watch?v=Xe7BL8uZ89E&feature=related

ForestOne ha detto...

Uhm... m'è venuto ora in mente che un "trenino" lo facevano per la strada i Madness di One step Beyond... però si tratta di qualche anno prima (1979?) e non c'è traccia di fisarmonica... Vabbè, basta, mi arrendo :-)

ilgmk ha detto...

Ciao Forest,
il pezzo degli Elephant è però di due anni dopo... E non c'è trenino;)

Ciao!!
Marco