31 ottobre 2008

Pacifici studenti


L'immagine mostra un pacifico gruppo di studenti a difesa della cultura. Notare i rotoli di pergamena che stringono nelle mani, colorati di bianco, rosso e verde e nero.

Qualche giorno prima erano stati a lezione dal professor Cossiga e si erano preparati sul testo scolastico del Presidente Emerito di cui riportiamo uno stralcio:

"Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perchè pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito... Lasciarli fare. Ritirare le forze di Polizia dalle strade e dalle Università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di Polizia e Carabinieri. Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì...".

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Secondo me (l'ho sempre detto anche per le vicende ultras negli stadi) se fanno davvero così la volta dopo i signorini ci penserebbero prima di distruggere tutto con la loro barbarie.

Io credo possa essere una soluzione cruda, ma utile per portare verso una società più educata.

Marcello
PS: non riesco più a mettere il mio nome, mi dà sempre errore nell'url che lascio vuoto!

Anonimo ha detto...

ricordati il G8

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.