10 gennaio 2009

Pirl Parade 2009/ Settimana n.1 (dal 3 al 9 Gennaio)

Anno nuovo, PIRL nuovo. Riprendiamo le nostre votazioni per l'assegnazione del Premio Italiano per il Rigetto della Logica. E dobbiamo evidenziare che questa settimana i candidati erano davvero tanti e qualche esclusione è stata necessaria. Queste sono le nomination selezionate.

1. Gianni Alemanno
L'ineffabile sindaco (fascista) della capitale ha tuonato: "Spezzeremo le reni ai 300 terroristi che si annidano a La Sapienza", riferendosi al gruppo di docenti che l'anno scorso osarono dissentire dall'invito del Rettore al Papa per l'inaugurazione dell'anno accademico e facendo un minestrone con l'invito di un docente che aveva avuto l'idea di far presenziare ad una lezione l'ex brigatista Morucci.

2. Tzipi Livni
Attuale pimo ministro israeliano, sta preparando la sua campagna elettorale a suon di bombe sui palestinesi. Ha rifiutato una tregua in quanto, a suo dire, non c'è alcuna emergenza umanitaria mentre l'ONU si dichiara impotente e si rifiuta di portare soccorso in quanto mancano le condizioni minime di sicurezza. Mentre l'opinione pubblica mondiale attende il centesimo bambino ucciso per potersi scandalizzare. Nel frattempo, ci si scandalizza per la proposta di boicottaggio dei prodotti israeliani.

3. Fabio Cannavaro
Questo maitre-a-penser dell'intellighenzia italiota ci ha fatto sapere che un'eventuale vittoria agli oscar del film Gomorra nuocerà gravemente all'Italia nel mondo. Teme sopratutto la semplificazione Italia=Mafia. E che cazzo, non generalizziamo, c'è anche la Camorra e la 'Ndragheta.

4. Vincenzo Borgomeo
E chi cazzo è? E' un giornalista di Repubblica che si è prodotto in un delirante articolo con cui denuncia le "sentenze creative" dei giudici di pace che osano dare ragione agli automobilisti che presentano ricorso contro le multe ricevute, portando come argomentazione che tali giudici danno ragione agli automobilisti fermati a 230 Km/h. E' il solito trucco retorico da asilo infantile: mettere in guardia contro una aberrazione estrema, sottacendo le aberrazioni quotidiane contro gli automobilisti, vessati da multe truffaldine per il passaggio con il giallo o per aver superato limiti di velocità palesemente ridicoli.

5. Rosa Russo Iervolino
I disastri che i politici campani hanno procurato alla sinistra ed all'Italia in genere potranno essere valutati solo a distanza di anni. L'ultima puntata di questo horror seriale si è consumata con la sceneggiata delle regestrazioni della sindachessa brandite contro i suoi stessi colleghi di partito. Credevamo di avere un problema con quelli cogli oni ma avevamo sottovalutato il problema di quelli cogli ino (Iervolino, Bassolino, Fassino, ...).

6. Pietro Grasso
Come mestiere fa il Procuratore Nazionale Antimafia e si guadagna il (lauto) stipendio facendo la lotta a... Facebook. Ha aperto una indagine su un paio di deliranti gruppi nati su Facebook che inneggiano a Totò Riina, Cioè, invece di trattare gli autori come dei mentecatti, spreca preziose risorse e skill unici a dare la caccia al nulla assoluto distogliendole da attività quali riciclo di denaro, traffico d'armi e delitti vari. E non ci risulta che abbia fatto alcuna esternazione quando la maggiore rete televisiva italiana aveva dedicato qualche mese fa un'intero sceneggiato, Il capo dei capi, che mitizzava la vita e le gesta del Riina.

Come al solito, a voi la scelta.



Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Il Pirl dell'anno 2008

4 commenti:

Anonimo ha detto...

secondo me dovresti allargare il numero di nominations sennò non ci entrano mai tutte...ad esempio questa settimana hai trascurato Mediaset...che ha mandato in onda quello spassosissimo elogio di Craxi, in cui l'opera del pluripregiudicatolatitantexmindelcons è stata addirittura paragonata a quella di Garibaldi. Se il muro di Berlino è caduto lo dobbiamo a lui...se Falcone è saltato in aria è perchè il pool di mani pulite non s'è fatto i cazzi suoi etc etc etc...più rigetto di così!!!

chartitalia ha detto...

Caro anonimo (ma azz, una siglia qualsiasi no, eh?), intanto nessuno vieta di di aggiungere le vostre nomination come hai giustamente fatto tu (e ti assicuro che i commenti vengono letti a volte anche con più attenzione rispetto al post).

E poi abbiamo da mesi stabilitico che tu-sai-chi merita il Pirl per definizione e che se partecipasse non ci sarebbe praticamente gara; e francamente vorremmo ignorarlo, o meglio, rimuoverlo; lo viviamo come una sciagura naturale contro cui si può fare poco, alla stregua di un sisma catastrofico o di una alluvione: dobbiamo tenercela

Massimo ha detto...

io aggiungerei anche Babbo Natale a cui, per la prima volta in vita mia, non avevo chiesto di "mettere" qualcosa sotto l'albero ma di "togliere" .... e tu-sai.chi, invece, è ancora lì! Spero per Pasqua o ferragosto o magari spero nella ... "Liberazione" eheheheheeh! :D

tortnoise ha detto...

Caro Chartitalia,
che c'hai sempre il mio rispetto ma mettere Cannavaro nella pirl parade per l'uscita si Gomorra e' un po' esagerato.
Puoi non essere d'accordo con lui ma non mi pare che abbia detto cose poi cosi' cretine considerando anche il livello medio dell'italia in generale.
In effetti l'immagine di Napoli e provincia che viene fuori dal film e' devastante e non si puo' difendere Gomorra definendolo un film denuncia perche' le cose che racconta sono sotto gli occhi di chuinque voglia vederle.
Questo Gomorra e'solo l'ennesimo atto di sciacallaggio sui drammi di una citta' e di un popolo.
Una volta facessero un film sulle migliaia di persone oneste che cercano di vivere dignitosamente malgrado tutto.