09 agosto 2007

Top Ten delle strade più pericolose

L'ACI ha diffuso un comunicato stampa piuttosto interessante che riporta la classifiche delle strade con più alto numero di incidenti per chilometro. Il titolo di strada più pericolosa d'Italia spetta alla SS 207, la Nettunense, che si dirama dall'Appia per raggiungere Nettuno, passando da Aprilia ed Anzio. Su questa strada si sono avuti in media 5 incidenti per ogni suo chilometro, contro una media di 0,7 a livello nazionale.

Questa è la Top Ten delle strade più sfigate d'Italia con, tra parentesi, il numero di incidenti per chilometro e le località che collega.
  1. SS 207 - Nettunense (4,99) - da Marino a Nettuno [LAZIO]
  2. SS 072 - di San Marino (4,67) - da Rimini a San Marino [MARCHE]
  3. SS 467 - di Scandiano (4,10) - da Reggio Emilia a Scandiano [EMILIA]
  4. SS 309 dir - Romea (4,04) - da Ravenna a Mestre [ROMAGNA - VENETO]
  5. SS 008 - Via del Mare (3,62) - da Roma EUR a Ostia Lido [LAZIO]
  6. SS 148 - Pontina (3,43) - da Roma EUR al Circeo [LAZIO]
  7. SS 336 - dell'Aeroporto di Malpensa 3,38 - da Gallarate a Malpensa [LOMBARDIA]
  8. SS 511 - Anagnina (3,30) => da Roma Tuscolana a Grottaferrata [LAZIO]
  9. SS 106 ter - Jonica (3,16) - da Taranto a Reggio Calabria [PUGLIA - BASILICATA - CALABRIA]
  10. SS 515 - Noalese (3,04) => da Padova a Treviso [VENETO]
Ci sono altre cose interessanti nelle statistiche diffuse da ACI e Istat. Ad esempio, che il 77% degli incidenti si verifica in città, il 17% su strade extraurbane e solo il 6% in autostrada. Che messi così sono piuttosto ambigui: intanto perchè se non ci viene detto qual è l'estensione della rete autostradale rispetto al totale delle strade italiane non è possibile fare alcun confronto. Perchè anche qui non è stato comunicato il numero di incidenti per chilometro? Il raffronto sarebbe stato molto più immediato. Viceversa, messa così sembrerebbe che la più bassa concentrazione di incidenti la si ottiene con la più alta velocità media: più si va veloce (autostrada) e meno si incidenti si hanno. Bah...

Ma il dato più significativo è un altro, che dovrebbe far riflettere qualsiasi ministro, e specialmente quello delle Infrastrutture: sembra che la totalità degli incidenti mortali si concentri su appena il 3,2% dell'estensione complessiva delle strade italiane.

Due sono le ipotesi: 1) che i coglioni si concentrino su quel 3,2% di estensione; 2) che quel 3,2% di rete stradale è stato progettato male.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Altro dato è che quasi la metà di queste strade è situata nel lazio....della serie: vedi Roma...e poi muori.

diego ha detto...

me l'aspettavo che la Pontina fosse tra le prime dieci

cariapietro ha detto...

Ho avuto ocasione di percorrere alcuni giorni fa la Nettunense da Marino a Fontana di Papa. C'è una segnaletica orizzontale da far paur!! Dovrebbe essere continuamente rinnovata!!!!
Pietro * sardegna