26 novembre 2007

Cha-cha-cha della segretaria

Una volta si chiamavano segretarie, e dovevano eccellere nella dattilografia ed in quella scienza dei geroglifici che era la stenografia. Quelle più potenti erano le segretarie del capo, da cui ereditavano parte del carisma. Con la globalizzazione e l'inglesizzazione, il termine segretaria è caduto in disuso ed è stato sostituito dal termine anglosassone Assistant. E la "segretaria del capo" è diventata la Personal Assistant, che qualcuno in italiano chiama Assistente Personale. Insomma una segretaria. Tale era la qualifica di Debora Bergamini (o Deborah con l'acca, la cosa è controversa), assistente personale di Silvio Berlusconi immediatamente prima che fosse piazzata dal suo capo in RAI. A fare che? Beh, a dirigere la programmazione dell'intera RAI, come responsabile dei palinsesti. Cioè, il proprietario del maggiore network privato mette a capo dell'intera programmazione della sua unica concorrente, la TV pubblica, la sua segretaria...

Ora, non so se avete idea dell'importanza strategica che riveste il palinsesto per le moderne televisioni: "Il network lancia la sfida tramite il palinsesto, costruisce e dichiara la propria identità, progetta un pubblico e un ascolto, valorizza i programmi e le fasce orarie. Le logiche di costruzione del palinsesto rivelano il progetto comunicativo dell'emittente; in esso sono rintracciabili marche della identità e della tradizione della rete e il profilo del target a cui l'emittente si rivolge. Esso non è solo un puzzle, è anche la cornice che ne tiene insieme le singole tessere. Il palinsesto è il banco di prova delle strategie di programmazione, che tengono conto anche di quello che fa la concorrenza."

Orbene, questo ruolo delicatissimo per la rete pubblica viene dato in pasto ad una persona che Berlusconi comandava a bacchetta sino al giorno prima. E, a giudicare da quanto si è scoperto successivamente, anche il giorno dopo, visto che continuava a fare gli interessi del suo ex-padrone, naturalmente pagata con i soldi di tutti i cittadini.

E cosa poteva combinare una persona con un simile curriculum? Di tutto di più, naturalmente, come recita lo slogan dell'azienda. Quello che è venuto, più o meno casualmente, fuori è che la ex-segrataria dell'ex-capo del governo brigava con la combriccola installata in RAI dall'ex capo del governo per comunicare in modo confuso i risultati di una competizione elettorale sfavorevole al gran capo, o si metteva d'accordo con la diretta concorrente sulla reciproca programmazione.

Insomma, una combutta per descrivere attraverso la totalità delle reti televisive un paese inesistente ad uso e consumo del gran capo, attraverso quacquaracquà piazzati ai vertici della RAI.

Ok, ma questo avveniva quando al governo c'era il Casino delle (Sue) Libertà, vero? Adesso è tutta un'altra musica. Beh, non ci risulta che le tre redi Mediaset abbiano cambiato proprietà. Ed ai vertici RAI chi c'è? Esattamente lo stesso consiglio di amministrazione nominato dalla CdL. E la Debora (o Deborah con l'acca, la cosa è controversa) Bergamini? Fa la responsabile dei palinsesti RAI...

"Cha-cha-cha della segretaria" EP

CHA-CHA-CHA DELLA SEGRETARIA - Michelino
LA SEGRETARIA HA COLPITO ANCORA - Ivan Cattaneo
FLOWERS LADY AND HER ASSISTANT - The Seeds
ERO L'ATTENDENTE DEL KAISER - The Casuals
Oggi sono tanto felice [dal film LA SEGRETARIA PRIVATA] - Carmelo Vesio

4 commenti:

Marcello ha detto...

Le conti su che sembran vere :-)

I tuoi scagnozzi della sinistra hanno occupato TUTTE le poltrone di TUTTO il potere in Italia e tu hai ancora gli incubi di Berlusconi... Sei un comico, proponiti a Mediaset per Zelig, magari qualche altra segretaria di Silvio ti provina...

Anonimo ha detto...

@ Marcello: la sinistra occupa TUTTE le poltrone né più né meno come ha fatto la destra... ma se vogliamo continuare a credere che una parte sia meglio dell'altra... continuiamo a vivere di illusioni.
Luca

vanda ha detto...

Ma cosa vuoi che sia se alcuni direttori di testata si mettono d'accordo sui tempi della messa in onda di qualche TG. Tanto più se è una insignificante ex segretariuccia a farlo.
D'accordo, tu e il tuo sito siete foraggiati dai padroni che siedono al potere, per scrivere certe cazz..... Ma dal modo in cui lo fai mi viene il sospetto che qualche berlusconiano te la deve aver fatta grossa.

Anonimo ha detto...

@ luca
dimmi per favore un solo nome di destra negli ultimi 40 anni (eccetto il diabolico e imprevisto nanetto)di un capo dello stato (ora "compagno precisetti" di matrice marxista-leninista ai tempi dell'adorato stalin), del governo della camera e del senato. grazie