16 novembre 2007

Hit Parade dei brani più scaricati/ 2007-11-14

A dispetto del suo nome, BigChampagne non è un'azienda che produce vini, e nè tanto meno è francese, bensì californiana. E cosa produce? Ricerche di mercato. Su cosa? Sul consumo di intrattenimenti online più popolari del momento. In particolare, produce una classifica settimanale sui brani musicali più scaricati della settimana. Ed è forse l'unica che comprende anche i brani scaricati illegalmente tramite P2P. Per noi, da sempre interessati a tutte le classifiche, è molto ghiotta e ve la proponiamo. I dati si riferiscono al "mercato" mondiale dello scaricamento e naturalmente i brani anglofoni la fanno da padrone, ma la cosa ci sembra molto interessante lo stesso. Ecco la Top 10 della settimana dal 7 al 14 novembre.
(Al solito, se disponibile, segnaliamo il link al video su YouTube)
  1. SOULJA BOY: Crank Dat Soulja Boy
    Un vero tormentone in America, con un video dove viene eseguito un ballo idiota che sta popolando nei locali da ballo (Gioca Jouer è un ballo intellettuale, in confronto). Tra le tante cose che non mi piacciono degli States di quest'ultimo decennio, c'è sicuramente questo tipo di musica.

  2. ALICIA KEYS: No One
    Lei è una delle poche cose potabili uscite in America negli ultimi anni ma il brano è piuttosto mediocre. Ciò non gli ha impedito di spopolare (o forse, giusto per questo?).

  3. FERGIE: Big Girls Don't Cry
    Stacy Ann Ferguson, in arte Fergie, cantante solista del gruppo rap Black Eyed Peas, sembra destinata ad una carriera di record-woman: detiene il record assoluto dei download in una settimana (295.000 con Fergalicious), ha raggiunto il nr.10 tra le donne più sexy del mondo e, con questo brano, detiene il record di canzone più trasmessa in una settimana dalle radio americane (16.000 passaggi).

  4. NICKELBACK: Rockstar
    Insospettabilmente ancora molto popolare nonstante sia contenuto nel loro ultimo album, "All the Right Reasons" risalente all'ottobre 2005.

  5. J. HOLIDAY: Bed
    Un pezzo R'n'B non tanto malaccio che aveva raggiunto il nr. 5 della classifica di Billboard qualche settimana fa che sta spopolando tra il popolo del download.

  6. BABY BASH feat. T-PAIN: Cyclone
    Se si vuole una esemplificazione del perchè la musica americana è diventata una ciofeca, questo pezzo ne è illustrazione paradigmatica. Ed illustra anche perchè la video-music ha ucciso la musica. Vorrebbe essere sexy e risulta di una noia mortale.

  7. SOULJA BOY: Soulja Girl
    A rieccolo... oltre alla prima posizione, il fenomento del momento Soulja Boy piazza anche questo suo secondo singolo nella Top Ten dei più scaricati. Bah...

  8. T-PAIN feat. AKON: Bartender
    Riciclo il commento di Pop! dai suoi commenti alle chart internazionali: "Tratto dal secondo album del 22enne cantante della Florida, "Epiphany" (che ha debuttato al numero 1 qualche settimana fa), "Bartender" è un esempio di moderno r&b tutto sommato ben confezionato, e che aggiorna il dizionario sonoro di gente come i Cameo e Bobby Brown. Non manca, come di consueto nelle sue canzoni, un uso piuttosto intenso della "talk box", quella diavoleria che filtra elettronicamente la voce e fece la fortuna di Cher ai tempi di "Believe" e dei nostri Eiffel 65 con "Blue"."

  9. SEAN KINGSTON: Me Love
    Il piacione giamaicano di "Beatiful Girls" sta spopolando tra il popolo del download anche con il suo secondo singolo, più o meno lezioso come il primo.

  10. PLIES feat. AKON: Hypnotized
    Il solito, noioso, pezzo rap con pseudo-figone sculettanti di contorno.
Che dire? Che il pubblico degli scaricatori di massa non sembra molto migliore dal pubblico delle classifiche tradizionali americane.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Questo è il mercato dai zero ai 25 anni (e spero di non sottovalutare il desiderio di lunga vita americano)...il resto?