29 gennaio 2008

Ci piacerebbe/ La Hit Parade che non esiste: Gennaio 2008

Il gioco del "ci piace/non ci piace" attraverso il quale la nostra redazione dà settimanalmente un suo giudizio soggettivo sulle canzoni nella Hit Parade Brani e il contributo fornito dalle vostre reazioni e commenti ci ha ispirato una nuova piccola chart, che ovviamente non esiste e che abbiamo intitolato, tanto per restare in tema, Ci piacerebbe.

Il succo è questo: vistà la staticità e pigrizia del mercato discografico italiano, e di conseguenza delle classifiche che ne sono il barometro, abbiamo iniziato a segnalare che cosa nel panorama attuale ci piace di più e quindi che cosa vorremmo potesse arrivare a un successo davvero meritato.

Il riscontro ottenuto da chi ci legge e la voglia di dare maggior respiro a queste segnalazioni, dando qualche punto di riferimento a beneficio di chi non conosce gli artisti di cui parliamo (e molto spesso si tratta di nomi fuori dai riflettori, o che non sono ancora stati scoperti dalla maggior parte dei media e dal grande pubblico) ci hanno dato la spinta decisiva a creare questo riassunto mensile, che d'ora in poi troverete su questo sito attorno alla fine di ogni mese o l'inizio del successivo.

Se "la musica che gira intorno" non vi piace, il nostro modesto tentativo è di farvene scoprire altra nuova e forse mai ascoltata. Fateci sapere la vostra. Nel frattempo, questa è la 1a classifica mensile della Ci piacerebbe.


Hot Chip - Ready for the Floor1. READY FOR THE FLOOR - Hot Chip
Primi trionfatori di questa nostra chart mensile sono gli Hot Chip, quintetto inglese che ama combinare elettronica e pop. Il loro terzo album Made in the Dark esce il 1° febbraio, e "Ready For The Floor" riesce nell'impresa di essere innovativa e giocosa al tempo stesso - un po' come il clip che la accompagna, ispirato dalla televisione giapponese e che vede il cantante Alexis Taylor dipinto da improbabile "Joker" a metà - e si appiccica in testa con un ritornello memorabile.

Radiohead - Jigsaw Falling Into Place2. JIGSAW FALLING INTO PLACE - Radiohead
Adorati dalla critica ma anche da una nutrita schiera di appassionati del rock "di qualità", i Radiohead non potevano mancare con il primo singolo tratto dal recente album In Rainbows, vero e proprio caso musicale degli ultimi mesi grazie alla sua rivoluzionaria strategia di marketing (prima disponibile in download a offerta libera, il CD è arrivato nei negozi a fine dicembre). L'intenso crescendo emotivo di "Jigsaw Falling Into Place" ha portato la canzone a piazzarsi al 5° posto tra le "migliori del 2007" nella graduatoria stilata da Time Magazine.

3. CHARLIE FA SURF - Baustelle
Dopo tre apprezzati album e il successo indiretto di "Bruci la città" (l'hit di Irene Grandi della scorsa estate era firmato da Francesco Bianconi, leader della band toscana), "Charlie fa surf" è il provocatorio singolo che anticipa la pubblicazione di Amen, il nuovo album in uscita il 1° febbraio. "E' un canto di ribellione adolescenziale totale, contro istituzioni, scuola, famiglia e soprattutto religione cattolica" dice Bianconi di questa canzone, ispirata a un'installazione di Maurizio Cattelan intitolata "Charlie Don't Surf" nella quale un bambino è inchiodato con le matite al banco di scuola. Questo pezzo ha già dato origine a due correnti di pensiero: chi l'adora e chi lo trova insopportabile. Comunque, ci diverte la miriade di citazioni colte di cui è infarcito. Sì, forse avremmo potuto evitare di segnalarlo visto che è destinato ad entrare inevitabilmente in classifica. Perchè se i Baustelle non sfondano adesso forse non lo faranno mai più...

4. BLACK AND GOLD - Sam Sparro
Vero e proprio sconosciuto (almeno per ora), Sam Sparro è un giovane musicista losangelino invaghito al tempo stesso di certo pop anni '80 e della black music. Qualcuno l'ha definito "un improbabile incrocio tra Mika e Marvin Gaye". L'ascolto di "Black And Gold" chiarisce le idee molto meglio di queste parole; la canzone è uscita su un EP pubblicato da una microscopica etichetta indipendente lo scorso anno, ma il contratto firmato da poco con la Universal potrebbe proiettarlo in alto nelle classifiche nel corso del 2008.

Goldfrapp - A&E5. A&E - Goldfrapp
Il duo formato da Will Gregory ed Alison Goldfrapp è da una decina d'anni tra i progetti più interessanti della scena elettronica britannica. Dopo aver lambito le posizioni alte delle classifiche anche in Italia con "Ooh La La" nel 2005, il nuovo album "Seventh Tree" è ora anticipato dal singolo "A&E", una delicata ballata che è anche un ottimo e accessibile esempio di quella che con un termine perfettamente sintetico viene definita "folktronica".

6. PAPER PLANES - M.I.A.
Nata a Londra ma, come suggerisce il nome all'anagrafe (Mathangi Maya Arulpragasam), originaria dello Sri Lanka, M.I.A. (acronimo che sta per "Missing In Action", detto dei soldati dispersi durante azioni di guerra) realizza nella sua musica una coloratissima fusione di hip-hop, reggae, elettronica, pop e funk. Basato su un campione tratto da "Straight To Hell" dei Clash, "Paper Planes" è soltanto l'ultimo singolo in ordine di tempo tratto dal suo secondo album Kala, eletto "disco dell'anno 2007" dall'edizione americana del mensile Rolling Stone.

7. L'IMMAGINE DI TE - Radiodervish
Un altro gruppo con il prefisso "radio-", ma stavolta italiano: i Radiodervish, ovvero Michele Lobaccaro e Nabil Salameh (quest'ultimo di origini palestinesi), si sono formati a Bari a fine anni '90 e "L'immagine di te" è la canzone che intitola il loro ultimo album, uscito in autunno e che è stato prodotto da Franco Battiato. Una melodia profondamente mediterranea ma non per questo risaputa, anche grazie a un'orchestrazione in cui spiccano chitarra acustica e violino. Tra gli altri ospiti dell'album, il rapper Caparezza e la sedicenne Alessia Tondo, voce dell'Orchestra popolare della Notte della Taranta. Ah, per chi non avesse mai sentito parlare dei Radiodervish, potrebbe magari iniziare con questa loro splendida cover di un pezzo di Modugno: Amara terra mia.

8. MY MOON MY MAN - Feist
La canadese Leslie Feist, in arte semplicemente Feist, è tra i più interessanti talenti emergenti dell'ultimo periodo. Dopo il suo exploit di qualche mese fa nelle classifiche internazionali con 1,2,3,4, in molti si sono avvicinati al suo quarto album in proprio (numerose le collaborazioni con altri musicisti, tra cui il gruppo indie-rock dei Broken Social Scene) intitolato The Reminder, un'ottima collezione di canzoni oltre che sfoggio di versatilità stilistica. Roba da un milione di copie già vendute nel mondo, di cui forse alcune centinaia da noi in Italia.

9. MERCY - Duffy
Rockferry, l'album di debutto della 23enne cantante gallese, uscirà solo ai primi di marzo, ma si parla già molto di Duffy come di una delle rivelazioni del 2008. Il suo prossimo singolo "Mercy", nelle parole di Chartitalia, "è uno di quei pezzi che ti colpiscono dalle prime due battute iniziali, molto ruffiano ma vivaddio, fatto con i controcazzi, con quell'organino ed i coretti molto sixties che scopiazza (o bisogna dire "cita") una mezza dozzina di standard del passato ma riuscendo a farlo senza infastidire. Insomma, una goduria."

10. HOMETOWN GLORY - Adele
A proposito di "rivelazioni annunciate", abbiamo deciso di dedicare la decima posizione di questa prima graduatoria mensile dei "ci piacerebbe" a colei che è stata protagonista assoluta delle nostre segnalazioni settimanali nell'ultimo scorcio del 2007. Attualmente al secondo posto nella chart singoli britannica con Chasing Pavements, Adele pubblicherà in Italia a fine febbraio il suo album di debutto "19", il cui titolo dichiara proprio la sua età. Non certo una pin-up, ma le sue qualità vocali ed espressive non lasciano certo indifferenti, come dimostra "Hometown Glory", primo singolo da lei pubblicato in ottobre in tiratura limitata per una piccola etichetta indipendente.


GLI ALBUM

Infine, visto che finora abbiamo parlato solo di canzoni e "singoli", vi propongo una breve panoramica su alcuni degli album a mio avviso più interessanti tra quelli usciti in questo gennaio 2008. Purtroppo non c'è nessun italiano ma si sa, l'industria discografica nazionale va tradizionalmente "in letargo" in questo periodo per prepararsi a Sanremo...

Al fine di non essere verboso, mi sono riproposto uno schema fisso per ogni album: tre parole (o giù di lì.) per descriverlo, due artisti o gruppi a cui accostarlo (RSVP: Raccomandato se vi piace...), un link a un brano contenuto nel disco.

Cat Power - Jukebox
Raccolta di cover dalla Holiday a Dylan.
RSVP: Patti Smith, Nick Cave
New York, New York

Raheem DeVaughn - Love Behind The Melody
Voce e raffinatezza neo-soul.
RSVP: John Legend, Alicia Keys
Woman

Joe Jackson - Rain
Classe e consistenza compositiva.
RSVP: Billy Joel, Paul McCartney
Invisible Man (in streaming)

Josè James - The Dreamer
New York, jazz-soul d'atmosfera.
RSVP: John Coltrane, Gil Scott-Heron
Blackeyedsusan

kd Lang - Watershed
Languide melodie country-rock.
RSVP: Roy Orbison, Patsy Cline
I Dream Of Spring

Magnetic Fields - Distortion
Pop rumoroso psichedelico.
RSVP: Beach Boys, Jesus & Mary Chain
California Girls

The Mars Volta - The Bedlam In Goliath
Rock progressivo sperimentale.
RSVP: Led Zeppelin, Red Hot Chili Peppers
Wax Simulacra

Fate sapere cosa vi sembra.

By Pop

2 commenti:

gloucester ha detto...

eccellente lodevolissima iniziativa, già meritoria nella sezione in HIT PARADE BRANI.
... dove, tra l'altro, si apprende che Stephin Merrit (69 love songs)ha fatto un disco nuovo.....

andrea ha detto...

finalmente un po' di titoli fuori dal giro
ma si può parlare solo di album recenti o anche di qualcosa che ci ha appassionato nel 2007?
e comunque sempre viva baustelle, amen è un gran disco