02 marzo 2008

Hit Parade Brani 2008/ Settimana n. 8 dell'1 Marzo

Leona Lewis - Bleeding Love5a settimana al nr.1 della classifica dei brani di maggior successo in Italia per Bleeding Love di Leona Lewis.



Classifica Brani, Settimana n. 8 - 2008
(quando disponibile in rete, cliccando sul titolo si accede al video clip del brano).

PosPos-1TITOLOINTERPRETEScore
11Bleeding loveLeona Lewis100
23I'll be waitingLenny Kravitz75
32FangoJovanotti feat. Ben Harper74
44ApologizeTimbaland feat. One Republic69
55Don't stop the musicRihanna50
611Back to blackAmy Winehouse36
78Cade la pioggiaNegramaro feat. Jovanotti34
86Scusa ma ti chiamo amoreSugarfree31
99Suicidio d'amoreGianna Nannini30
1010Baby let's play house [spankox re:version]Elvis Presley28
117No oneAlicia Keys26
12^EstupidoCinema226
1316A teJovanotti25
1415La casa del solePooh25
1517Buonanotte all'ItaliaLigabue25
1620About love and indifferenceThe Niro25
1713Wonderful lifeZucchero24
1830Tear down these housesSkin24
19^AmenZucchero23
2012Let me outBen's Brother23
2118Happy endingMika23
22^What a fool believesNeri Per Caso feat. Mario Biondi23
2321Wanna be startin' somethin'Michael Jackson feat. Akon22
24^RehabAmy Winehouse22
2529Fermo immagineMonodia22
2622Living DarfurMattafix22
2714Niente pauraLigabue21
2826Dalla pelle al cuoreAntonello Venditti21
2927PuntoJovanotti feat. Sergio Mendes21
3019Sono come tu mi vuoiIrene Grandi20

LEGENDA: Il simbolo ^ denota i brani non presenti nella settimana precedente. L'ultima colonna rappresenta un indicatore che dà la misura relativa di un successo di un brano, posto uguale a 100 quello in prima posizione. E' disponibile una nota metodologica che illustra i criteri utilizzati per l'elaborazione della classifica.

Poche novità nella Hit Parade brani in attesa della prevedibile "valanga sanremese", che forse non avrà lo stesso impatto dello scorso anno ma probabilmente porterà almeno una decina delle canzoni che hanno partecipato alla gara nei primi 30. Intanto è da constatare che è passato sul palco dell'Ariston il terzetto di testa, che si conferma con l'unica variazione consistente nel sorpasso di Lenny Kravitz e la sua I'll Be Waiting sulla Fango di Jovanotti e Ben Harper. Se questi ultimi e la Leona Lewis di Bleeding Love si sono esibiti in questi giorni a Sanremo dal vivo (quest'ultima su base...), c'è da annotare una nota di demerito al rocker californiano presentatosi in completo playback.

Unico ingresso nei primi dieci per Back To Black di Amy Winehouse: finalmente il migliore e più celebrato talento emerso sulla scena internazionale negli ultimi anni pare aver "sfondato" presso il pubblico di massa anche in Italia. Merito forse della recente consacrazione ai Grammy Awards, tanto che persino il primo singolo tratto dall'ultimo suo album, l'ottima Rehab, torna nei primi 30 dopo vari mesi di assenza.

Ci sono tre nuovi ingressi "puri" invece, a partire dall'"oggetto misterioso" che è al dodicesimo posto. Un po' come si diceva la scorsa settimana per i Monodia, anche le Cinema2 sono completamente assenti dalle programmazioni radio/video, e il breve clip che fa da "anteprima" della canzone Estupido su YouTube ha raccolto a malapena poco più di mille visite. Nonostante le due Andrea e Barbara siano ragazze molto avvenenti, anche la loro pagina MySpace sembra poco frequentata e l'unica componente che ha portato il brano -banalotto a dire il vero- in classifica sono i download su iTunes, dove le Cinema2 figurano un po' inspiegabilmente addirittura al primo posto, e la cui graduatoria viene ovviamente (e giustamente) ripresa dalle classifiche dei singoli di Musica e Dischi (che attualmente sommano vendite "fisiche" dei CD singoli e download) e Fimi/Nielsen (che dallo scorso gennaio viene compilata solo per i download). Ma la domanda resta valida: chi è che se le scarica e come mai la canzone non la conosce nessuno?

Decisamente più prevedibile l'ingresso di Amen, nuovo estratto dalla recente compilation di Zucchero. La canzone potrebbe sembrare l'ennesimo "pastiche" fornaciariano, tra evidenti riferimenti alla scuola Motown anni '60 e alle composizioni del magico trio Holland-Dozier-Holland, ma anche alla sua stessa "Con le mani". In realtà è la cover di "How Could This Go Wrong" degli Exile, roba di disco-rock "vintage" datata 1979.

Infine tornano al centro dell'attenzione i Neri Per Caso: il gruppo vocale campano, specializzato nelle esecuzioni "a cappella", estrae una chicca dal suo album di collaborazioni ANGOLI DIVERSI. Anche What A Fool Believes, qui interpretata magistralmente con l'ausilio dell'ottima voce di Mario Biondi, è una cover, ed è stata firmata da Kenny Loggins e Michael McDonald e portata al successo in America dai Doobie Brothers (quelli di "Long Train Runnin'"), di cui faceva parte quest'ultimo, nel 1979 (lo stesso anno degli Exile di cui sopra!) -quando arrivò al primo posto prima di vincere un Grammy come "canzone dell'anno". Da allora ha conosciuto moltissime versioni, tra cui spiccano le interpretazioni di Aretha Franklin, George Michael e Dionne Warwick.

Infine una curiosità: con la contemporanea uscita dai primi 30 di "Non siamo soli" e "Il tempo tra di noi", questa è la prima Hit Parade Brani da fine luglio che non comprende un brano di Eros Ramazzotti. A ciascuno il suo commento al riguardo: personalmente, posso dirvi che stasera brinderò all'avvenimento...

By Pop!


Ci piace
  1. About love and indifference - The Niro
  2. Back to black - Amy Winehouse
  3. Rehab - Amy Winehouse
  4. Living Darfur - Mattafix
  5. What a Fool Believe - Neri per Caso feat. Mario Biondi

Non ci piace
  1. La casa del sole - I Pooh
  2. Dalla pelle al cuore - Antonello Venditti
  3. Wonderful life - Zucchero
  4. Buonanotte all'Italia - Ligabue
  5. Estupido - Cinema2

Ci piacerebbe (fossero in classifica)
  1. MERCY - Duffy
  2. BLIND - Hercules & Love Affair
  3. LA DISTANZA - Paolo Benvegnù
  4. SWEET ABOUT ME - Gabriella Cilmi
  5. RUN - Gnarls Barkley
  6. SONG TO BOBBY - Cat Power
  7. L'ULTIMA RISPOSTA - Subsonica
  8. IF YOU EVER THINK OF ME - Chiara Civello
  9. SUN GOES DOWN - David Jordan
  10. NOBODY'S BABY - Sharon Jones & The Dap-Kings
Alla prossima.

Classifica settimana precedente: Hit Parade Brani/ Settimana n. 7 del 23/02/2008

29 commenti:

Acco ha detto...

solito saluto inutile ke serve solo a riempire la pagina dei commenti... ciao a tutti

Tuborg ha detto...

in effetti non è che ci siano molti commenti, ma forse è anche dovuto al fatto che la classifica è parecchio soporifera e non dice nulla di nuovo.

va da se che Lenny Kravitz sta facendo il botto almeno qui in Italia, e come se ne parlò già qualche settimana fa non portando niente di nuovo, un brano che non si allontana molto dal sound di "Again" o "Stillness of heart".

E poi basta co sta Amy Winehouse. Nonostante la posizione che occupa non mi sembra che sia poi così popolare in Italia, va da se che nonostante abbia letto più volte la nota metodologica, continuo a non fidarmi appieno delle posizioni di questa classifica.

Se consideriamo ad esempio il passaggio dei video nelle trasmissioni musicali quali Trl o All music o rock tv amy winehouse è raramente presente.
Molto più presenti altri artisti come 30 seconds from mars e poi ovviamente TH.

saluti

ilgmk ha detto...

scusa un attimo Tuborg, ma con tutto il rispetto, trl e roba del genere son programmi per ragazzini altamente pilotati da MTV e company al fine di promuovere i gruppi che "dovrebbero piacere alle ragazzine". Attualmente vanno i "giovani maledetti un po' emo(filiaci?)". Solo 4 anni fa non c'erano che i Blue. Prima ancora le varie boy band canterine e ballerine. E così via. Non son mai comparsi artisti orientati verso un pubblico leggermente più adulto. Non li considererei pertanto come validi termini di paragone. Oltretutto i 30 Seconds To Mars nonostante tutti i disperati tentativi di imporli (compresi video tipo quello stile Ultimo Imperatore), al momento ha raccolto pochino in termini di vendite (USA e UK). Se proprio dobbiamo beccarci degli "emo", allora meglio i My Chemical Romance, i Panic At The Disco! o i Fall Out Boy, che son di sicuro più interessanti.
Per la cronaca il balzo della Winehouse si deve anche al balzo in avanti del suo album, attualmente il terzo più venduto in Italia. Evitiamo pertanto stupidi commenti su classifiche truccate o roba del genere, perchè li trovo fastidiosamente offensivi nei confronti di chi si fa un mazzo per preparare sto sito (classifiche comprese) e sacrifica il proprio tempo. E non becca certo soldi dalla Winehouse.
Saluti

Tuborg ha detto...

allora ilgmk innanzitutto cerchiamo di tenere i toni bassi perchè si parla tra persone civili.

Ho detto che A MIO PARERE questa classifica non rispetta la popolarità degli artisti e anche classifiche come fimi o appunto i video trasmessi dalle emittenti musicali più importanti (che siano per ragazzini poi è un tuo parere, su all music e rock tv girano anche video di gruppi che hanno altri target), non ho detto che la classifica è truccata o cose così.
Quindi non vedo il motivo di scaldarsi senza aver letto bene ciò che ho scritto, il fatto che A MIO PARERE la classifica non rispecchi ciò che IO VEDO nelle trasmissioni musicali o in alcune classifiche che magari voi non prendete in considerazione, non significa che ciò che dico io è vangelo, anzi, la classifica secondo i vostri parametri è sicuramente esatta, io però non la considero perfettamente attendibile dal MIO PUNTO DI VISTA.

chiusa la polemica riguardante la classifica vorrei farti notare che nella categoria che chiami "emo" di sicuro non rientrano i 30secondstomars poichè non basta truccarsi e vestirsi di nero per essere emo, è la musica ciò che conta e non è certo emo quella dei 30stm che peraltro a me personalmente non piacciono.
Idem quando si parla dei Tokio Hotel, un sound rock che non può essere certo accostato all'emo solo perchè Bill Kaulitz si trucca o perchè veste con anelli e catenine.

Ti saluto.

ilgmk ha detto...

Allora, premesso che ritengo di essere stato entro gli standard di civiltà, dato che non mi sembra di aver arrecato alcuna offesa personale, adottando semmai un tono seccato ma tranquillo, permettimi di osservare che il tuo primo intervento poteva dare adito a un'interpretazione come la mia. Trattandosi di un'interpretazione fallace, chiedo venia. Caso chiuso.

Sul concetto di “popolarità” poi ci sarebbe da discutere per ore. Diciamo che è un concetto che varia a seconda del target.

Riguardo alle classifica, prendi quella di hpi per quello che è, ovvero un tentativo di fare una summa oggettiva (e pertanto escludendo ogni parere soggettivo) di quello che funziona per vendite e airplay in Italia, paese che storicamente non è mai stato dotato di una classifica unitaria vera e propria (chissà perchè...;)). Basti pensare a certe classifiche degli anni ’80, in cui le fonti principali presentavano classifiche "ufficiali di vendita" molto diverse (per esempio la famigerata “sindrome Christian” di TV Sorrisi...).

Riguardo alla parola “emo” è un’etichetta di comodo come tante altre (buona o cattiva non lo so). Io l'ho usata per i 30 Secondi perchè mi sembravano associabili. E le etichette pure variano a seconda dell'interlocutore. Per esempio, su Rate Your Music, i 30 Secondi vanno da "rock alternativo" a "boy band"...

E in confidenza, non mi interessa proprio sapere in che diavolo di categoria "ufficiale" devono cadere i 30 Secondi...;)

Caso chiuso;)
Ciao

Anonimo ha detto...

ma la gente lo sa che leona lewis ha fatto gia uscire 1 singolo che si chiamava "a moment like this" ed era orrendo, poi un anno dopo canta bleeding love e diventa un artista di eccezzione maaa......boh??

Tuborg ha detto...

bè mi fa piacere che si sia chiarito l'equivoco! :-)


dopotutto so benissimo che voi non ci guadagnate nulla a mettere la Winehouse dove magari non dovrebbe stare, ti posso assicurare però che nonostante sia additata dai critici come una grande artista non è che poi goda di tanto seguito. Come ha giustamente detto pop! il balzo in avanti del suo disco, uscito già da qualche mese, è dovuto più ai successi ai grammy e alla pubblicità che si fa per le sue vicende personali, piuttosto che essere seguita per il suo modo di fare musica.

pop! ha detto...

tuborg, mi sembra che tu abbia una visione abbastanza "di parte" delle cose. Allo stesso modo io potrei risponderti che il 99% di chi conosco e che ascolta musica, la ascolta e la ammira per il suo stile musicale -che si rifà alla miglior musica nera, dal soul al blues a certo jazz- e non gliene frega nulla delle vicende personali. Comunque sembra che tu ti stia scordando che "Back To Black" è arrivato al terzo posto della classifica FIMI, ascesa che ha contribuito al salto in avanti del singolo omonimo e al rientro di "Rehab". Quindi c'è molta gente che l'album lo sta comprando, anche in Italia...

ilgmk ha detto...

Eheh Pop! mi ha preceduto... Stavo per dire le stesse cose.
In ogni caso Tuborg, ho capito che la Winehouse non ti piace. Però vedi che la cosiddetta "popolarità" si presta a libere interpretazioni soggettive? Dati di vendita a parte (elevatissimi - non dimentichiamo che è la titolare dell'album più venduto del 2007 secondo World chart), ti posso confermare che tra i 30-50enni, ovvero la fascia d'età mia e dei miei amici, è molto popolare e gradita (ovviamente parlo di chi ascolta musica).

Ovvio, non abbiamo più l'età (a dire il vero non l'avrei fatto per nessuno neppure a 15 anni) per andare a urlare sotto le finestre degli alberghi che ospitano i musicisti che apprezziamo o davanti alle telecamere di TRL (cosa che indicherebbe che c'è qualcosa che non va già dopo i 20). Per cui si tratta di una "popolarità" meno evidente di quella di un gruppo rivolto più espressamente ai teen agers.

Tanto per fare un confronto, negli anni '80 la gente sembrava pensare solo ai Duran e agli Spandau, ma alla fine della fiera gente come i Pink Floyd, i Dire Straits o Sade vendeva (molto) di più... Più che di "popolarità" è una questione di "rumorosità" degli ascoltatori.

Esempio più recente: negli ultimi anni i McFly hanno vinto tutti i sondaggi in UK come "band più popolare". Eppure i loro singoli e album han venduto molto meno di qualche decina di altri artisti. Basta però avere una fanbase limitata numericamente ma fanatica che votando a ripetizione ti spedisce in vetta ai sondaggi.

Se poi c'è qualche idiota che compra i cd della Winehouse perchè va dentro e fuori dai centri di disintossicazione, son cavoli suoi. Ma allora lo stesso idiota potrebbe comprare anche i dischi di quel gruppo che ti piace tanto per motivi non musicali, no? E son dell'idea che, visti i prezzi dei cd, uno compra quello che poi vuole ascoltare...

ilgmk ha detto...

x l'anonimo del 5/3/08 00:39: per prima cosa... Usate un nick!!! Vi prego, rende le cose più "umane".

Riguardo alla Leona, dirò di più. "A Moment Like This" (bruttina alquanto) aveva già infestato le classifiche americane del 2002 nell'interpretazione di Kelly Clarkson, prima vincitrice di "American idol". Leona quindi non ha fatto che ripetere il compitino (definiamolo una cover karaoke). E il pezzo sarebbe stato inciso da chiunque avesse vinto quel concorso (una nota: il produttore è rimasto lo stesso del pezzo americano: che coincidenza...). Purtroppo il suo singolo è diventato il più venduto oltremanica del 2006, battanedo sul filo di lana la decisamente superiore "Crazy" degli Gnarls Barkley (con mio grande disgusto). Diciamo che a differenza di altri "Idoli" e "Fatturati X", per sua fortuna, non ha pubblicato subito un terrificante album di cover karaoke. I suoi discografici, saggiamente, fiutando la possibilità di lanciare una potenziale nuova "Whitnariah" (voce ne ha, gnocca lo è, per il momento non si droga e non è esaurita, pertanto...) hanno aspettato di avere tra le mani del materiale nuovo decente (poi che piaccia o meno è un altro discorso - diciamo che non impazzisco per il genere) per lanciarla in orbita definitivamente. E con "Bleeding Love" ha sfondato ovunque (sta pure salendo negli USA). E forse questo le assicurerà una carriera che duri più dei famigerati 15 minuti...

Ho visto invece che la versione italiana di "X Factor" è affidata all'inetto figlio di voi-sapete-chi. Divertente che un concorso per la ricerca di talenti sia presentato da uno che ne è completamente privo (a meno che non si parli del talento per rompere i m.....)...

ilgmk ha detto...

Ah, come chicca, guartatevi la versione del pezzo in "Drawn Together" (è la seconda della lista, cantata dal personaggio stile Betty Boop), cartone demenziale di cattivissimo gusto molto politically scorrect che prende in giro i reality e nel caso in questione, "American Idol"...
http://www.youtube.com/watch?v=D81Q1Z44_Vs

Tuborg ha detto...

bè, pop!, anche i tuoi commenti sono un pò di parte, soprattutto quando commentasti gli interpreti di gennaio o dicembre additando i Tokio Hotel come il nuovo che non è positivo. Resta il fatto che la popolarità e le vendite della Winehouse sono aumentate, e di parecchio, solo ultimamente, poichè prima il disco non era mai salito così in alto, almeno in Italia. Poi mi sembra logico che in Inghilterra il disco si venda, lei è inglese. Basti pensare che in Italia vende una marea di dischi gente come Anna Tatangelo, che da noi è praticamente la star della musica (colpa di critici e di giornali che le danno uno spazio eccessivo penalizzando altri).

Per quanto riguarda il discorso di ilgmk non sono d'accordo, io non valuto certo la popolarità di un artista dal numero di persone che gracchiano alla finestra dell'albergo dove soggiorna o a quanti cartelloni/muri vengono ibrattati con il suo nome.
Qua si parla di gente che nella propria nazione ha venduto 3 milioni di album, 850 mila album in Francia, e un altro milione tra dvd e cd nel resto d'europa. In Italia hanno 3 concerti sold-out, risultato raggiunto in poche settimane, in palasport da 12 mila posti ognuno. Quindi a ben vedere io la popolarità la baso soprattutto sulle cifre, e non puoi negare che le cifre dei Tokio Hotel siano davvero alte per un gruppo così giovane. In francia tutti i concerti sono sold-out e a giugno ci sarà a parigi il concerto nel parco dei principi, dove sono previste 60mila persone.
Insomma questo non è un risultato dovuto alla rumorosità dei fan ma proprio di un seguito che i Tokio Hotel hanno e che, potrebbe sembrarti strano, non copre solo una fascia d'età tra i 15 e i 20 anni, ma ci sono anche molte persone che superano tale soglia.

ilgmk ha detto...

Tuborg, scusa, pretendi di aver ragione e poi usi i numeri solo quando ti fanno comodo (se X vende tot non conta, se Y vende tot conta). Non è che ti candidi alle prossime elezioni?

E comunque io non parlavo proprio dei TH, che nel mio pianeta non esistono. Tu non leggi proprio quello che scrivono gli altri, eh?

Il fatto che la Winehouse venda non sminuisce i tuoi beniamini. Se in Italia ci siam svegliati tardi con lei, va bene lo stesso. Son coglioni quelli che lo comprano? Può essere. Io la penso diversamente. A te non piace. Cavoli tuoi. A me non piacciono i TH e son cavoli miei.

Però ti pregherei almeno di non fare confronti imbarazzanti, perchè quello che ci fa una brutta figura sei tu. Mettere sullo stesso piano Winehouse e Tatangelo (cosa che volente o nolente hai fatto) indica una imbarazzante ignoranza. Scusami ma questa me l'hai proprio tolta perchè non sopporto chi fa affermazioni a vanvera. A sto punto associamo D'Alessio a Nick Drake (son tutti e due cantautori) o i Finley agli MC5 (son due gruppi), o DJ Francesco a DJ Shadow (han tutti e due la parola DJ)...

In ogni caso, direi che è meglio chiudere qua, anche perchè è tempo perso.

Tuborg ha detto...

eheh caro ilgmk, no niente elezioni per il momento.....


comunque mi accusi di non leggere ciò che scrivono gli altri, ma a pensarci bene io leggo, ma forse sei tu che interpreti male.

Hai detto: "Ma allora lo stesso idiota potrebbe comprare anche i dischi di quel gruppo che ti piace tanto per motivi non musicali, no?"

scusa e vuoi dirmi che non parli dei Tokio Hotel dopo questa affermazione?

Poi io ho scritto: "Poi mi sembra logico che in Inghilterra il disco si venda, lei è inglese. Basti pensare che in Italia vende una marea di dischi gente come Anna Tatangelo, che da noi è praticamente la star della musica"

Voglio sapere dove ho confrontato le qualità artistiche della Winehouse con quelle della Tatangelo, come invece tu mi accusi. Cerchiamo di leggere bene ciò che si scrive e di capirlo senza fare interpretazioni personali, prima di sbandierare l'ignoranza delle persone.

Mi spiego meglio: se qui in Italia la Winehouse non ha avuto successo nell'immediato è perchè la musica che fa non ha un seguito, la gente che le ha comprato il disco PRIMA della pubblicità che le hanno fatto relativamente alla figuraccia agli EMA e poi successivamente con la vittoria ai Grammy, si conta sulle dita di una mano, nonostante alcuni suoi video fossero comunque sufficientemente in rotazione sui vari canali musicali. Ora la gente le compra il disco, ma quanta di questa gente lo ha fatto solo per curiosità? io credo la maggioranza.
In inghilterra invece ha venduto e molto, stesso discorso negli Usa. Forse perchè lì le sue peripezie personali sono sbandierate quotidianamente, o forse perchè il suo tipo di musica ha un seguito maggiore che da noi.

Ora discorso Tatangelo: in Italia vende perchè ha una grande popolarità, è su tutti i giornali, i suoi video sono in rotazione, la sua musica è comunque adatta alla massa, soprattutto meridionale. Se andasse in Inghilterra probabilmente non la farebbero cantare nemmeno nella metropolitana. Però in Italia al momento è probabilmente la cantante più famosa e che vende di più tra le nuove leve, e non mi sembra che, al momento, qualcuna possa pensare di fare meglio di lei nella stessa fascia di età.

Prendiamo Adele. Secondo te in Italia, visto il personaggio che è, venderà dischi? secondo me assolutamente no. Lo stesso discorso per la Winehouse. Se non avesse ottenuto popolarità il suo disco qui sarebbe passato inosservato ai più.

Per quanto riguarda il fatto che sia tempo perso non concordo, almeno se uno legge bene ciò che l'altro scrive e poi commenta in maniera oculata. Poi ovviamente se continui a farti interpretazioni tue di ciò che io scrivo allora hai ragione, chiudiamo qua.

pop! ha detto...

Non vorrei passare la vita a fare l'avvocato difensore della cantante Amy, e neanche a controbattere le tesi poco informate di tuborg, ma prima di parlare consiglierei di guardarle davvero le classifiche. Caro tuborg, se vai qui (http://www.fimi.it/classifiche.asp?idtipo_classifica=1&idclassifica=2283&archivio=true) puoi dare un'occhiata agli album più venduti in Italia a fine 2007 nella settimana pre-natalizia (cioè quando si vendono cifre davvero rilevanti di dischi) e scoprirai due cose per te sorprendenti:
1) contrariamente a quel che sostieni, "Back To Black" era già stabilmente nei 20 più venduti, e anche da qualche tempo (puoi consultare la sezione "archivio" se vuoi approfondire le ricerche). Chi sta scoprendo e acquistando adesso l'album della Winehouse appartiene invece alla fascia "meno informata" dei consumatori di musica, chi se ne intendeva ha già dato;
2) non solo la Tatangelo non è tra i più venduti in assoluto (stava timidamente risalendo al 33° posto), ma se parliamo di cantanti italiane, è addirittura sesta, superata da Nannini, Pausini, Mannoia, Elisa e Giorgia. Dunque dire che sia "la cantante più famosa e che vende di più tra le nuove leve" è assolutamente errato (per fortuna!) o perlomeno mi suggerisce che le tue amicizie abbiano dei gusti musicali pessimi :-)
Inoltre sono pronto a scommettere che, nonostante Sanremo, il suo album venderà meno di almeno 4 o 5 tra gli altri partecipanti...anche in Italia il pubblico si può prendere in giro fino a un certo punto.

Acco ha detto...

aspetto la risposta di ilgmk...

:-)

ilgmk ha detto...

Acco… Che fai me provochi?;)

A sto punto mo’ ve magno!!!
ARRINGA FINALE

Come l’illustrissimo e stimatissimo cav. Pop! Fece notare ai signori di codesta stimatissima ed illustrissima corte, l’imputata Winnnehouse si aggira da tempo sordidamente nelle classifiche del nostro Paese O’ Sole. E che ci fa sta chiattona con la cofana!? Il collega dell’accusa, parente della stimata birra danese, ha chiaramente stabilito che i suoni emessi dalla chiatta non son compatibili con la fisiologia dell’orecchio dell’italiano! Le suddette emissioni sonore infatti “ottundono” e “rimbalzano” entro il condotto uditivo, facendo un salto triplo mortale che evita miracolosamente di offendere timpano e martelletto, prendendo altre vie. Un illustre professore ha insinuato che i suddetti suoni prendano la via boccale e se ne fuoriescano dalla bocca come rutti! Pertanto ecco il primo capo di imputazione: la chiattona produce maleducazione nel nostro Belpaese, terra civile e ospitale, popolata di Brava Gente che si incuriosisce ahimè di questi stranieri! E compra pure il ciddì! E poi, ascoltato dice che schifezza! O meglio! Dato che il suono ottunde, non sente nulla e dice ma il ciddì è difettoso! E ne compra un altro! E poi, non sentendo lo stesso un beneamato piripacchio, li getta! Ebbene si, signori di questa stimabilissima et signorilissima corte! Amy Winehaus, la racchia, è la principale colpevole della monnezza che affligge i piedi O’ Vesuvio!!!! Si calcola che il 70% dei rifiuti consistano in ciddì della rea! Secondo capo di imputazione!

La cessa inoltre, cofana compresa, si rende responsabile di musica che imita i neri! Ed essendo gli italiani bianchi questa non può interessare loro! Ma come può allora cotanta chiatta aggirarsi nelle classifiche italiche? Non si può spiegare solo con la curiosità di qualche sprovveduto compatriota! Ebbene signori, fa tutto parte di un complotto! Volto a far crollare la civiltà! Perché questa è entrata nelle classifiche “abusivamente”! Ho qui intercettazioni telefoniche che attestano che la cessa è sbarcata in classifica arrivando nottetempo a Lampedusa portata da scafisti! E infatti chi compra i suoi dischi? Non certo l’orgoglioso popolo italico che si riconosce in ben altre creature che ci allietano la pennica con le loro voci angeliche! Sono gli stranieri che risiedono nel nostro ospitale paese! E questo porterà alla fine delle nostre tradizioni ormai consolidate, come il fare le corna con le mani ed evadere il fisco! E i figli molleranno mammà a soli 40 anni per correre dietro a tutte le chiatte come illa! Mammà, che tanto si sacrificò per nutrirli! Mammà, a cui la signora Zanicchio dedicò le immortali strofe del canto italico “Chi asciugava i pianti miei? Mamma tutto era lei!”. E l’arrivo di cesse come la Winhazz rovineranno anche le nostre figliuole trasformandole in donne di dubbia moralità! Un tempo cantavano come Rosanno Fratello “non portarmi nel bosco di sera” e mo’ girano col perizoma interdentale tra le pudenda!! Terzo e quarto capo d’accusa! Destabilizzazione dello stato e aumento dell’indecenza!

Ma il Governo sta già muovendosi di fronte a questa emergenza! Verrà vietata la vendita del ciddì della cessa a ogni cittadino non italico! E gli italiani che vorranno acquistarlo, oltre a pagare una sovrattassa pari al 100% del costo del ciddì, dovranno firmare di proprio pugno una dichiarazione in cui sostengono di “non acquistare il prodotto per curiosità, ma solo dopo attenta valutazione dei contenuti formali, lirici e sonori del suo contenuto”! Solo così si può auspicare che il crollo della civiltà non avvenga!

Ma io signori della corte, vi chiedo clemenza per codesta racchia. Ha sbagliato. Ed è seriamente contrita e pentita. E promette che la prossima volta canterà solo pezzi che possano non creare nocumento alla nostra popolazione, come “Mamma Maria”, “Cara” e “Dammi Tre Parole”! In ginocchio sui ceci per espiare!

In quanto al sottoscritto… Mi impegno a non nominare più invano quella prodezza che il popolo germanico ci ha voluto generosamente donare, la cosa più grande prodotta dalla grande terra teutonica dai tempi di Hitl.. Ehm.. dei Boney M e dei Modern Talking! La cosa più elegante prodotta da quel fiero popolo dopo il Maggiolone! I cui suoni si addicono all’orecchio italico, che ne esce anzi rinvigorito, diventando un vero orecchione! E prometto che l’anno prossimo, eliminata la chiattona con la sua cofana, che verrà pubblicamente rasata a zero, il Billykaulitzst vincerà il premio come miglior acconciatura del popperock, con il suo ineguagliabile ananasso!

Signori e signore, io mi ritiro. Saluti e baci!

P.S.
Volete anche una risposta seria?

Tuborg ha detto...

bah, probabilmente sono io che sono scemo e non mi riesco a spiegare o forse ho le allucinazioni......

allora pop!, meno male che hai quotato tu stesso ciò che ho scritto: "Dunque dire che sia "la cantante più famosa e che vende di più tra le nuove leve" è assolutamente errato (per fortuna!) "" e poi citi i nomi di pausini, nannini elisa. Ma sono io che sono poco informato? queste non sono certo le niove leve caro mio, è gente che sta da più di 10 anni sulle scene musicali, addirittura per la nannini si parla di un ventennio. Ma perchè contesti ciò che non ho scritto? vorrei delle spiegazioni.....

Poi tesi poco informate saranno dal tuo punto di vista. La Winehouse sarà stata anche fra i primi 20, ma il botto lo sta facendo adesso. Oggi per entrare nei primi 20 non occorre certo vendere centinaia di migliaia di dischi, a volte basta piazzare qualche migliaio di copie e sei già in classifica. La Winehouse, inoltre, ha un target di ascoltatori che non è certo gente di 15 o 20 anni, che è poi quelli che maggiormanete si procurano la musica non comprando il disco, quindi non ha certo sofferto di "effetto-download".

Quindi miei cari Perry Mason della Winehouse evitate di continuare ad attaccarmi mettendomi cose in bocca che io non ho scritto poichè mi da molto fastidio. I miei commenti sono lì, basta leggerli, quindi quando dico che la Tatangelo tra le NUOVE LEVE è quella che vende di più ciò non è assolutamente contestabile.(e comparandola con la pausini e la nannini mi fai capire di essere tu poco informato, pop!, poichè queste qui, come anche elisa, non sono certo nuove leve).
Ora visto che tu pop! sei più informato di me dimmi una cantante italiana, tra le nuove leve, che vende più della Tatangelo.

Poi prima parlando della Tatangelo e dicendo che qui in Italia vende solo perchè il suo tipo di musica va bene alla massa e poi è una cantante che gode di molta popolarità ve ne venite fuori che ho comparato le qualità artistiche della Tatangelo a quelle della Winehouse. Ma cosa fumate prima di leggere?


Preferirei intavolare un discorso con persone che leggono ciò che scrivo ed evitino di interpretare a fatti loro ciò che io non scrivo, quindi evitiamo pure battutine fastidiose come l'essere ignorante o poco informato perchè potrei dire la stessa cosa di voi quando ve ne uscite con interpretazioni vostre del pensiero di altri.

speriamo che la polemica da parte vostra termini qua perchè altrimenti preferisco andare a comemntare la musica da un'altra parte, senza che il mio pensiero venga distorto e senza essere tacciato di ignoranza o disinformazione.
saluti e buona serata

Tuborg ha detto...

TOKIO HOTEL FUR IMMER
TOKIO HOTEL UBER ALLES
così potete pensare pure che sia un fanatico ahahha

ciao e un saluto a tutti

pop! ha detto...

"caro" tuborg, mi sa che sei tu quello che fa poca attenzione a ciò che scrive. Scrivere "la cantante più famosa e che vende di più tra le nuove leve", oltre al senso che intendi tu, può anche significare che tu pensi che sia quella che vende di più e che è più popolare presso il pubblico più giovane.
In tal caso la mia smentita era assolutamente corretta e comprovata da fatti. Altrimenti, se la butti sul generazionale, ti ricorderei che, restando ai nomi citati, Elisa ha solo 5 anni in più di lei ma decisamente molto più seguito (e, ripeto, fortunatamente!).
Detto questo, vorrei ricordarti che le polemiche sterili le inizi sempre tu, ormai è una tiritera del tipo "viva i Tokio Hotel, tutto il resto o quasi mi fa schifo": che noia!
Comunque a proposito di disinformazione, oltre a tutto il resto, sostenere che essere tra i primi 20 album più venduti nella settimana di Natale conta poco la dice davvero lunga: è la frase tipica di chi del mercato discografico non capisce proprio un'acca...

Infine ti prego di evitare frasi con parole in tedesco tipo "uber alles". Al di là di come tu la possa pensare (e già mi vengono i brividi...), ci fai veramente una figura di cacca!

Acco ha detto...

No Tuborg nn andare su altri blog... continua così

ilgmk ha detto...

ehm Acco puoi postare un ciao anche nei commenti del mio ultimo articolo, mi fa 'na tale tristezza vedere quel tristo 0 commenti. Almeno così sembra che qualcuno l'abbia letto;)

Il mio ego ferito sta sanguinando come i clienti di Sweeney Todd...

Tuborg ha detto...

ebbene preferirei chiudere qua perchè stiamo scadendo davvero nel ridicolo.

"W i Tokio Hotel e tutto il resto è na monnezza" lo hai scritto tu e continui a mettermi in bocca parole che non ho scritto.

Io ho scritto quel piccolo post come commento ironico a ilgmk che ha fatto un commento ironico sui Tokio Hotel, nella parte finale del suo post. Tokio Hotel uber alles sichifica alla lettera:
"Tokio Hotel al di sopra di tutto",
non vedo perchè debba farti venire i brividi, è il mio gusto musicale, a te può non piacere, evitiamo quindi commenti ridicoli, e soprattutto continue allusioni a ciò che TU vuoi leggere ma a ciò che NON è scritto.

Ora però continui a interpretare a modo tuo le cose, è questo è un segno di arroganza. "Quando dico che la Tatangelo vende di più tra le nuove leve", si usa questa espressione per indicare un confronto con gente che fanno lo stesso mestiere.
leve è un modo di dire per indicare i suoi giovani colleghi, come possono essere Laura Bono, Dolcenera ecc....
Citi elisa dicendo che ha 5 anni più della tatangelo, ma da un "esperto" come te mi aspettavo che tenessi conto che la stessa elisa è sul mercato da oltre 10 anni, mentre la tatangelo è molto più recente.

"Comunque a proposito di disinformazione, oltre a tutto il resto, sostenere che essere tra i primi 20 album più venduti nella settimana di Natale conta poco la dice davvero lunga: è la frase tipica di chi del mercato discografico non capisce proprio un'acca..."

Senti consigliami il tuo spacciatore perchè deve essere davvero un in gamba....IO ORA VOGLIO che tu nei miei post trovi la frase che mi HAI MESSO IN BOCCA,

ecco cosa ho scritto:

"La Winehouse sarà stata anche fra i primi 20, ma il botto lo sta facendo adesso. Oggi per entrare nei primi 20 non occorre certo vendere centinaia di migliaia di dischi, a volte basta piazzare qualche migliaio di copie e sei già in classifica"

e tu continui a scrivere ciò che ti fa comodo.

Pop! sei tu quello che non capisce un' acca.

A questo punto preferisco salutarvi cordialmente, vi pregherei di fare lo stesso con me, sono stati dei mesi interessanti dopo che ho scoperto questo sito, abbiamo commentato con interesse nel passato ma oggi questa storia di contestare su cose che una persona non dice mi dà troppo fastidio e quindi preferisco andare su un altro sito musicale a parlare di musica.

x Acco: non so se il tuo commento era ironico, però dovresti ammettere che il 90% delle cose che sia pop! che ilgmk mi hanno contestato se le sono inventate distorcendo i miei commenti e interpretando a modo loro. A me non mi piace dialogare in questo modo.

buona giornata.

Tuborg ha detto...

rettifico la parte
"W i tokio hotel tutto il resto è na monnezza" con
"viva i Tokio Hotel, tutto il resto o quasi mi fa schifo"

Non voglio essere come voi a distorcere i commenti.

Anche se poi in questo caso il succo cambia di poco, resta il fatto che questa frase, così come tutto il resto, è una mera interoretazione dell'amico pop! e non certo ciò che ho scritto io.

ri buona giornata

pop! ha detto...

Beh, almeno spero che questo infinito ping-pong finisca qui. A proposito di cordialità, ti inviterei -molto cordialmente- ad evitare il maiuscolo nei tuoi commenti, che quando si discute sul web equivale a urlare. Inoltre non ho mai fatto insinuazioni su un tuo eventuale uso personale di droghe, cosa che tu continui a fare nei nostri confronti, e che trovo molto più offensiva di tutto il resto, vista la mia personale avversità all'uso delle stesse.
Inoltre ho la conferma definitiva del fatto che non sei proprio capace a leggere: prima ho detto "una tiritera del tipo "viva i Tokio Hotel, tutto il resto o quasi mi fa schifo"". "Del tipo" non significa certo che tu abbia usato quelle parole letteralmente. Ma lasciamo perdere, ormai hai dimostrato che interpreti quel che vuoi e che ti fa comodo. Addio.

Acco ha detto...

Allora per ilgmk, se mi dici qual è il tuo ultimo articolo dato ke sn nuovo e nn conosco bn il sito vado subito a lasciare un commentino simpatico ;-)

poi per Tuborg: il mio commento nn era affatto ironico, x qnt mi riguarda trovo interessanti le vostre opinioni anke se ora si sta un po esagerando nel fraintendersi rispettivamente... Io nn penso ke le cose siano state distorte cm tu dici.. la kiamerei piu ke altro "incomprensione"

ilgmk ha detto...

X Acco: quello relativo alle classifiche storiche internazionali dell'inverno 1972/73. Mi occupo di quella sezione.

Ciao!
Marco

Acco ha detto...

io ho commentato ma nn esce nulla...

Anonimo ha detto...

beh a me sembra che qui tanti parlino di musica senza nemmeno sapere ascoltare.. e come al solito ognuno propina i suoi gusti..la whinehouse..la tatangelo..i tokio hotel..ma chi decide che è meglio questo o quello? per fortuna il mondo è vario e le orecchie di ciascuno recepiscono i suoni in maniera del tutto personale. Io non mi permetto di dire questo è meglio di quello.. è pura presunzione e ignoranza. LA MUSICA è BEN ALTRO.