20 aprile 2008

Hit Parade Brani 2008/ Top 100 n.15 del 19 Aprile

Vasco Rossi - Il Mondo Che VorreiIl mondo che vorrei si conferma per la 2a settimana il brano di maggior successo in Italia. Ad interpretarlo un Vasco Rossi che qualunque monnezza sforni arriva inevitabilmente al 1° posto. Così come succede agli altri senatori della musica italiana. Inamovibili da decenni. Eh già, sembra che l'Italia sia tra i paesi più conservatori al mondo.


Top 100 Brani, Settimana n. 15 - 2008
(quando disponibile in rete, cliccando sul titolo si accede al video clip del brano).

Ss-1s-2s-3NSTITOLOINTERPRETEPunti
11445Il mondo che vorreiVasco Rossi100,0
232213A teJovanotti82,5
321118Bleeding loveLeona Lewis78,2
44589MercyDuffy69,7
5615137Il solito sessoMax Gazzè55,6
628--24 minutes (to save the world)Madonna54,4
7106107Colpo di fulmineGiò Di Tonno & Lola Ponce50,7
8121077L'amoreSonohra47,4
999158New soulYael Naim45,9
101914127Eppure mi hai cambiato la vitaFabrizio Moro43,8
115357Il mio amicoAnna Tatangelo41,9
12871123ApologizeTimbaland feat. One Republic40,4
131726794Ci parliamo da grandiEros Ramazzotti40,4
14713318I'll be waitingLenny Kravitz36,8
152146934Touch my bodyMariah Carey36,1
1615111425Back to blackAmy Winehouse35,1
1711867Vita tranquillaTricarico32,6
183056896Disco liesMoby32,0
1914182323Don't stop the musicRihanna31,8
204029685Chasing pavementsAdele31,4
2122--60Basta pocoVasco Rossi31,3
221616177Cammina nel soleGianluca Grignani31,0
233388525KillerNo More Dolls30,9
243220919FangoJovanotti feat. Ben Harper28,6
253119308Love is a losing gameAmy Winehouse28,0
2620--2Vieni quiVasco Rossi27,9
273780884Love songSara Bareilles26,5
282317279Supernatural SuperseriousR.E.M.25,1
2935--2Non vivo senza teVasco Rossi25,1
3018121830No oneAlicia Keys25,1
3134221913Tear down these housesSkin24,8
3213--2NudeRadiohead24,7
3325--2E adesso che tocca a meVasco Rossi24,7
344551295WorkKelly Rowland24,1
354637-5All I needGet Far feat. Sagi Rei23,9
362421786C'est la vie Martin Solveig 23,7
3767443316Piece of meBritney Spears23,1
3829242821Buonanotte all'ItaliaLigabue22,7
3961542417Happy endingMika22,5
402723167Basta!L'Aura21,6
4147282612PuntoJovanotti feat. Sergio Mendes21,5
424125207L'amore non si spiegaSergio Cammariere21,5
4368--2Eroe (Storia di Luigi delle Bicocche)Caparezza21,3
4443357017Let me outBen's Brother21,3
4554508012RemediosDj Brizi & Selma Hernandes vs Relight Orchestra21,2
467169695BlindHercules & Love Affair20,6
47---1Chi siamo noiFiorello & Baldini20,5
484943608Carry you homeJames Blunt20,4
495182944Stop and stareOne Republic19,1
5057313841RehabAmy Winehouse18,5
5156335916About love and indifferenceThe Niro18,4
527095-3Tiny dancer Marco Denmark feat. Casey Barnes17,1
5380413426Suicidio d'amoreGianna Nannini16,9
544840824Disco down 2008House of Glass feat. Giorgio Giordano16,8
5552743213Say it's not trueQueen feat. Paul Rodgers16,3
5682--16BerimbauJerry Ropero & Michael Simon Vs Mendoca Do Rio15,8
5744324120Cade la pioggiaNegramaro feat. Jovanotti15,5
5858-5812Charlie fa surfBaustelle15,1
5959397723Won't go home without youMaroon 514,9
6065--2InnocenceBjork14,7
616459914In my armsKylie Minogue14,6
62100-659Scusa ma ti chiamo amoreSugarfree14,6
637672994Big girl (You are beautiful)Mika14,5
6497--2Domani (Io voglio stare bene)Raffaella Destefano14,2
657452377A ferro e fuocoMario Venuti13,7
6655272226Dalla pelle al cuoreAntonello Venditti13,5
67-94-2AscoltamiMelody Fall13,5
6853494229Non siamo soliEros Ramazzotti & Ricky Martin13,3
6960896213Helpless when she smilesBackstreet Boys13,1
706955553Blink [remix]John Dahlback12,5
7163658313Dimmi...Francesco Renga12,4
7286847214Jigsaw falling into placeRadiohead12,2
7385755443Meravigliosa creaturaGianna Nannini11,8
74-7410011Wanna be startin' somethin'Michael Jackson feat. Akon & Will.I.Am11,8
758979579PazienzaGianna Nannini11,8
7672819513Pumpkin soupKate Nash11,8
777993-18Baby let's play houseElvis Presley11,3
78-83-229 settembrePooh11,2
799077618Sei nell'animaGianna Nannini11,0
809458-3La soluzioneFabri Fibra10,9
818345366L'ultimo film insiemeMichele Zarrillo10,8
8262738622Keep on risingIan Carey feat. Michelle Shellers10,6
837391-3DeliriousDavid Guetta10,4
84-36255RibelleAriel10,4
859697-3The love you bring meCarl Kennedy10,4
866630217GrandePaolo Meneguzzi10,0
8750475310Fermo immagineMonodia9,9
88-78-11MilanoAlex Britti9,8
89---1DanceChanel9,6
9078616710AmenZucchero9,2
91---1Speed upFunkerman9,0
927534317RivoluzioneFrankie HI-NRG MC feat. Roy Paci & Enrico Ruggeri8,9
939385-3Don't jumpTokio Hotel8,8
9492686611What a fool believesNeri Per Caso feat. Mario Biondi8,6
95---1Via le mani dagli occhiNegramaro8,3
9690385013Hold it, don't drop itJennifer Lopez8,0
978163636Un'altra possibilitàTricarico8,0
98-98-2GnorNari and Milani pres. Dek 327,8
99---1What planet you on?Bodyrox feat. Luciana7,8
100---1InsolitaVibrazioni7,6

LEGENDA: Le colonne riportano, nell'ordine: la posizione in classifica questa settimana, le posizioni delle 3 settimane precedenti, il numero totale di settimane di presenza. L'ultima colonna rappresenta un indicatore che dà la misura relativa di un successo di un brano, posto uguale a 100 quello in prima posizione. E' disponibile una nota metodologica che illustra i criteri utilizzati per l'elaborazione della classifica.

Se quasi tutte le altre canzoni dal suo nuovo omonimo album perdono quota, Vasco Rossi si conferma primo nella nostra Hit Parade Brani con Il mondo che vorrei. Alle sue spalle ora c'è Jovanotti, nuovamente secondo con A te dopo il sorpasso sull'ormai calante Bleeding Love di Leona Lewis. Quarta è sempre la rivelazione Duffy con Mercy, mentre al quinto posto adesso c'è il primo dei "sanremesi", cioè Max Gazzè, la cui Il solito sesso (per chi se lo fosse scordato) non si piazzò neanche tra i primi 10 nella classifica delle giurie del Festival.

Sale al n° 6 Madonna con 4 Minutes (To Save The World), il suo discusso duetto con Justin Timberlake che si candida a futuro numero 1, noblesse oblige. Entrano nei primi 30 con Killer l'"oggetto misterioso" No More Dolls, miracolati dai download su iTunes (ma finora ignorati, chissà perchè, da un po' tutti i media musicali) e la cantautrice rock Sara Bareilles con la piacevole Love Song.

Dopo l'infornata di nuovi ingressi della scorsa settimana, stavolta la situazione è decisamente più tranquilla, con appena 6 canzoni che entrano nei "top 100" per la prima volta.
L'ingresso più alto e più clamoroso è per il duo radiofonico-cabarettistico composto da Fiorello e Marco Baldini: Chi siamo noi è un condensato delle gag del loro show "Viva Radio 2" -il mitico "avvocato Messina" protagonista principale-, messo su una base electro-house dai dj Provenzano e Promise Land; qui vale più l'effetto-simpatia rispetto alla qualità musicale in senso stretto.

Più in basso, c'è Chanel con Dance, costruita attorno a un campione di stile "disco-funk" la cui storia sembra un gioco di scatole cinesi: tratto dallo Spiller di "Groovejet" (prima uno strumentale di culto, poi un hit mondiale con il nuovo titolo di "Groovejet (If This Ain't Love)" grazie all'apporto della voce di Sophie Ellis-Bextor), in realtà ha vera origine nel brano di Carol Williams "Love Is You", roba di casa Salsoul, annata 1977.

Non male neanche Funkerman, dj olandese che con l'electro di Speed Up esporta anche in Italia il successo ottenuto nei club di tutta Europa. Sono inglesi invece i Bodyrox, duo affiancato dalla caratteristica voce di Luciana (al secolo Luciana Caporaso) in What Planet U On?, altro esempio di suono dance attualissimo.

Oltre a tutta questa musica dance, entrano in classifica anche i nuovi singoli di due band italiane. Ovvero i Negramaro, con Via le mani dagli occhi, quarto estratto da LA FINESTRA e tra i brani più acidi e rock del loro ultimo repertorio. Immancabilmente retrò, Le Vibrazioni invece hanno anticipato con Insolita l'uscita del loro recente album live EN VIVO; il brano è anche nella colonna sonora del film di Sergio Rubini "Colpo d'occhio".

By Pop!


Ci piace
  1. Blind - Hercules & Love Affair
  2. Mercy - Duffy
  3. Love Is A Losing Game - Amy Winehouse
  4. Jigsaw Falling Into Place - Radiohead
  5. Nude - Radiohead
  6. L'amore non si spiega - Sergio Cammariere
  7. Remedios - Dj Brizi & Selma Hernandes vs Relight Orchestra
  8. Innocence - Bjork
  9. Eroe (storia di Luigi delle Bicocche) - Caparezza
  10. Love Song - Sara Bareilles
Non ci piace
  1. Dalla pelle al cuore - Antonello Venditti
  2. Il mio amico - Anna Tatangelo
  3. Ci parliamo da grandi - Eros Ramazzotti
  4. Helpless When She Smiles - Backstreet Boys
  5. Buonanotte all'Italia

Ci piacerebbe (fossero in classifica)
  1. L.E.S. ARTISTES - Santogold
  2. MACHINE GUN - Portishead
  3. GROUNDS FOR DIVORCE - Elbow
  4. LITTLE BIT OF FEEL GOOD - Jamie Lidell
  5. WORRISOME HEART - Melody Gardot
  6. UN PASSO DOPO L'ALTRO - Chiara Civello
  7. 100 DAYS 100 NIGHTS - Sharon Jones & Dap Kings
  8. THE DEVIL - PJ Harvey
  9. LITTLE TOY GUN - Honey Honey
  10. COLOMBO - Baustelle
Alla prossima.

Classifica settimana precedente: Hit Parade Brani/ Settimana n. 14 del 12/04/2008

10 commenti:

Anonimo ha detto...

sei un ignorante della musica se pensi questo,, dovresti salvaguardarlo a vasco è l'unico che riempie gli stadi in Italia semplicemente perchè è il migliore e poi l'ultimo album non è "monnezza" come dici tu. Ascolta un album prima di giudicarlo. Megli cmq questo tipo di musica conservatore, dato che la novità è fogna chiamata Fabri Fibra & Justin Timberlake

pop! ha detto...

Caro anonimo (scegliersi un nome qualsiasi è troppo faticoso?), mi pare che questi toni da ultrà siano davvero esemplari del livello degli attuali fans di Vasco.
1) non so chartitalia (che ha scritto il cappello iniziale a cui ti riferisci), ma io l'album l'ho ascoltato purtroppo ed è di una povertà musicale paurosa, per non parlare dei testi, e mi pare di non essere l'unico a sostenerlo. Voglio sbilanciarmi (ma non poi tanto): artisticamente parlando, Vasco Rossi vive di rendita da almeno 20 anni; le canzoni che appartengono ai primi anni del suo repertorio (dal 1977 all'83) sono regolarmente parte prevalente delle scalette dei suoi concerti, e ci mancherebbe.
Se si limitasse ai brani inutili e ripetitivi degli ultimi 8-10 album, e non eseguisse regolarmente "Albachiara", "Vita spericolata", "Siamo solo noi" e compagnia, col cavolo che gli stadi si riempirebbero.
2) i fatti dimostrano che Vasco non sia "l'unico che riempie gli stadi in Italia"; ultimamente a San Siro ci è riuscita persino la Pausini, per non parlare di quell'altro concentrato vivente di noia che è Ligabue, e a breve toccherà ai Negramaro (che almeno qualche qualità musicale in più per ora l'hanno dimostrata). Non sono i numeri che determinano chi è "migliore" o no; se l'arte dovesse essere valutata soltanto con questi criteri saremmo ancora all'età della pietra.
3) forse hai bisogno di ascoltare più musica...la novità non è solo Fabri Fibra o Justin Timberlake (e definire "fogna" quest'ultimo mi sembra davvero un eccesso, magari avessimo in Italia un interprete pop così attuale e versatile!). Per restare al panorama italiano, il guaio è che lo statico predominio dei soliti 5-6 nomi (Vasco, Liga, la Pausini, Venditti e così via) finisce col togliere spazio a chi avrebbe davvero qualcosa da dire. Restando in ambito rock e dintorni (visto che ti piace Vasco), hai mai sentito parlare degli Afterhours? O dei Verdena? Baustelle? Subsonica?

Anonimo ha detto...

Madonna - 4 MINUTES

non mi sembra proprio un flop, che ne dici?
Oggi Sett. peclbyz
1 4 1 UK
1 1 1 Canada
1 1 1 Finland
1 new 1 Germany
1 new 1 Switzerland
2 2 1 Norway
? 3 1 Netherlands
2 new 2 France
2 new 2 Belgium / Wallonia
2 6 2 Austria
? 3 2 Sweden
3 new 3 Belgium / Flanders
3 3 3 Australia
6 7 3 USA
4 6 4 Ireland
1 Italy
1 Mexico
4 7 4 New Zealand
1 1 2 Europe
1 1 1 World

pop! ha detto...

Caro anonimo "madonnaro", ecco cosa scrivevo nel commento alla Top 100 della scorsa settimana su "4 Minutes": "Il brano ha invece ottenuto un'accoglienza finora un po' freddina nel Vecchio Continente, dove il suo pubblico è più affezionato al suo repertorio dance". Mi pare di aver fatto una semplice constatazione, e in questa sede ne approfitto per sottolineare che per esempio il primo posto nella chart UK è stato raggiunto dopo 5 settimane dall'uscita del brano in download, mentre la traiettoria negli States è già discendente... Detto questo, non ho mai usato la parola flop.
Ah, un saluto agli amici della Warner! :-)

Anonimo ha detto...

Errore in USA Madonna è in risalita dal n. 7 al n. 6.
Ha raggiunto il n. 1 in uk in 4 settimane ma solo download ed ha raggiunro il n. 1 solo dopo la promozione del video clip. Mi sembra ovvio.
Ti suggerisco inoltre di studiarti i meccanismi della chart di Billboard. 4 minutes è uno dei soli 3 singoli scaricabili dalla rete che hanno venduto piu' di 200 mila copie per 4 settimane consecutive.
Non santo Madonnaro quanto amante delle classifiche.

Ciao facilone

Anonimo ha detto...

Falso: 4 minutes è in risalita in USA DAL 7 AL 6.
UK:
Inoltre mi pare ovvio che un singolo solo download arrivi al n. 1 solo dopo 5 settimane quando il video clip esce dopo 4 settimane dall'uscita in rete. Rimane ad oggi uno dei pochissimi singoli ad arrivare al n. 1 solo download in UK.
Hang up è uscito la prima settimana subito inj cd ed è arrivato al n. 1 subito cosa che sarebbe successa a four minutes in pari condizioni.

it's only rock'n roll ha detto...

fino a prova contaria sono stato anche ai loro concerti vedi Baustelle, afterhouse, Marlene Kuntz, Verdena e non sono niente male, però per me Vasco è un'altra cosa. Visto che ti piaciono gli elenchi:
1) Cmq Vasco non vive solo di rendita altrimente non starebbe alle vette delle classifiche. Vedi Piero Pelù che se ne fa dell'eredità vende come quando vendeva con i litfiba o per citare anche max pezzali e gli 883 vivono ancora di eredità?
2) Sottovaluti i gusti della gente per una tua opinione personale;
3) Vasco ha sempre riempito gli stadi non solo con concerti evento ( vedi antonacci, cui sono stato al Palalottomatica a dicembre era semivuoto) ( negramaro che stimo perchè sono proprio bravissimi, gli ho visti in piazza due anni fa, poca gente );
4) i concerti di Vasco sono tutti sold out
5) il rock della generazione passata, a livello internazionale, non ci sarà mai più ( Pink Floyd, Doors, Dire Straits, Rolling Stones, Scorpions, Aerosmith ); oggi stiamo alla generazione dei Tokio Hotel ( anche se apprezzabili ).
non voglio essere polemico e mi scuso per i toni, però gli opinionisti devono essere obiettivi..

pop! ha detto...

Non è mai facile cercare di sostenere qualcosa che possa intaccare l'onnipotenza dei "miti" (o che sono tali agli occhi dei loro, numerosissimi ammiratori), ma in fondo credo di essere qui anche per questo; aggiungo che mi sembra difficile predicare obiettività partendo da un punto di vista da "fan"...
Caro "it's only rock'n'roll", ti rispondo punto per punto:
1) i paragoni da te fatti sono incoerenti: nel caso di Pelù si parla dell'ex-cantante di una band la cui forza era ovviamente maggiore della bravura dei singoli componenti, mentre se permetti i termini "rock" e "883" nello stesso discorso creano un ossimoro.
2) non mi pare di sottovalutare i gusti della gente, anzi...i gusti sono gusti, e il gusto del pubblico italiano è ampiamente riflesso proprio dallo strumento della classifica. A questo specchio oggettivo di ciò che piace agli italiani aggiungo semplicemente un mio commento personale, condivisibile o meno. Non siamo su Sorrisi e Canzoni, dove si parla sempre bene di tutto; io, chartitalia e ilgmk abbiamo il nostro punto di vista sulla musica e lo esprimiamo anche attraverso le micro-classifiche "ci piace/non ci piace/ci piacerebbe".
3) non lo metto in discussione, e ribadisco la mia opinione: gli stadi li riempie proprio perchè canta regolarmente almeno 8-10 canzoni del suo "periodo d'oro" (1977-83), altrimenti vedremmo qualche sorpresa tra gli spalti... D'altra parte fa benissimo a fare così, e io direi la stessa cosa se un Celentano facesse concerti con un'analoga scelta di repertorio, o se fosse ancora vivo il povero Battisti e avesse improvvisamente deciso di esibirsi dal vivo in pubblico. Non ce l'ho con Vasco, come persona mi sta pure simpatico.
4) grazie, lo so benissimo (ma vedi punto 3)
5) siamo di nuovo a un paragone "pizza con fichi". Se tra i nomi storici scomodi gente come Pink Floyd e Rolling Stones, abbi almeno l'accortezza di paragonarli a contemporanei come Radiohead, White Stripes, Beck, Arcade Fire...
Se per te i Tokio Hotel fanno parte del rock attuale più credibile, forse hai bisogno di ascoltare più musica e magari non cercandola solo sui network radio-televisivi.
Per il "madonnaro" anonimo: certo che la risalita di un posto nella classifica USA di "4 Minutes" è proprio un evento! E a mia volta ti suggerisco di ripassare la storia recente delle chart UK: brani come "Crazy" dei Gnarls Barkley o "Mercy" di Duffy sono entrati direttamente al primo posto contando solo sui download, e certo non aiutati dalla fama di un'icona come Madonna, anzi...erano singoli di esordio!
Buon 25 aprile (anche se in ritardo) a tutti! :-)

Anonimo ha detto...

Non è necessario il ripasso grazie alla buona memoria e al , per ora, esiguo numero di brani che hanno fatto quel botto:

I singoli stati al n. 1 solo download sono stati
dal 2006

Crazy
Grace kelly
Umbrella
Mercy
American Boy
4 Minutes

a parte il fatto che non sono un Madonnaro ma solamente una persona che segue le charts da 35 anni, ti chiedo solo di essere meno di parte se non ti piace Madonna, la quale negli anni 90 non era poi cosi' sulla breccia nelle charts (dal 91 al 97) e si potrebbe permettere anche un flop, vedi American Life che a mia avviso era comunque notevole ma uscito in clima controverso e avverso.
Io ripasso le charts ma tu dai informazioni obiettive: non puoi dire che Madonna è in rapida discesa nella chart di Billboard quando l'attuale meccanismo della hot 100 risente di troppe variabili che infatti l'hanno riportata a risalire dal n. 7 al n.6. L'album Hard Candy è uscito ieri ed è molto FRESH ; a me piace.
Madonna non ha bisogno di sostenitori da chart perchè molti record le appartengono sia come cantante donna, sia in assoluto ma il vero punto di forza ì che Madonna è ancora viva e vegeta (un po' ritoccata) a va avanti sempre con toni di avanguardia.
Vediamo cosa ci metterai sul tappeto riguard L'album che per fortuna esce in materiale fisico e quindi le charts verranno invase in modo tradizionale.

Ecco ad oggi il resoconto sui piazzamneti di Madonna nella chart UK dei singoli:


Four Minutes:

Her 66th Top 40
Her 66th Top 20
61 Top 10s
45 Top 5
33 Top 3
25 Top 2
13 Number Ones

1 Into The Groove Jul 1985
1 Papa Don't Preach Jun 1986
1 True Blue Oct 1986
1 La Isla Bonita Apr 1987
1 Who's That Girl Jul 1987
1 Like A Prayer Mar 1989
1 Vogue Apr 1990
1 Frozen Mar 1998
1 American Pie Mar 2000
1 Music Sep 2000
1 Hung Up Nov 2005
1 Sorry Feb 2006
1 4 Minutes Apr 2008 her 1st with digital sales only!

non-Top10 by Madonna

14 Lucky Star Mar 1984
56 Borderline Jun 1984 but 2 Borderline (reissue) Jan 1986
16 Take A Bow Dec 1994
16 Oh Father Jan 1996
11 One More Chance Mar 1996
11 Love Profusion Dec 2003

Most number ones in UK

21 - Elvis Presley
17 - The Beatles
14 - Westlife
14 - Cliff Richard
13 - Madonna
12 - The Shadows
10 - Take That

Most Top 5 hits
Elvis Presley (54)
Madonna (45)

Most Top 10 hits
Elvis Presley (77)
Cliff Richard (66)
Madonna (61)

Most Consecutive Top 10 hits
Madonna (35) RECORD

ilgmk ha detto...

Hey Pop, non ti bastavano le disfide con i fan dai Tokio Hotel, pure ti metti con quelli di Vasco e di Madonna! Scherzi a parte, Pop! si è già difeso bene, ma vorrei giusto fare due piccole considerazioni obiettive. Premetto che non ce l’ho né con Vasco né con Madonna.

All’Anonimo che segue la classifiche da 35 anni (ma perché non usate uno straccio di nick???), mi sembra che Pop! rilevasse solo che il brano ha avuto una partenza in certo mercati relativamente lenta rispetto al nome dell’artista. Oltretutto, come ben saprai, il mercato UK proprio quest’anno ha dimostrato che gli effetti della pubblicazione del singolo “fisico” si stanno visibilmente riducendo. Questo per l’aumento netto delle vendite tramite download rispetto agli acquisti di singoli nei negozi. Probabilmente tra qualche mese avremo solo N. 1 in base al download (salvo magari nel periodo natalizio). Già i tempi di “Crazy” sembrano preistoria in confronto, e si tratta di solo due anni fa!

A “it's only rock'n roll” (bel nick), aggiungo solo una considerazione che deriva dall’osservazione della storia di molte band.

La capacità di riempire gli stadi e di realizzare dischi che aggiungano qualcosa al repertorio son due cose che alla fine non hanno molti legami per artisti "storici". Tali legami ci sono, ma solo per una band che si sta costruendo ancora il repertorio.

Un artista rock, salvo rare eccezioni, discograficamente (come compositore/autore), da il meglio di se in genere nell’arco una-due decine di anni (dipende anche dal numero di album), durante i quali crea il proprio “catalogo classico”. Poi, fisiologicamente, i suoi nuovi dischi iniziano a mostrare segni di stanchezza. Tuttavia, potendo contare in un formidabile catalogo, si rende protagonista di trionfali tour da sold out. Guarda gli Stones. Il loro ultimo album di un certo peso è probabilmente “Tattoo You” del 1981 (o “Undercover” del 1983?). Eppure son immancabilmente protagonisti di straordinari tour (basta vedere lo splendido film “Shine A Light” di Scorsese). Tuttavia penso che chi va a vederli voglia sentire “Satisfaction”, “Sympathy For The Devil” o “Start Me Up” e non “Anybody Seen My Baby” o “Mixed Emotions”…

Ebbene, direi che Vasco è approdato in questa fase. Cosa che non è una critica negativa. È una constatazione di un passaggio fisiologico. Se ci son passati Stones, (ex) Beatles, Who, Pink Floyd e compagnia…
I suoi nuovi album non dicono nulla di nuovo. Ma se al suo pubblico (di acquirenti di dischi) piacciono, fa bene a farli. E secondo me il buon Vasco può continuare a riempire gli stadi anche per i prossimi 10 anni e più.

E riguardo al rock di oggi, gli stessi Mick e compari in “Shine A Light” ospitano un loro potenziale erede: Jack White. I tempi son cambiati, ma ci son buone band anche oggi, senza scomodare quella che hai citato tu…

Che poi il pubblico italiano in generale tenda ad essere un po' conservatore e a privilegiare nomi già conosciuti, è un dato di fatto, acuito però dall'attuale calo del mercato.

Spero di essere stato obiettivo e esauriente.
Ciao!
Marco