11 ottobre 2008

Pirl Parade 2008/ Settimana n.41 (dal 4 al 10 ottobre)

Quelli che hanno votato per il PdL si aggiudicano con la solit maggioranza bulgara il Pirl della settimana precedente: non c'è stata praticamente gara. Allora una speranza in Italia c'è: quelli che votano per la Pirl Parade...
Ok, fuor di celia, veniamo alle nomination di questa settimana.

1. Mara Carfagna per quello che dice e fa
Finalmente. Sinora la ministra-aspirante velina era stata criticata per quello che aveva fatto in passato. Ora finalmente possiamo criticarla per quello che fa dice non per quello che è. Ha iniziato volendo far sparire le prostitute rinchiudendole in casini. In tv se l'è presa con una giornalista accusandola di dire solo stupidaggini. Ha accusato Sabina Guzzanti di essere una poveraccia con turbe mentali. Non c'è male come antifemminismo. E l'hanno messa alle Pari Opportunità.

2. Schifani per le sue accuse pubbliche e scuse private
Il siculo Schifani fa come lavoro il presidente del Senato, che dovrebbe essere per definizione al di sopra delle beghe partitiche. Ma lui se ne va in TV e davanti a milioni di ascolatori accusa il capo dell'opposizione e poi, privatamente, si scusa. E di cosa è stato accusato Veltroni? Di avvelenare i rapporti politici! Cioè l'ameba Veltroni del dopo elezioni che avvelena i rapporti politici??!!

3. Il segretario della Cisl, Bonanni
Il mondo sta andando decisamente alla rovescia. Una volta erano i padroni a criticare il segretario del maggiore sindacato italiano, la CGIL. Adesso invece è il segretario di un sindacato con sui sarebbe alleato a fare pressioni affinchè si accettino i diktat della Confindustria.

4. Benedetto XVI per le sue dichiarazioni di fronte alla crisi dei mercati
Meno male che c'è la fede a sostenerci in questi momenti di turbolenze finanziarie e di completo sbando sul nostro futuro. Il papa noto principalmente per il fasto dei suoi abiti (ed accessori), interviene sulla crisi dei mutui e ci ricorda che "i soldi socmpaiono" e che "solo la parola di Dio è solida".

5. Cicolani e Paravia (PdL) per l'emendamento salva-manager
Approffitando del decreto salva-Alitalia, questi due simpatici senatori hanno infilato un decreto un emendamento per rendere impunibili quei manager che mandano in bancarotta una azienda, pubblica o privata che sia. Tant'è che è dovuto intervenire Tremonti a minacciare le dimissioni se fosse passato un simile emendamento. Il che è tutto dire.

A voi l'ardua sentenza.



Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana n.40 (dal 27 settembre al 3 Ottobre 2008)

17 commenti:

Silvio B. ha detto...

giovanotto mi consenta...il Pirl più pirl di questa settimana è quel pirl del DJ della discoteca Lotus.
Me ne stavo nel privé con le mie bambine, quando ad un certo punto, per farmi capire che era ora di sloggiare, ha tolto la tecno e messo in sottofondo un comizio di Veltroni. Trooppo scarso!

Anonimo ha detto...

"Ora finalmente possiamo criticarla per quello che fa dice non per quello che è"
Vedo che lo ammetti.
K.

chartitalia ha detto...

@K:
certo, ma a me bastava anche il solo sapere chi fosse

Anonimo ha detto...

avevate dei dubbi non lo sapete da che parte sta questo governo ???
1 la difesa di tutti i furbetti di turno tanto alla fine paga il popolo bue
2 tanta propaganda ma nessun fatto reale un mucchio di proposte di facciata
3priorita ai problemi di giustizia per silvio vedi immunita parlamentare direi anche per qualche parlamentare edato che si siamo mettiamoci anche menager di cirio parmalat alitalia e poi e poi altri che in pochi sanno VERGOGNA E POI PARLANO DI LIBERTA E DEMOGRAZIA VERGOGNA VERGOGNA

Anonimo ha detto...

MA IL SIG BONANNI CHI RAPPRESENTA FORSE 3000 LAVORATORI O FORSE è IL PRIMO SINDACALISTA CHE SI SCOPRE PIU VICINO AI PADRONI CHE AGLI OPERAI BONANNI SARA UN CASO MA è SEMPRE IL PRIMO A CALARE LE BRACHE E POI PARLA DEI PROBLEMI DEI LAVORATORI

Anonimo ha detto...

@chartitalia
Una delle cause della sconfitta della sinistra è proprio questo atteggiamento, l'attaccare le persone e non le idee che queste esprimono.
Significa fare a pieno il gioco di Berlusconi e compagnia
K

Anonimo ha detto...

la causa della sconfitta della sinistra sta nei troppi partiti ex pc che ci sono per bettere questa destra fascista serve un solo partito di sentro sinistra visto che loro governano con il 44/100 dei voti ma questo non e stato ancora capito da diliberto a veltroni a ferrando e compagnia bella

chartitalia ha detto...

@K:
caro, ma scusami, tu hai bisogno di aspettare che la carfagna esprima delle "idee" per attaccarla? non ti è sufficiente sapere per quali meriti è divenuta ministra?
come prevedibile da chiunque non abbia la mente completamente obnubilata, le sue "idee" si stanno rivelando di una pochezza sconcertante

Anonimo ha detto...

@anonimo 11.45
Non sbagli: l'arroganza e la miopia della cosiddetta sinistra estrema, che ha sfoderato ben 3 micropartiti, è emblematica.

@charty
Sì, io aspetto che la gente faccia e dica per criticare, e non critico nessuno per partito preso, ok?
Altrimenti parliamo di come, con che voti e con che meriti sono stati eletti V. Luxuria e F. Caruso.
Il mio modello in politica è l'ultimo vero leader che la sinistra ha avuto: Enrico Berlinguer. E lui non avrebbe mai candidato due persone così!
Sono anche sicuro che non cadrebbe nei tranelli di Berlusconi e del PdL, come sta facendo la sinistra e, mi pare, anche tu.
Te lo ribadisco: una delle cause della sconfitta sta in questo atteggiamento, che finisce per fare il gioco di Berlusca e PdL, che così hanno gioco facile a presentarsi come seri e imparziali, mentre la sinistra pare un'armata brancaleone.
Berlinguer si rivolterà nella tomba!
K.

chartitalia ha detto...

@K:
ri-caro, la volta che la "sinistra" non ha criminalizzato tu-sai-chi (l'ultima) è stata una catastrofe epocale; ed adesso che Veltroni è ridotto ad una ameba con quella sua cagata del dialogo, la destra sta dilagando e finendo di devastare il paese

ok, visto che tu prima vuoi vedere quello che uno fa prima di giudicare facciamo così: nel caso dovessi sottoporti ad un intervento chirurgico, non stare a verificare se quello che dovrà farlo ha tutte le carte in regola o è una capra: fatti prima operare e poi fatti un'opinione, ok?

Anonimo ha detto...

ma scusate con che merito la sig.. carfagna è diventata ministro della repubblica non parliano della gelmini e la sua laurea presa a reggio calabria dove regna l'ignoranza del paese sottoviluppato con che faccia va a parlare nelle scuole del sud

Anonimo ha detto...

@charty
a parte il fatto che il paragone non regge (per operare bisogna avere qualifiche professionali, per fare politica no, vedi anche caruso e luxuria), voglio comunque seguirlo: io non mi farei mai operare da uno che non è laureato in medicina, ma nemmeno lo sputtanerei dicendo che non sa operare o deriderei delle persone che, fattesi comunque operare da lui, mi dicono di stare bene. allo stesso modo io non ti dico che devi votare per berlusconi (farti operare), ti dico che questo tuo modo di essere e fare politica, comune a molta sinistra, che non critica il pdl per ciò che è/scrive/fa, ma critica le persone per cose personali, sta facendo perdere consensi alla sinistra.
e volendo dirla tutta, se guardassimo nel nostro orticello, ci sono persone che dovremmo vergognarci di avere candidato

@anonimo 14.26
la gelmini non si è laureata a reggio calabria, ma a milano
e poi noto nel tuo commento un certo pregiudizio sulle scuole del sud
K

Anonimo ha detto...

vai a vedere bene la gelmini si eè laureata a catanzaro e le offese ai professori del sud vengono proprio da lei leggi geri articoli non scritti dai giornalisti di liboro o del giornale di berlusconi

Anonimo ha detto...

@Anonimo 19.15
Avevamo torto tutti e due.
Wikipedia riporta che la Gelmini si è laureata a BRESCIA.
Ha poi sostenuto a Reggio Calabria (non a Catanzaro!) l'esame per l'abilitazione professionale (che è cosa diversa dalla laurea).
Come vedi non leggo i giornalisti a libro paga di Berlusconi, o meglio: li leggo per documentarmi sulle opinioni "dell'altra parte" e per replicare in modo consapevole alle loro argomentazioni (e non in modo scomposto e impreciso come fai tu, esponendoti così a infinite e pericolose repliche, precisazioni, scuse, ecc.).

Tu che fonti avevi consultato per dire che la Gelmini si è laureata a Catanzaro?

Dico anche a te quello che ho detto a chartitalia, chiaramente in via amichevole: proprio questo modo di porsi e di affrontare la destra è stato uno dei fattori della sconfitta alle elezioni.

K

chartitalia ha detto...

@K:

Caro, una volta per tutte: le tue tesi (opinioni, quindi) sono quelle propagandate dalla destra; se tu ti consideri di sinistra probabilmente hai sbagliato sponda.

Per quanto riguarda le mie opinioni credo che la sconfitta sia dovuta a:
1. Padoa Schioppa & Visco: dopo aver spremuto come un limone tutto quello che si poteva spremere ed aver ridotto il cuneo fiscale per le imprese, non ha ridotto di un centesimo il carico fiscale per i lavoratori che hanno visto così ancora peggiorato il loro tenore di vita
2. il governo Prodi che non è stato capace di dare un segnale credibile di discontinuità con il precedente governo
3. la litigiosità all'interno dell'Unione ed i tanti galletti a stranazzare nell'aia
4. l'incapacità di Veltroni di proporre un progetto credibile alternativo a quello della destra

Tant'è che l'attuale governo ha fatto tesoro di questi errori ed ha impostato un modo di procedere esattamente antitetico: un solo uomo al comando che nessuno osa contraddire; ministri-maggiordomo autorizzati a parlare solo per ribadire la linea del capo; decisionismo sfrenato su tutti i punti su cui il precedente governo avrebbe speso mesi e mesi a discutere.

Il dramma che viviamo è esattamente questo: ci tocca scegliere tra un governo che vorrebbe fare cose giuste ma che non ne è capace (il precedente) ed uno che fa delle cose orrende e ne è capacissimo (questo).

Per quanto riguarda le argomentazioni, non è che posso scrivere un trattato ad ogni post. E comunque, fatti tu non è che ne abbia portati: solo opininioni, tra l'altro sentite e risentite.

Anonimo ha detto...

questi banchieri furbetti la fanno franca anche stavolta ES il sig profumo direttore di unicredt nell'anno 2007 a fatturato 8 milioni ai euro e ora dobbiano pagare tutti noi e pui vegliono anhe avere l'immunita contro un eventuale processo ber bancarotta come succede per tanzi cragnotti cimoli e comp.. bella governo + brunetta vergogna

Anonimo ha detto...

@charty

Caro charty
Non penso affatto di aver sbagliato sponda.
Semplicemente, a differenza di molti (tra cui mi sembri tu) ritengo che essere di sinistra significhi essere il più possibile obiettivo, significhi riconoscere se un'idea o un'azione dell'avversario è giusta, come se quella di un alleato è sbagliata.
Tutto qui.
E penso che l'ottusità e l'incoerenza che dimostra a volte proprio da questo punto di vista la sinistra sia una delle cause della sconfitta, anche perché viene sfruttata ad arte dagli avversari.
Trovo abbastanza condivisibile la tua analisi sulla sconfitta elettorale.
Devo solo aggiungere che, oltre che di eccessiva litigiosità, i politici del precedente governo hanno dimostrato un attaccamento al cadreghino degno della peggior DC.
Tutto questo (ottusità, incoerenza, litigiosità, attaccamento alla poltrona, incapacità di governare) ha dato l'idea di un'armata Brancaleone disorganizzata e non consapevole di quel che stava facendo.
Una piccola dimostrazione (peraltro citata anche da te)? Il fatto che la sinistra cosiddetta "estrema" si sia presentata con ben tre liste, ciascuna delle quali non ha raggiunto il quorum minimo. Mi secca dirlo, ma per certi versi "ben gli sta". Almeno certa gente verrà mandata a casa e chissà che non si cambi davvero.
K