28 febbraio 2009

Pirl Parade 2009/ Settimana n. 8 (dal 21 al 27 Febbraio)

In una entusiasmante battaglia all'ultimo voto, il Comitato Direttivo del PD si aggiudica il Pirl della scorsa settimana battendo di strettissima misura il grande attore del Cialtro-Destra Luca Barbareschi per la sua proposta di riforma del diritto d'autore pro-SIAE. Ma ecco che l'attualità scalpita ed eccovi le nomination di questa settimana.

1. Gianni Alemanno
"Credo sia un doveroso riconoscimento e omaggio della Capitale a uno dei più grandi leader della storia della Repubblica". Con queste parole il prestigioso attuale sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha annunciato che presto la capitale avrà una via Craxi, dedicata all'insigne statista nei 4 anni di governo porto il rapporto debito/PIL dal 72% al 92% e portò a fasti mai raggiunti la corruttela italiota, scappando quando il paese gli lanciava le monetine ed i fascisti di Alemanno gli gridavano "Via Craxi". Appunto.

2. La tessera P2 nr. 1816
A proposito di insigni statisti, questo che abbiamo adesso, lasciatoci in eredità giusto dal suddetto Craxi, ha annunciato che finalmente l'Italia avrà le sue centrali nucleari. Quelle che sono state bocciate dall'80% degli italiani degli anni '80, quelle che ormai nessuno vuole e costruisce più. E mentre tutto il mondo, inclusi gli Stati Uniti, stanno dirottando tutte le risorse verso fonti di energie rinnovabili, noi regaliamo una barca di soldi per acquistare dai francesi una tecnologia vecchia come il cucco. Non contento, il massimo esponente del cialtro-destra italiota ha ricordato al suo collega francese che "Moi je t'ai donné la tua donna". La classe non è acqua.

3. Ryanair
Il management di questa compagnia aerea low-cost sembra ormai allo sbando: non contento di aver coperto di insulti un blogger che aveva loro segnalato un buco nel loro sistema di prenotazione online, pare che stiano pensando di far pagare per utilizzare la toilette durante i voli. Così riusciranno ad offire tariffe basse per i clienti. Anzi pare che ci si potrà imbarcare gratis sui loro aerei. Solo che per scendere occorrerà pagare dagli 800 ai 1000 euro.

4. Francesco Rutelli
Il cicorione romano, quello capace di parlare per ore ed ore senza dire una sola cosa intelligente, continua ad essere uno dei migliori politici in circolazione, per il centro-destra. Dopo aver regalato la poltrona di Sindaco ai fascisti, ora è impegnato a far varare una legge sul testamento biologico che neanche il cialtro-destra riuscirebbe a fare così turpe.

5. Il procuratore di Udine
Di nome fa Antonio Biancardi e di mestiere fa il procuratore capo della Procura di Udine. Ai giorni della vicenda di Eluana Englaro aveva addirittura ipotizzato il sequestro della casa di riposo dove era ricoverata, poi ha aperto un'inchiesta per delle foto che sono state scattate alla povera Eluana. In questi giorni si sta invece distinguendo per una ulteriore inchiesta che imputa di indaga per omicidio Beppino Englaro, padre della sventurata ragazza. Il fatto che ci sia stata una sentenza della Corte civile d'appello di Milano, confermata dalla Cassazione, e che fosse stato approntato un protocollo per accompagnare gli ultimi giorni di Eluana sembra non aver alcun valore per l'indefesso procuratore udinese.

A voi il vo(mi)to.



Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana del 21 febbraio 2009

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Mentre ho mille perplessità anche io su una via a Craxi, devo forzatamente riconoscere che di fronte al panorama attuale si è costretti a rivalutare l'ex leader del PSI. Non fraintendetemi: non parlo certo di una revisione in toto, ma non c'è dubbio che la classe politica è solo peggiorata nel frattempo. E certi aspetti di Craxi oggi servirebbero.
Inoltre sono sempre stato convinto, anche nel 1992, che Craxi non avesse più colpe di altri politici, ma che abbia pagato molto più rispetto ad altri che, ancora oggi, occupano una poltrona...

Non sono invece d'accordo con quel che dici sul nucleare: il referendum degli anni '80 lo ricordo, ed è un esempio paradigmatico su come noi italiani affrontiamo le cose: senza alcuna razionalità, senza alcuna politica di lungo periodo, guidati dall'emozione del momento!
Se oggi si facesse un referendum consultivo (non possibile nella pratica perché non previsto dalla costituzione), la maggioranza degli italiani sarebbe a favore della reintroduzione del nucleare.
Il discorso sull'economicità e sull'opportunità del nucleare rispetto ad altre fonti energetiche è troppo lungo e complesso, credo, per trovare un'analisi seria in questa sede.
Ma, per inciso, nel referendum del 1987 non si schierò contro il nucleare l'80% degli italiani, ma dei votanti. Siccome l'affluenza fu del 65% degli aventi diritto, al massimo puoi dire che all'epoca fu il 52% degli italiani a bocciare il nucleare.
Infine, convengo sul fatto che l'ironia di Berlusconi sia spesso e volentieri fuori luogo, ma devo dire che l'interpretazione del labiale fatta dalla tv francese non mi convince (la frase come ricostruita da loro è sgrammaticata, oltre che metà in francese e metà in italiano!); mi sembra molto più credibile la versione che riferisce lo stesso Berlusconi ("Tu sais que j'ai étudié à la Sorbonne").

Sulla vicenda Englaro: a costo di sembrare pignolo, ti preciso che il padre di Eluana non è affatto imputato, ma solo indagato.
Atto dovuto, che probabilmente sfocerà in una richiesta di archiviazione. Proprio per evitare speculazioni da parte delle varie associazioni che si erano schierate contro il distacco del sondino. Direi che il punto 5 di questa Pirl Parade sia quanto meno affrettato.

K.

Anonimo ha detto...

K. se uno adesso deve rivalutare pure Craxi, allora presumo esistano mille ragioni in più per compiere la stessa opera con il Duce, che rispetto al suo clonetto da strapazzo avrà pure un mucchio di colpe in più...ma pure numerosi meriti (dall'architettura alle politiche sociali ad esempio). Per quanto riguarda il nuclerare, l'80% dei votanti o il 52% degli italiani, corrisponde in ogni caso alla maggioranza del popolo, che in Italia è sovrano, per quanto a Berlusconi la cosa dia enormemente fastidio. A te chi l'ha detto che adesso la maggioranza sarebbe a favore degli italiani? Possiedi dei dati? Gli italiani sono bene informati a proposito delle eventuali alternative, oppure il nucleare è prospettato come la sola via di fuga al salasso delle bollette?
L'interpretazione del labiale di Berlusconi sarà pure approssimativa, ma da uno che se ne va in giro a dire che Mangano era un eroe, che Biagi era un avidaccio, che Obama è un bel ragazzo abbronzato; oltre a tutte le varie puttanate che quotidianamente propina e poi smentisce; una frase come quella citata è il minimo che ti puoi aspettare.

luca

Massimo ha detto...

alla Sorbona, il puttanano ha fatto un corso estivo.
Studiato cosa ... ma per favore.

herr doktor ha detto...

@K:
per il procuratore di Udine vorrei dare il beneficio del dubbi considerando la formuazione dell'imputazione un'atto dovuto a fronte di denuncie, ma un vecchio ricordo mi dice che le denuncie per le quali non era chiara l'imputazione (o 'indagato) sono iscritte a mod.44 (che consente di non iscrivere il nome di un indagato) e non a mod.21 che è nominativo.

Ora mi chiedo quale sia il fatto contestato, visto che il protocollo era stato autorizzato dalla magistratura ....

Poi comunque sapremo motivazioni e tutto (i vantaggi dello stato di diritto ... fino a che dura)

Comunque è un fatto che gli ultimi giorni di Eluana Englaro si siano svolti un clima di pesanti intimidazioni (vedi Sacconi)
.

Quanto a Craxi non mi pronuncio: tutti quelli della mia gnerazioni l'hanno conosciuto bene, pochi lo rimpiangonoe nessuno sente un gran bisogno di 'glorificarlo' ...

Anonimo ha detto...

@herr doktor

L'iscrizione a mod. 44 (modello ignoti) è consentita solo quando la denuncia (che in Italia può essere presentata da chiunque) non contenga il nominativo del denunciato. Se invece è nominale, l'iscrizione a modello 21 è obbligatoria.
Anzi: il fatto che vi sia stata un'iscrizione a mod. 21 è indice che il procuratore si sia mosso solo dopo una denuncia, e non di sua iniziativa.
Nel qual caso, a mio avviso, l'iscrizione sarebbe dovuta essere a mod. 45 (atti relativi)...
Insomma, credo che, con tutto il male che si può dire della magistratura, stavolta il punto 5 della parade sia sbagliato...

K

herr doktor ha detto...

Hai ragione: il mio ricordo oltre che vecchio era sbagliato. In realtà, però, il mod.45 è il registro delle "notizie non costituenti reato" (cd. "pseudo notizie di reato") e l'iscrizione a mod.21 non mi sembra chiaro segno di indagini non d'iniziativa, ma - semmai - di primo vaglio positivo di possibilità di sussistenza di un'imputazione
In realtà, poi, è anche vero che l'iscrizione a mod.21 (piuttosto che a mod.44/45) e' più garantista per l'imputato in quanto solo dall'iscrizone a mod.21 decorrono i termini massimi di durata delle indagini preliminari.
Un giudizio sull'operato della procura triestina potrà (e dovrà) essere dato solo al termine delle indagini.
Ho fatto un paio di ricerche sull'argomento e sul caso delle fotografie il comportamento della procura è stato tempestivissimo oltre che corretto:
http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/cronaca/eluana-englaro-5/foto-eluana/foto-eluana.html

ciao

herr doktor ha detto...

..oops: Procura di Udine.

P.S.: sul nucleare non ho dubbi che se facessero un referendum oggi (o meglio dopo qualche mese di 'pubblicità & progresso' sulle 6 reti del cavaliere) il risultato sarebbe oggi favorevole al nucleare

poi se si guarda bene scopriamo che negli USA stessi è dal 1980 (dati agenzia govrnativa USA) che non rilasciano più un permesso per costruire centrali nucleari (salva forse una ripresa nel 2007) e che dall'inizo degli anni '90 il numero di centrali è sempre sceso, a riprova che noi abbiamo mollato quando già nei paesi che il nucleare era già in crisi.
http://www.eia.doe.gov/aer/txt/ptb0901.html
Il caso Tre Miles Islands, prima ancora di Chernobil, ha non solo evidenziato i rischi del nucleare, ma anche spinto ad aumentare ulteriormente le misure di sicurezza e i costi associati al nucleare fino a renderlo talmente costoso da non essere più conveniente
Il fatto è che il boom del nucleare è associato alle fasi più calde della guerra fredda e del confronto est ovest, quando il nucleare poteva usufruire di generosi sostegni pubblici che - quelli sì - rendevano il nucleare fortemente conveniente

ciao

Anonimo ha detto...

Piccola segnalazione per la prossima pirl parade:

http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/esteri/scomunica-medici/scomunica-medici/scomunica-medici.html

chartitalia ha detto...

@anonimo delle 14.25:
grazie per la segnalazione, vediamo se inserire anche questo, certo che questa settimana la concorrenza è alta...