12 ottobre 2009

Hit Parade che non c'è 2009/ Settimana n.40 dell'11 Ottobre

Nuova settimana, nuovo B. 1 della nostra “ci piacerebbe”, con il binomio formato da Black and Blue e Animal ad opera degli scandinavi Miike Snow, che sale dalla seconda piazza detronizzando Jay-Z e Alicia Keys e la loro Empire State Of Mind.


Hit Parade che non c'è - 11 Ottobre 2009

1Black and Blue / Animal
Miike Snow

2Empire State Of Mind
Jay-Z feat. Alicia Keys

3Songs Remind Me Of You
Annie

4Splitting The Atom
Massive Attack

5Pursuit Of Happiness
Kid Cudi feat. MGMT and Ratatat

6Non molto lontano da qui
Carmen Consoli

7Feeling Pulled Apart By Horses
Thom Yorke

8Carovane
Sergio Cammariere

9End Credits
Chase & Status Ft. Plan B

10Boxe a Milano
Pacifico

11Boom
Anjulie

12Lacrime di coccodrillo
Joe Barbieri

13It's Not My Problem
Sneaky Sound System

14This New Technology
Midnight Juggernauts

15Sorrido
Marina Rei

16Velvet / Dominos
The Big Pink

17Papillon
Editors

18Come il sole a mezzanotte
La Fame Di Camilla

19Magic
Ladyhawke

20Geto Boys
Glass Candy



Stabili al terzo e quarto posto Annie con Songs Remind Me Of You e i Massive Attack con la title track del loro ultimo EP, Splitting The Atom. Balzo in avanti al quinto invece per l’ottima Pursuit Of Happiness realizzata da Kid Cudi con Ratatat e MGMT creando una sorte di ibrido tra la scena hip hop, quella elettronica e quella indie.

Tra la sesta e l’ottava posizione ben tre new entry, di cui due italiane. A partire dall’atteso ritorno della “cantantessa”, ovvero di Carmen Consoli con Non molto lontano da qui. Un pezzo rilassato nello stile della catanese a cui è affidato il compito di anticipare il nuovo album ELETTRA, previsto per il 30 ottobre. Il suo primo vero e proprio album inedito da tre anni a questa parte.

Compreso in un sandwich italiano (anzi, dirò di più, meridionale, come leggerete a breve) entra il grande Thom Yorke, leader dei Radiohead. Mentre il suo primo grande successo, “Creep”, è stata massacrato a colpi di rantoli da andropausa dal Vasco, Feeling Pulled Apart By Horses (clamorosamente già nei primi 100 più scaricati da i-tunes in Italia) rappresenta la sua più recente uscita. Anche se le sue origini risalgono al 2001. Nota anche come la prima versione di “Reckoner” (il pezzo finito in “In Rainbows” alla fine era solo la coda di tale prima versione), è ovviamente lontana anni luce da quello che oggi si considera “commerciale”. E rappresenta un altro esperimento distributivo: Yorke ha infatti annunciato che sia lui sia i Radiohead pubblicheranno brani musicali senza obbedire al rituale del formato-album. In epoca di download oramai il singolo brano vive di vita propria e può essere scaricato (ovvero acquistato) a prescindere dal resto dell’album. Pertanto, il fatto di dover necessariamente realizzare album viene visto come obsoleto. Beh, vedendo il crollo delle vendite degli album si potrebbe dargli ragione. Che lui, peraltro mezzo orbo, stia vedendo molto più avanti degli altri? Musicalmente l’ha sempre fatto. Questo brano per esempio è disponibile solo in vinile 12" (abbinato a “Hollow Heart”) e download, mentre in agosto era stato reso disponibile dalla band come download gratuito il brano "These Are My Twisted Words". D’altra parte l’artista, che mercoledì scorso ha fatto 41 anni, come pure la sua band, ormai son completamente liberi da obblighi contrattuali discografici per loro scelta. E si sente. Tra l’altro Yorke ha pure annunciato di aver formato una band senza nome con Flea dei Red Hot Chili Peppers e Nigel Godrich tra gli altri, con cui ha suonato a Los Angeles.

E chiudiamo il tris di nuove entrate e il sandwich con un’altra proposta proveniente dalla Mezzogiorno d'Italia, ovvero Carovane, brano di Sergio Cammariere con un bel testo ricco in metafore di Roberto Kunstler e un arrangiamento jazz-pop con archi in evidenza. Al brano, dalla ritmica sostenuta (finalmente un italiano che non pubblica come singolo una ballata…), spetta il compito di annunciare il quarto album del musicista crotonese, dallo stesso titolo e in uscita, come quello della Consoli, il 30 ottobre, a quasi tre anni dal suo ultimo album.

Chiudono la Top 10 Chase & Status, accompagnati da Plan B con l’ottima End Credits, in netta ascesa, e l’amarcord Boxe a Milano di Pacifico.

Sotto i primi 10 cose tutto sommato tranquille con una new entry e un reingresso. La nuova entrata arriva al N. 16. E si tratta in realtà di due pezzi, Velvet e Dominos, entrambi estratti da A Brief History of Love, album di debutto dei the Big Pink, duo elettro-rock (all’anagrafe Robertson Furze e Milo Cordell) che incide per la 4AD. “Velvet” è il singolo che li ha rivelati alla critica, mentre “Dominos”, il quarto singolo, è quello che li ha portati per la prima volta nella Top 40 UK.

E chiudiamo brevemente con il reingresso di Magic di Ladyhawke, di cui è appena uscito il video. Che sia la volta buona che ottiene il grosso hit? Gli ingredienti sembrano esserci tutti…

by ilgmk


Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.39 del 4 Ottobre

Nessun commento: