04 novembre 2009

Hit Parade che non c'è 2009/ Settimana n.43 dell'1 Novembre

Grazie ad un gradimento "ecumenico" all'interno del nostro team, I Won't Kneel del duo britannico Groove Armada mantiene saldamente la prima posizione di questa classifica che non c'è, se non nei nostri desideri. Scritto e prodotto da Andy Cato e Tom Finley, si avvale della voce scintillante di SaintSaviour, descritta come un incrocio tra Kate Bush e Anthony and the Johnsons. Sarebbe un delitto se questo pezzo non entrasse nella nostra Top 100 ufficiale.

Hit Parade che non c'è - 1 Novembre 2009

1I Won't Kneel
Groove Armada

2Islands
The XX

3You've Got the Love
Florence & The Machine

4Memory
Zoot Woman

5Inneres Auge
Franco Battiato

6Black and Blue
Miike Snow

7End Credits
Chase & Status Ft. Plan B

8This Must Be It
Royksopp

9Dominos
The Big Pink

10Adesso è facile / Non ti voglio più
Mina

11Songs Remind Me Of You
Annie

12Possibility
Lykke Li

13Feeling Pulled Apart By Horses
Thom Yorke

14Padre nostro
Il Teatro Degli Orrori

15Happiness
Jonathan Jeremiah

16Dance The Way I Feel
Ou Est Le Swimming Pool

17Now I’m A Fool
Eagles Of Death Metal

18Trouble Is A Friend
Lenka

19Sweet Disposition
The Temper Trap



L'intero podio (e non solo) è caratterizzato dalla musica britannica che, indubitabilmente, è un po' di anni che offre le cose più interessanti del panorama mondiale. Anzi 2° e 3° posto sono indelebilmente marcati "The XX", in proprio con Islands, il secondo estratto dal loro, acclamato, album eponimo e con uno strepitoso remix della You've Got Love di Florence + The Machine.

Per il resto, ben 6 nuove proposte questa settimana. L'ingresso più alto è, insospettabilmente la veterana della musica italiota, l'immarcescibile Mina, addirittura con una accoppiata di brani estratti dal suo ultimo album, FACILE.
La signora Mazzini rinnova la sua stima per gli Afterhours di Manuel Agnelli (di cui già interpretò un brano alcuni anni fa) addirittura duettando con quest'ultimo in Adesso è facile, dove la band milanese compare al completo. Altro episodio "alternativo" è Non ti voglio più, firmato da Boosta, tastierista dei Subsonica, che realizza una piccola gemma di tensione sottotraccia.

Poi, l'esordiente Jonathan Jeremiah, che fa intuire talento e voce notevoli con il suo primo singolo ufficiale Happiness, che gli ha già guadagnato paragoni con leggende come Nick Drake e John Martyn.

Ou Est Le Swimming Pool sono tre ragazzi di Londra, conosciutisi l'anno scorso a Camden e diventati ben presto uno dei live-act più richiesti. Quest'anno hanno suonato a fianco di vari artisti (Sam Sparro, Mr. Hudson, Cypress Hill e Reverend And The Makers) e sul palco di Glastonbury. Saranno anche supporter del tour di La Roux in novembre. Dance The Way I Feel è il loro primo singolo uscito da poco in formato 7" dal sapore synth-pop, corredato da un fantastico remix di Armand van Helden

Piuttosto piacevole il rock degli Eagles of Death Metal con la loro Now I'm A Fool, con un tipico riff alla Keith Richards e dove ci si aspetta da un momento all'altro l'irruzione della voce di Mick Jagger ed invece arriva quella del vocalist che non lo fa rimpiangere (meglio dirlo a bassa voce altrimenti le pietre rotolanti passano dalla cassa, chiedere ai Verve, please).

Una veloce citazione anche per la world-music poppettara di Lenka (dall'Australia) con Trouble Is A Friend e per Calvin Harris con Flashback, terzo estratto dal suo secondo album READY FOR THE WEEKEND.


Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.42 del 25 Ottobre

Nessun commento: