07 novembre 2009

Pirl Parade 2009/ Settimana n.44 (dal 31 ottobre al 6 novembre)

L'ex governatore del Lazio, Piero Marrazzo, si aggiudica, abbastanza ovviamente, il Pirl della scorsa settimana, seguito a ruota dalla solita tessera P2 n. 1816 e dall'ineffabile La Russa, a fotografare uno sfacelo politico e morale bipartizan, divenuto ormai la cifra stilistica della classe dirigente italiota.
Sursum corda: ecco le nomination per questa settimana.

1. Carlo Giovanardi
Beh, riteniamo che occorre fare qualcosa per valorizzare l'opera di questo mirabile politico della 1a repubblica, che si muove a suo agio anche nella 2a e che, se ci sarà una 3a, lo vedrà tra i protagonisti. Ed anche se ci sarà una guerra nucleare, a sopravvivere saranno gli scarafaggi e Giovanardi. Le sue dichiarazioni a proposito della morte di Stefano Cucchi sono da incorniciare. Ad esempio: se non ti droghi non sei arrestato e non muori!

2. Luca Zaia
Faccio un pronostico: sentiremo spesso parlare del legaiolo Zaia, una mente rubata all'Agricoltura, di cui è ministro (non mettetevi le mani nei capelli: così è). Ad esempio, per risollevare le sorti dell'ippica cosa ti si inventa questa mente diabolica? Ma un Grande Fratello per i cavalli, ovviamente.

3. Roberto Maroni
A proposito di menti, quella di Maroni è proverbiale. Ha recentemente dichiarato che l'ambientino dei praticanti delle ronde è pieno zeppo di "rambo, supermen e pirla". Non ha specificato in quale delle tre categorie lui si posiziona, considerato che è stato il maggiore sponsor di tali ronde: da parte nostra non abbiamo dubbi. Considerando che questa geniale misura ha prodotto un flop totale (solo 6 ronde istituite sull'intero territorio nazionale). In compenso ci sono i poliziotti, di cui avrebbe la responsabilità politica, che sono incazzati neri.

4. Ignazio La Russa
Se dovessi scegliere un simbolo dell'infimo livello cui è giunto il dibattito politico in Italia non avrei dubbi: La Russa. Invadente, arrogante, newrante... A proposito del fantastico dibattito sul crocifisso ecco cosa è stato capace di dichiarare: "Possono morire, loro e quei finti organismi internazionali che non contano nulla." Allora, il "loro" cui si riferisce il gerarchetto siculo-padano sono: la Corte Europea dei diritti dell'uomo, istituita con la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo, elaborata dal Consiglio d'Europa e firmata a Roma, che ha l'Italia tra i suoi paesi fondatori.

5. Il Tribunale di Firenze
Lo scorso ottobre un giudice del tribunale di Firenze ha oscurato il forum di un'associazione di consumatori, la ADUC, con una sentenza un po' originale: gli utenti del forum non possono discutere, nè in termini positivi nè in termini negativi, sull'operato di un'azienda laddove scelgano di non inserire nel post i propri dati anagrafici. Applicando tale principio si giungerebbe a tacitare tutti gli spazi su internet in cui gli utenti si scambiano opinioni sui più svariati argomenti: blog, forum, bacheche, social newtwork.

A voi l'ardua sentenza.


Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana del 30 Ottobre 2009

5 commenti:

Miguel ha detto...

Io ho dato il mio "pirl" sia a La Russa che a Maroni.

Massimo ha detto...

è grave, sono settimane che faccio pirl "all'unanimità", un voto a tutti non si può negare.

cosa può voler dire?

Anonimo ha detto...

Sono costretto come al solito a votare tutti e 5 i contendenti (purtroppo manca la tessera P2 stavolta...)

Anonimo ha detto...

Il tribunale di Firenze è spettacolare...!

(devo mettere i miei dati anagrafici per fare questo commento? sennò questi ti chiudono il blog! :-) )

Paolo

Oronzo ha detto...

Io propongo il pilota della F1 Jaime Alguersuari che ha sbagliato box al rifornimento:

http://tv.repubblica.it/piu-visti/settimana/f1-il-pilota-sbaglia-box/38596?video=&pagefrom=1