10 luglio 2010

Complimenti

Tempo fa, quando internet non era così diffusa, paradossalmente ricevevamo più spesso mail come questa di Enrico ed era più facile che nascessero delle collaborazioni più o meno importanti. Ora che navigare in rete è altrettanto facile che fare zapping tra un canale ed un altro, ci si imbatte più che altro in cialtroni ed in spammatori. A maggior ragione, ci fa piacere questa mail ricevuta ed esprimere un doppio grazie ad Enrico.

Ciao. Sono Enrico, quello del blog NOTIZIE DAL FRONTE.

Prima di tutto ringrazio per avermi fatto conoscere Hit Parade Italia. Esiterei a definirlo semplicemente un "sito", lo trovo più un luogo di cultura. Mi colpisce prima di tutto il fatto di non voler considerare la musica un'esperienza estemporanea, un prodotto di consumo, ma qualcosa di facente parte del momento presente.

E l'aspetto meraviglioso di una canzone, intesa come minima parte della musica in senso lato, è che partendo dal singolo ascolto, dalla personalissima fruizione che ne fa una persona, diventa un segnalibro della memoria. Come non legare certi pezzi a inconfondibili momenti del nostro paese, se non del mondo.

Come non collegare Volare con gli anni del boom, le gite fori porta della prima generazione di italiani felici (o quantomeno spensierati) del dopoguerra?

E riusciremmo ad ascoltare Jimi Hendrix senza vederci davanti i ragazzi che giocano nel fango di Woodstock e le due suore che sorridendo alla cinepresa fanno il segno della pace ?

Questo ho trovato in HitParadeItalia. La convinzione che le canzoni siano pietre miliari della nostra storia. Ci ricordano dove siamo stati e dove siamo. Nel bene e nel male.

Per questo vengo a visitarvi tutti i giorni. Perchè la musica "quando è libera... libera la mente".

Grazie per questo vostro lavoro e per questa vostra passione.

Enrico

Nessun commento: