18 agosto 2007

Chi ci lascia/ Vito Pallavicini

Ieri si è spento all'età di 83 anni uno dei più grandi parolieri della musica popolare italiana: Vito Pallavicini. Ai più questo nome dirà poco o niente, ma se si scorre l'elenco dei brani di cui ha scritto il testo, vengono fuori alcuni dei più grandi successi di tutti i tempi. Tra i più noti vi sono certamente i brani scritti in collaborazione con Paolo Conte che, all'epoca era un misconosciuto avvocato di provincia: Azzurro, viene usualmente attribuito al cantautore astigiano ma in realtà le (straordinarie) parole sono interamente di Pallavicini.

Così come il testo del pezzo forse più bello di Caterina Caselli, Insieme a te non ci sto più, anche questo usualmente attribuito a Paolo Conte, che si è limitato a scrivere la musica. E così anche un pezzo di Patty Pravo, Tripoli '69, ancora della coppia Pallavicini-Conte. Il sodalizio con i fratelli Conte (Paolo ma anche il meno noto ma altrettanto dotato Giorgio) fu intenso e prolificissimo sfornando tra il 1968 e il 1969 una decina di brani che sono rimasti nella storia del costume italiano, oltre che della musica. Pensate a Deborah con musica di Giorgio Conte, interpretata a Sanremo da Wilson Pickett e Fausto Leali e ripresa successivamente da Mina, o a quel capolavoro assoluto che è Mexico e nuvole di Enzo Jannacci. Pezzi che si ricordano, prima ancora che per la straordinaria musica dei Conte, sopratutto per le immagini create da Pallavicini: "cerco l'estate tutto l'anno ed all'improvviso eccola qua", "il treno dei desideri che all'incontrario va", "lunghe ali di fuoco han coperto la luna sopra di me", "questo è un amore di contrabbando", "il tempo passa sull'America, il vento suona la sua armonica", "mentre sa che è già provvisorio l'amore che c'è s' ma forse no", "arrivederci amore ciao le nubi sono già un po' più in là".

Ma non è solo il sodalizio con i fratelli Conte ad aver caratterizzato la carriera del prolifico autore italiano. Intanto ha scritto gran parte dei pezzi di successo di Pino Donaggio, primo tra tutti Io che non vivo (senza te), uno dei pezzi italiani più famosi all'estero dove è stato interprato anche da Elvis Presley. Ma anche pezzi quali Una casa in cima al mondo ripresa poi da Mina. E' stato il traduttore di tutti i successi italiani di Françoise Hardy (Quelli della mia età, L'età dell'amore, Devi ritornare, I sentimenti, ...) e di svariati altri successi francesi quali Cin Cin di Richard Anthony o del brano vincitore dell'Eurofestival 1965, Io sì, tu no di France Gall.

Ma sopratutto è stato letteralmente l'inventore di almeno tre icone della musica popolare italiana: Al Bano, Romina Power e Toto Cutugno. Del cantante pugliese è stato l'autore di tutti i suoi successi dal primissimo Nel sole, passando da Il ragazzo che sorride (su musica di Mikis Theodorakis), da Mattino a Pensando a te. Insomma tutti. Scrisse il primo vero successo di Romina Power, Acqua di mare, e fece da Pigmalione alla nascita ed affermazione della celebre coppia con Storia di due innamorati, Taca taca banda, Nostalgia canaglia e Cara terra mia. Tenne a battesimo Toto Cutugno quando ancora era nel gruppo degli Albatros di cui firmò i primissimi successi: Africa, Volo AZ 504 (terribile) e Gran Premio, oltre che a scrivergli uno dei suoi primi successi da solista: Serenata.

Ma i successi accumulati negli anni dai brani scritti da Pallavicini non si contano: ne citiamo solo alcuni, quasi a caso. L'esordio di Rosanna Fratello con la Non sono Maddalena, il grande successo di Amore scusami di John Foster, due celebri pezzi di Mina (E' l'uomo per me e Le mille bolle blu), alcuni pregevoli prezzi di Nicola Arigliano (Amorevole ed E' solo questione di tempo), un successo di Remo Germani con Non andare col tamburo, la cover italiana di "The House of Rising Sun" degli Animals, La casa del sole per i Marcellos Ferial, brani per Nico Fidenco (L'uomo che non sapeva amare e Jean Harlow, la donna che non sapeva amare), pezzi per Milva (Nessuno di voi, Stanotte al Luna Park), per Ornella Vanoni (la splendida Sono triste e Che barba amore mio). Ancora Adriano Celentano (la subdola Svalutation), Patty Pravo (Non ti bastavo più) e con Paolo Conte (Elizabeth ed Elizabeth per Maurizio, un inusuale pezzo per l'Equipe 84: Il sapone, la pistola, la chitarra e altre meraviglie; un delicatissimo pezzo per Carmen Villani Se se se ed uno scanzonato pezzo per i Mungo Jerry: Santo Antonio Santo Francisco).

Insomma, una produzione ricchissima e quasi sempre di qualità. Gli rendiamo il nostro omaggio riportando l'elenco delle sue opere più importanti: lungi dall'essere completo, ma include certamente la totalità dei suoi pezzi più famosi. Prima o poi ci piacerebbe mettere a punto una monografia degna della importanza che Vito Pallavicini ha avuto nella storia della nostra musica popolare.

Vito Pallavicini: The Best of

AZZURRO - Adriano Celentano
IO CHE NON VIVO (SENZA TE) - Pino Donaggio
INSIEME A TE NON CI STO PIU' - Caterina Caselli
LE MILLE BOLLE BLU - Mina
DEBORAH - Wilson Pickett
QUELLI DELLA MIA ETA' - Françoise Hardy
MEXICO E NUVOLE - Enzo Jannacci
E' L'UOMO PER ME - Mina
NEL SOLE - Al Bano
CIN CIN - Richard Anthony
AFRICA - Albatros
L'ETA' DELL'AMORE - Françoise Hardy
PENSANDO A TE - Al Bano
AMORE SCUSAMI - John Foster
NON SONO MADDALENA - Rosanna Fratello
LA CASA DEL SOLE - Los Marcellos Ferial
NOSTALGIA CANAGLIA - Al Bano & Romina Power
NON ANDARE COL TAMBURO - Remo Germani
ACQUA DI MARE - Romina Power
SE TU NON FOSSI BELLA COME SEI - Fred Bongusto
UNA CASA IN CIMA AL MONDO - Pino Donaggio
LASCIATI BACIARE COL LETKISS - Gemelle Kessler
LA FOLLIA - I Ribelli
TRIPOLI '69 - Patty Pravo
GHIACCIO BOLLENTE - Tony Dallara
AMOREVOLE - Nicola Arigliano
E' SOLO QUESTIONE DI TEMPO - Nicola Arigliano
WINI WINI - Betty Curtis
MONSIEUR - Petula Clark
STASERA NO, NO, NO - Remo Germani
LA PRIMA CHE INCONTRO - Fabrizio Ferretti
COME POTREI DIMENTICARTI - Tony Dallara
L'UOMO CHE NON SAPEVA AMARE - Nico Fidenco
AMICI MIEI - Gene Pitney
IO SI', TU NO - France Gall
COMINCIAMO AD AMARCI - John Foster
PRIMA O POI - Remo Germani
DEVI RITORNARE - Françoise Hardy
CALDO - Ornella Vanoni
SHA LA LA - Fausto Leali
NESSUNO DI VOI - Milva
PRIMA C'ERI TU - Fred Bongusto
PARLAMI DI TE - Françoise Hardy
I SENTIMENTI - Françoise Hardy
IO, PER AMORE - Carmen Villani
IL RAGAZZO CHE SORRIDE - Al Bano
SONO TRISTE - Ornella Vanoni
MATTINO - Al Bano
UNA STRISCIA DI MARE - Fred Bongusto
STORIA DI DUE INNAMORATI - Al Bano & Romina Power
MEZZANOTTE D'AMORE - Al Bano
NON TI BASTAVO PIU' - Patty Pravo
13, STORIA D'OGGI - Al Bano
TACA TACA BANDA - Al Bano & Romina Power
DONNA CON TE - Mia Martini
SVALUTATION - Adriano Celentano
VOLO AZ 504 - Albatros
CARA TERRA MIA - Al Bano & Romina Power
SONO NATO CON TE - Pino Donaggio
POR DOS BESOS - Bruno Martino
PERMETTETE SIGNORINA - Nicola Arigliano
BELLA PUPA - Little Tony
LE CINQUE DELLA SERA - Milva
STANOTTE AL LUNA PARK - Milva
E' ALL'AMORE CHE PENSO - Françoise Hardy
LA RAGAZZA DELL'OMBRELLONE ACCANTO - Mina
L'AMORE VA - Françoise Hardy
CAMBIA TATTICA - Ricky Gianco
INVECE NO - Petula Clark
L'AMORE HA I TUOI OCCCHI - Bruno Filippini
ASPETTA DOMANI - Fred Bongusto
JEAN HARLOW, LA DONNA CHE NON SAPEVA AMARE - Nico Fidenco
NESSUN'ALTRA CHE TE - Tony Renis
ACCAREZZAMI AMORE - Iva Zanicchi
QUANDO LA PRIMA STELLA - Orietta Berti
COSI' COME VIENE - Remo Germani
L'AMORE E' IL VENTO - Petula Clark
LEI MI ASPETTA - Nicola Di Bari
SE QUESTO BALLO NON FINISSE MAI - John Foster
L'ORO DEL MONDO - Al Bano
UNA RAGAZZA - Donatella Moretti
UNO COME NOI - Los Bravos
SOPRA I TETTI AZZURRI DEL MIO PAZZO AMORE - Domenico Modugno
TUTTO O NIENTE - Marisa Sannia
LA SIEPE - Al Bano
NO AMORE - Sacha Distel
LE SOLITE COSE - Pino Donaggio
ELIZABETH - Maurizio
CHI SI VUOL BENE COME NOI - Shirley Bassey
IL TRENO - Brenton Wood
LE BELLE DONNE - Rocky Roberts
IL SUO VOLTO, IL SUO SORRISO - Al Bano
IL SAPONE, LA PISTOLA, LA CHITARRA E ALTRE MERAVIGLIE - Equipe 84
CIAO ANNI VERDI - I Domodossola
SE SE SE - Carmen Villani
OCCHI A MANDORLA - Dori Ghezzi
IL COMIZIO (DI MAURIZIO) - Maurizio
E IL SOLE DORME TRA LE BRACCIA DELLA NOTTE - Al Bano
L'ULTIMO ROMANTICO - Pino DOnaggio
SANTO ANTONIO, SANTO FRANCISCO - Piero Focaccia
CHE BARBA AMORE MIO MIO - Ornella Vanoni
CI SONO GIORNI - Pino Donaggio
LA BANDIERA DI SOLE - Fausto Leali
UN'ALTRA VOLTA CHIUDI LA PORTA - Adriano Celentano
GRAN PREMIO - Albatros
MA CHI TE LO FA FARE - Marinella
SERENATA - Toto Cutugno
CHIUDI LA PORTA - Claudia Mori
COSI' NO - Adriano Celentano
JANE - Umberto Bindi
TU PIANGI PER NIENTE - Lilly Bonato
PIANGERO' - Nicola Di Bari
UN GIOCO D'ESTATE - Paola Bertoni
LE RAGAZZE COME TE - Gene Pitney
AL PRIMO QUARTO DI LUNA - John Foster
PER OGNUNO C'E' QUALCUNO - Ricardo
DIPENDESSE DA ME - Luciana Turina
GI - Anna German
SENZA TITOLO - Gilda Giuliani
IL TELEGRAMMA - Piero Cotto
NON ARRENDERTI MAI - Piero Cassano


Articolo precedente della serie: Ingmar Bergman & Michelangelo Antonioni

8 commenti:

diego ha detto...

è "Santo Antonio Santo Francisco" non Santo Domingo, e poi non sono d'accordo sul giudizio negativo che dai su "Volo AZ 504"

Anonimo ha detto...

Beh si puo' anche concedere un fugace commento su una canzone... il testo di Volo AZ504 è scarno, forse e' una canzone che ha fatto il suo tempo... tuttavia grande autore Pallavicini, ho sentito la testimonianza di Celentano, e la dice lunga sulla sua sensibilita' artistica. Come sempre succede in questi casi, solo ora mi rendo di quanti e quali testi sono opera sua, e qui devo riconoscere con orgoglio anche il valore di HPI nel sapere elencare e quindi ricordare, in virtù della nostra potente banca dati, in pezzi scritti da un autore. Sarebbe bello anche monitorare al piu' presto gli autori e non solo titoli e interpreti.
Tornando a Pallavicini, mi piace segnalare tra le tante, la struggente Pensando a te scritta su musica dello stesso Albano, e la altrettanto struggente ma non patetica Nostalgia canaglia della ex-coppia, sicuramente la loro partecipazione più lusinghiera al Festival tra altre un po' ruffiane... con sorpresa ho scoperto che è di Pallavicini Senza titolo di Gilda Giuliani, Sanremo 1974, canzone da rivalutare, di rara bellezza, anche meglio della famosissima Serena...
Saluti a tutti
Mario Bonatti HPI

ezio ha detto...

Alcune canzoni elencate tipo "Non sono maddalena" "Deborah" ecc. sono state scritte da "Giorgio" Conte e non da Paolo(suo fratello)

chartitalia ha detto...

Grazie Ezio, in effetti era da specificare meglio ed evidenziare le collaborazioni con Giorgio Conte, cosa che ho provveduto a fare modificando leggermente il post. A parte le due citate non mi risultano altre attribuili a Giorgio anzichè a Paolo. O no?

PiticStyle ha detto...

Grazie per informazioni!

Emanuele76 ha detto...

Pallavicini è stato indubbiamente il maggiore paroliere italiano del Novecento.

Anonimo ha detto...

Vito Pallavicini è morto il 16 (e non il 17) agosto. Quindi l'articolo deve iniziare con "l'altro ieri..." e non "Ieri..
Per il resto, complimenti.
Vittorio

Anonimo ha detto...

E' davvero una bella lista di canzoni, però a me piacciono molto di più le ultime canzoni del momento. Complimento comunque bel blog. Continuerò a seguirvi.