09 agosto 2008

Pirl Parade 2008/ Settimana n.32 (dal 2 all'8 Agosto)

Il ministro Scajola conquista nettamente il Pirl della settimana scorsa con una delle sue tante improvvide uscite. Vediamo le nomination di questa settimana.

1. Gasparri e la Meloni per la richiesta di disertare le Olimpiadi
Quando abbiamo istituito questo premio per il ribrezzo della logica, avremmo voluto intestarlo al senatore fascista Maurizio Gasparri, completamente incompatibile con qualsiasi ragionamento, anche il più elementare. In settimana ha sbraitato pretendendo che gli atleti italiani non partecipassero alla cerimonia d'inaugurazione delle Olimpiadi cinesi, mentre non ha preteso altrettanto con la delegazione ufficiale del governo italiano che invece ha partecipato con il Ministro degli Esteri. Cioè, chiedeva agli sportivi un gesto squisitamente politico che il governo che lui sostiene non ha il coraggio di fare! Ed in questa aberrazione logica si è trascinata dietro uno dei tanti ministri di questo governo-ameba, Giorgia Meloni, ministro della Gioventù, sempre di Alleanza Nazionale.

2. Berlusconi per il caso Alitalia
Ormai non sappiamo più se il Pirl va dato al pataccaro fuori legge o a chi continua a farsi infinocchiare (circa la metà degli italiani). Il caso Alitalia è da manuale. Il governo precedente era riuscito a trovare una azienda (Air France) disposta ad acquistarla, sobbarcandosi il debito gigantesco e con circa 2000 esuberi. Questa soluzione era stata ostacolata dalla precedente opposizione (senza il cui assenso l'operazione non poteva andare in porto) in nome: A) per difendere l'italianità di Alitalia; B) per l'alto numero di esuberi; C) perchè occorreva mettere su una cordata italiana, già pronta a suo dire. A distanza di circa 6 mesi: 1) la cordata italiana non è ancora comparsa; 2) il pataccaro dice che sta trattando con una compagnia straniera; 3) gli esuberi saranno "appena" 6000; 4) ha alleggerito il portafoglio degli italiani di 300 milioni di euro, praticamente una bazzecola rispetto a quanto ancora ci costerà questo "salvataggio".

3. I due "massimi" dirigenti del PD
E' da 20 anni che ci trasciniamo questa pantomima del dualismo tra Veltroni e D'Alema, a volte strombazzata pubblicamente, a volte per "soli addetti ai lavori" come in queste settimane. In entrambi i casi letale per l'intero paese, anche per quella parte rimbambita dal pataccaro fuori legge. E' possibile formulare un auspicio? Che si tolgano entrambi dai coglioni.

4. Tremonti l'anti-Robin Hood
Memore delle imprese da pataccaro del suo datore di lavoro, il commercialista di Sondrio vuole darsi un'immagine da Robin Hood. Eccone un'altra delle sue imprese: ruba agli sfrattati per dare ai costruttori. Nell'ultimo suo provvedimento ha tolto 550 milioni di euro che il governo Prodi aveva destinato all'emergenza abitativa e li regala ai costruttori per favorire la costruzione di 20mila abitazioni.

5. Alemanno che dichiara guerra a chi fruga nei cassonetti
Non si sono ancora spenti gli echi della guerra contro i bambini rom e subito spunta un altra emergenza nazionale, o almeno romana. Il sindaco fascista, dopo l'Ara Pacis, ha individuato una delle principali sciagure che affliggono Roma: i miserabili che frugano nei cassonetti alla ricerca di cibo per sfamarsi. E già, perchè il vero reato è essere poveri. Chi ruba, corrompe giudici ed evade le tasse lo mettiamo al governo.

Ok, a voi l'ardua scelta per il PIRL della settimana.



Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana n.31 (dal 26 luglio al 1° Agosto 2008)

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma come in italia ci sono delle persone che frugano nei bidoni della spazzatura ma non puo essere vero sono i giornali e certe televisioni che mettono in giro certe notizie prive di verita .Oggi dopo quattro mesi di governo dei pattaccari tutto e stato risolto nei vari tg nessuna notizia di poverta , di solari bassi. di violenze.tutto e rosa e fiori oggi siamo un paese senza nessun problema salvo i problemi delle veline e delle rock star