06 settembre 2008

Pirl Parade 2008/ Settimana n.36 (dal 30 agosto al 5 settembre )

Il "genio" della finanza Tremonti ha la meglio sul suo capomastro ed ha gioco facile ad aggiudicarsi il PIRL della settimana scorsa grazie all'imbroglio su Alitalia (cui ha partecipato attivamente il suo datore di lavoro). Per le nomination di questa settimana abbiamo davvero avuto l'imbarazzo della scelta, visto l'ingente numero di pretendenti. Eccole.

1. Il ministro Calderoli per aver reintrodotto l'ICI con altro nome
Questo dentista bergamasco rappresenta forse il paradigma più alto dello bassezza cui è giunta la classe politica. Passerà alla storia per la sua legge elettorale-porcata e per aver tentato di stravolgere la Costituzione. Ora gli hanno affidato la riforma federalista e, tanto per gradire, ha tirato fuori una serie di tasse aggiuntive. Ah, ma a livello locale, volete mettere? Fatto sta che quanto si pagava con la vecchia ICI risulta una bazzecola rispetto a quanto si pagherà con le nuove tasse locali.

2. La ministra Gelmini per come ha ottenuto l'abilitazione alla professione
Altro prodotto della portentosa classe dirigente padana è questa Gelmini. Dopo aver tuonato contro il degrado e la bassa qualità del sistema scolastico-professionale del Sud e perorato la causa della meritocrazia, ci aveva nascosto come lei diventò avvocato: infilandosi tra i furbetti che nel 2001 scesero dal profondo Nord a fare gli esami da avvocato a Reggio Calabria, dove la percentuale di ammessi agli orali era del 93%. E siamo convinti che, agli orali, abbia dato il meglio di sè...

3. Il presidente della Regione Lazio, Marrazzo, per voler entrare in Alitalia
Come sapete, l'imbroglio Alitalia consiste nel lasciare al pubblico (cioè a tutti noi) i debiti della vecchia Alitalia, e nel costituire una nuova società capace di produrre utili per i privati. Quel gran genio del presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, intuito l'affare, vuole partecipare anche lui al banchetto ed ha chiesto di entrare tra gli "imprenditori coraggiosi" che si stanno assumendo il "rischio" di lucrare a volontà con la nuova compagnia. E che cazzo, e perchè la sinistra deve essere lasciata fuori, avrà pensato il Marrazzo.

4. L'Osservatore Romano per la sua posizione sulla morte cerebrale
Il quotidiano vaticano sostiene che non è sufficiente l'encefalogramma piatto per sancire la fine di una vita, contrapponendosi all'unico principio scientifico esistente per accertare la morte di un individuo. E a sostegno della tesi dell'Osservatore, si può citare il caso Maurizio Gasparri...

5. Veltroni per la sua uscita sul voto agli stranieri
L'ectoplasma Veltroni non sa più cosa inventarsi per dare l'impessione di essere in vita. Tra tutti i problemi reali e drammatici che attanagliano questo paese, lui ha tirato fuori la questione del voto ai cittadini stranieri, imbarcandosi nell'ennesima questione di principio velleitaria ed inconcludente. Per dare il voto a chi lavora e risiede in Italia sarebbe molto più ovvio facilitare l'acquisizione della cittadinanza italiana, ora vergognosamente restrittiva, piuttosto che imbarcarsi con il voto agli stranieri che richiederebbe modifiche costituzionali.

Ok, a voi l'ardua sentenza.



Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana n.35 (dal 23 al 29 Agosto 2008)

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma questo grande governo non doveva mettere le mani in tasca a nessuno . Provate a pensare quanto ci costera il taglio dei servizi sanitari il taglio delle scuole a tempo pieno il taglio dei servizi ferroviari certo se si e dei signori con le tate al fianco non si anno problemi. MA chi se ne frega ora manca solo una nuova ici magari con un altro simbolo tanto gli italiani sono una massa di colioni comunisti. ciao e riflettete

diego ha detto...

Per dare il voto a chi lavora e risiede in Italia sarebbe molto più ovvio facilitare l'acquisizione della cittadinanza italiana

io li caccerei tutti via, sono stufo di loro!

Amel Bent ha detto...

Non potevo non votare ad una pirl parade, anche il giorno del mio compleanno!
Ho votato Calderoli, ma ero indecisa con la 2...

Marcello ha detto...

Pur avendo posizioni, come sai, distanti dalle tue, devo ammettere che sei forte. E' sempre divertente leggere le pirl parade, anche se è sconfortante sapere cosa stiano facendo nei palazzi della politica.

Più che altro, oltre che dalle tue, le mie posizioni si stanno allontanando dalla politica italiana in generale, gestita da una manica di cialtroni in qualunque lato si guardi. Che amarezza.

Anonimo ha detto...

"E siamo convinti che, agli orali, abbia dato il meglio di sè"

Mi fai morire. Inizialmente non l'avevo capita, poi ho sghignazzato per un quarto d'ora di fila.
Ormai non posso più fare a meno di questa pirl parade. Grazie!


Giuann

Anonimo ha detto...

@ amel bent

giorno specialissimo, facciamo gli auguri a questa ragazzina, forse la più giovane che posta su questo blog.

Buon Compleanno

Esa

Amel Bent ha detto...

Grazie...