14 marzo 2009

Pirl Parade 2009/ Settimana n.10 (dal 7 al 13 Marzo)

Josè Cardoso Sobrinho, vescovo cattolico brasiliano, si aggiudica plebiscitariamente il Pirl della scorsa settimana per aver scomunicato i medici che avevano consentito all'aborto di una bambina di 9 anni violentata dal patrigno. Da aberrazioni ad aberrazioni: queste sono quelle in gara questa settimana.

1. Franco Frattini
Il nostro attuale magnifico ministro degli Esteri ha ritirato la delegazione italiana dal tavolo dei negoziati alla conferenza "Durban II" sul razzismo che si terrà a fine Aprile. Lui ha deciso che è impossibile che Israele sia un paese razzista rendendo inutile una conferenza voluta ed organizzata dall'ONU.

2. La tessera P2 nr. 1816
Si sa, gli eurodeputati italiani sono i più assenteisti e menefreghisti dell'intero parlamento europeo: su 78 eletti, 37 hanno rinunciato al mandato per inseguire ministeri, assessorati e poltrone varie, disertando e maldifendendo i nostri interessi in sede comunitaria. E per risolvere questo problema cosa si inventa il genio in compressa di Arcore? Mandarci chi non ci andrà mai: i ministri. Che per legge sono incompatibili però attraggono tanti voti. Cioè, farà eleggere gente che subito dopo si dimetterà. Votateli gente, votateli.

3. La Procura di Roma
La conduzione delle indagini sullo stupro della Caffarella è un capolavoro. Immediatamente presi ed arrestati i colpevoli, ovviamente due rumeni. Grazie anche all'intervento della polizia rumena. Tranne poi scoprire che il loro DNA non era compatibile con quello degli autori dello stupro. Rimessi in libertà dunque? Neanche per idea. Prima sono accusati di un altro stupro a Primavalle. Ma anche in questo caso il DNA non collabora e risulta incompatibile. Liberi dunque? No, ora sono arrestati perchè accusati di auto-calunnia (!) e di di aver infangato il nome della polizia rumena.

4. Giulio Tremonti
Questo genio dell'economia, oltre a portare una sfiga tremenda (appena assume un incarico l'economia entra in crisi), se ne è inventata un'altra delle sue: far controllare l'operato delle banche dai prefetti, cioè i responsabili del mantenimento dell'ordine pubblico. E perchè a quest'uomo non hanno ancora dato il Nobel dell'economia?

5. Gabriella Carlucci
Un mito in rete. Già relatrice della altrettanto mitica legge Urbani contro la pirateria in rete, già copertasi di ridicolo per essersi imbarcata in discussioni sulla fisica delle particelle con uno scienziato. Questa ennesima parlamentare soubrette è al centro del palcoscenico per la sua proposta antipedofilia che in realtà se la prende con i soliti pirati (ma no!) che scaricano da internet. Ah, pare che questa "sua" proposta di legge se la sia fatta scrivere dal presidente di Univideo, cioè un'associazione che rappresenta il settore dell'Home Entertainment che include le principali aziende dell'industria dell'audiovisivo. La mancanza di senso del ridicolo è sconfinata.

Come al solito, a voi l'ardua sentenza.



Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana del 7 marzo 2009

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Tirare in ballo i detective più illuminati della televisione, salvo poi fare una figura che nemmeno Sbirulino o il Fantozzi dei giorni migliori. La finissima arte dell'indagine poliziesca che si manifesta in tutto il suo acume, senza l'ausilio di alcuna tecnologia (il tizio che progettava la fuga all'estero è stato intercettato da uno stormo di piccioni viaggiatori). L'ordine e la sicurezza nazionale in mano a un manipolo di clown.
Derrick, riposa in pace.
Berlusca, stà settimana devi arrenderti.

jack skellington ha detto...

assolutamente la carlucci. che pena.

Anonimo ha detto...

La conduzione delle indagini sulla violenza sessuale alla Caffarella, da parte di Procura e Questura di Roma, è l'ennesima vergogna.
Concordo - una volta tanto - pienamente con la candidatura della pirl parade.
Dirò di più: la confessione che uno dei due indagati avrebbe reso, "spontaneamente" secondo le teste d'uovo della Questura romana, si aggiunge alla testimonianza resa dalla Alletto nel processo per l'omicidio di Marta Russo, all'arresto di Tortora e al "suicidio" di Pinelli, tra le pagine nere della magistratura e della polizia italiane.
Negli Stati Uniti certi magistrati e certi poliziotti, dopo aver preso simili svarioni, verrebbero mandati a dirigere il traffico: in Italia sono inammovibili, peggio dei politici.

K.

herr doktor ha detto...

questa volta sono da subito d'accordo con K :-)

credo che il voto per la procura di Roma sia d'obbligo (pur tenendo conto dell'aggueritissima concorrenza ...)

'notte

Anonimo ha detto...

Scusami Chartitalia, ma davvero per te Israele è RAZZISTA? Cioé esiste la segregazione razziale? a quelli della "razza inferiore" è impedito l'esercizio dei più elementari diritti?
Invece te ne dico una: ai giochi del Mediterraneo che si terranno a Pescara Israele non è stato invitato. Stati canaglia come la Libia (a cui costruiremo un'autostrada gratis...), la Tunisia (che condanna le donne per adulterio), l'Egitto (che perseguita gli omosessuali) sono tutti invitati.
Israele no.

diego ha detto...

Israele è razzista quanto lo sono i palestinesi e tutti i musulmani!

Pasquale ha detto...

Ciao Chart,
era da parecchio che non intervenivo sulle tue ?!', come dire: "mezze notizie" e sicuramente non hai sentito la mia mancanza.

Non pensi sia il caso di sostituire il n. 1 di questa settimana con la tua persona?

Questo per aver affermato una stronzata su Frattini e non averla imputata a tutta la UE visto che 27nazioni hanno chiesto la modifica del testo "anti-israeliano presentato dall'ONU"?
Per inciso è stato presentato un testo olandese ed un altro belga/russo/ecc. su cui discutere.

Naturalmente la tua nomination andrebbe solo per aver imputato la stronzata a Frattini e non all'UE intera poichè sappiamo bene che il tuo scritto è verbo e mai oserei chiederti di cospargerti il capo di ceneri per le tue "verità".

Come sai mi accontento di poco e anche se non mi pubblicherai, il fatto che mi leggerai e cestinerai mi darà la grande soddisfazione di aver sempre fatto bene a considerare i sinistroidi indegni di guidare un paese democratico e libero.

Ad maiora.

chartitalia ha detto...

@pasquale:
bah, il peggior dispetto che posso farti è pubblicare quello che scrivi; dopo l'invito a disertare la conferenza avanzato dal tuo beniamino, la Gran Bretagana ha subito dato la sua adesione (a Durban II non alla proposta del ministro più vacuo della repubblica), così come ha fatto il Vaticano, così giusto per citare due nazioni sinistrorse

ti rinnovo l'invito fatto tempo fa: migliora questo blog, non frequentarlo

Pasquale ha detto...

Buongiorno Chart,

è inutile arrampicarsi sugli specchi e non rendersi conto che non stai facendo dispetti ma solo renderti ridicolo rispetto alla notizia su Frattini.

Se non sei in malafede almeno aggiornati rispetto alla notizia.

Per quanto riguarda il blog fino a 2 anni fa sarei stato lieto di collaborare su un sito veramente eccezionale... poi non ho capito cosa sia successo. Mi sono ritrovato in un blog politico/mistificatore della realtà al di la di ogni ragionovole contrapposizione ideale.

Ho lavorato e lavoro con persone che per la maggior parte (80% = 8 su 10) hanno idee politiche e calcistiche (per citarne alcune) diametralmente opposte alle mie e mi trovo molto bene per i seguenti motivi :
1 La titolarità dell'azienda ha le mie stesse idee;
2 I colleghi con idee diverse sono persone dalle qualità innegabili che mettono a piena disposizione le loro capacità verso chi riconosce i loro meriti e non si fanno condizionare da falsi moralismi;

Per esperienza personale ho verificato che non è stato possibile lavorare in un'azienda dove la titolarità della stessa aveva idee a me contrapposte e la percentuale di colleghi che la pensava come me era del 60/70%. La titolarità imponeva il modus operandi e i colleghi si accodavano.
Dopo 20 anni l'azienda in cui lavoro c'è ancora, l'altra ha chiuso 8 anni fa. Ho visto colleghi di sinistra passare dalla mia parte, non è successo mai l'inverso.

Mi piacevate quando davate addosso ad Urbani, Carlucci, ecc., quando difendavate tutto quello che era inerente la musica, la cultura e l'uso di internet in genere ma poi Vi siete fatti prendere la mano milantando che soubrette e vallettine siano il male oscuro dell'Italia mentre erano la salvezza pornostar, sfondatori di vetrine, nullafacenti per mestiere e pseudo-donne in crisi d'identità.

In tutta onesta sarei lieto di collaborare con persone che nel campo musicale dimostrano una conoscenza eccelsa e forse (dico forse)qualcosa potrei dare ma mi sentirei a disagio nel dover dire signorsì ad ogni bufala politica che scrivete o anche solo ad avvallarle col mio contributo al sito.

Caro Chart sconfessami una volta e fai mea culpa su Frattini (nessuno è infallibile no?) e mettiti questa volta al primo posto della Pirl Parade.
Anche questo potrebbe essere un buon punto di ripartenza per questo sito che rischia di essere ogni giorno più politico e meno di cultura musicale.

Tu sicuramente saprai se il sito va avanti o si bea di sempre meno afficionados (contatti.

Se hai ragione tu continua così ma se stai perdendo contatti provvedi anche con azioni eclatanti (no censure dei contrari - si censura dei maleducati) altrimenti che differenza c'è tra la Cassazione che ha dato torto ad ADUC sulla libertà di stampa e Te che censuri per partito preso.

Ecco ti lancio un post:

Da Piazza Cavour giro di vite sui forum on line. Non sono giornali e non possono godere della libertà di stampa.
La censura arriva dalla Cassazione che, con la sentenza n. 10535 del 10 marzo 2009, ha confermato il sequestro di alcune pagine web del sito dell'Associazione per i diritti degli utenti e consumatori (Aduc) nel quale erano contenuti messaggi dei partecipanti a un forum di discussione sulla religione cattolica che la magistratura di Catania aveva ritenuto offensivi verso il comune sentimento religioso dato il loro riferimento allo scandalo dei preti pedofili.

Anonimo ha detto...

caro bloggista di chartitalia...sul vescovo brasiliano ti consiglio di parlare solo di quello che conosci, non dare giudizi affrettati... su questi temi, vista la tua superificialità, sarebbe meglio un bel silenzio!
ti segnalo anche che nella pirl parade non hai messo il mortadellone nazionale: prodi da fazio ha avuto il coraggio di ripresentarsi...ma non si vergogna? altro che carlucci, fino a pochissimo tempo fa avevamo nel parlamento uno come romano prodi, o gente come caruso luxuria, etc. o partiti che ancora hanno il simbolo della falce e martello...
lasciami dire che nel peggio preferisco quelli di adesso!

Anonimo ha detto...

cari amici, possibile che non avete ancora capito che qui chi non la pensa come il blogghista di chartitalia e' "gentilmente" invitato a non frequentare questo sito?...meditate gente meditate.

chartitalia ha detto...

@Pasquale:

Caro,
io continuo a non capire cosa ci trovi in questo blog e perchè ti ostini a frequentarlo e a cercare di migliorarlo: impresa vana. Questo è un covo di bolscevici cialtroni, ridicoli, in mala fede, millantatori e cose così.

Dopodichè, sospettando che neanche tu credi a quello che dici di questo blog, provo a darti qualche risposta veloce (per quanto è possibile ad un grafomane, nonchè millantatore, quale il tenutario che qui scrive.

Pirl Parade: le nostre segnalazioni sono "nomination" scelte tra le notizie che riteniamo degne di essere poste all'attenzione dei lettori. Non siamo noi a scegliere chi trionferà: i visitatori possono votare o meno su quanto segnalato, decidendo autonomamente quale pirlata premiare.

Frattini: la nostra disistima nei confronti dei questo personaggio è totale. Ha dimostrato nel corso di decenni di appiattirsi sul potere forte di turno, tant'è che anche oggi si è appiattito sulla posizione papalina riguarda alla pirlata vaticana contro il preservativo, a dispetto di quanto ha fatto il resto dell'Europa. Mentre nel caso di Durban II si era appiattito sul potere forte (anzi fortissimo) delle lobbies israeliane. Dopodichè che lui sia in compagnia di pirl sparsi in tutta Europa non toglie il valore della sua nomination. Comunque, l'ultima parola spetta ai votanti che, evidentemente, la pensano come te e non l'hanno gratificato da una selva di voti come invece è successo per la Carlucci. Dov'è il problema?

Sulle tue preferenze di lavorare con tizio o con caio è un affare che riguarda te e son contento per te. Per quanto ci riguarda, all'interno del nostro team ognuno ha le sue idee e quelle, per fare un esempio, di Christian il Vampiro, credo siano velatamente intuibili se hai provato a leggere qualche suo articolo. Ed anche qui, dov'è il problema?

Risparmio il commento sulla tua analisi (?) sull'evoluzione del nostro sito: come più volte detto e ripetuto, abbiamo iniziato ad occuparci di cose contigue alla musica all'epoca del decreto dei tuoi eletti Urbani-Carlucci ed eravamo giunti a chiudere del tutto il sito; abbiamo ripreso solo affiancado il presente blog al sito per trattare le cose che ci interessavano: musica e dintorni. Se la cosa non è di tuo gradimento, ancora una volta, dov'è il problema?

Continuo a trovare bizzarra l'affermazione "sino a due anni fa avrei potuto collaborare perchè era solo un sito musicale". Intanto perchè il sito è attivo dal 1999 e sono passati 8 anni e non mi risulta che mi sia arrivato un qualsiasi contibuito da qualcuno che si è qualificato come "Pasquale". Poi perchè la memoria gioca qualche brutto scherzo: noi ci siamo "politicizzati" dall'aprile 2004, ben prima dei famosi ultimi due anni; anzi, prima di questi ultimi due anni gli interventi "politici" erano anche più numerosi rispetto a quelli attuali in cui ci limitiamo più che altro all'intervento settimanale della Pirl Parade.

Infine, lascia piuttosto a desiderare anche l'analisi (?) della popolarità del sito e del blog: in fondo a tutte le pagine del blog e alla home page del sito c'è un contatore pubblico da cui è possibile esaminare gli accessi nel tempo a queste pagine, il cui andamento non lascia dubbi, anche a chi abbia anche una vaga idea di come leggere un grafico.

Ma sopratutto, il tuo intervento parte da un paradigma un po' strampalato: che a noi freghi esclusivamente gli accessi. Se così fosse non inviteremmo palesemente i visitatori non graditi a togliersi dalle palle, ad esempio. Dopodichè una banale precisazione: quando non c'era internet facevamo più o meno le stesse cose per nostro puro diletto, più o meno come uno si cura la sua collezione di farfalle, un hobby quasi esclusivamente personale. Con l'avvento di internet abbiamo solo reso pubblico questo nostro hobby, mantenendo immutato il piacere di coltivarlo ed aumentandolo con la condivisione. A noi ci frega del pubblico che abbia voglia di partecipare a questo hobby comune, tanto o poco non ha importanza. Dei visitatori accidentali che ingrossano solo le statistiche o dei denigratori di professione, francamente, non sappiamo che farcene.

Con tutta la schiettezza di cui siamo capaci.

Nonostante tutto, cordialità.

Anonimo ha detto...

scusa chartitalia ma cosa intendi con visitatori non graditi?forse quelli che non la pensano come te?

Pasquale ha detto...

Ciao Chart,

voglio solo indicarti cosa avevo capito di questo sito che condividevo e hai ben precisato:

"quando non c'era internet facevamo più o meno le stesse cose per nostro puro diletto, più o meno come uno si cura la sua collezione di farfalle, un hobby quasi esclusivamente personale. Con l'avvento di internet abbiamo solo reso pubblico questo nostro hobby, mantenendo immutato il piacere di coltivarlo ed aumentandolo con la condivisione."

Per il resto pur di non ammettere il tuo strafalcione su Frattini ti sei arrampicato a destra e a manca sugli specchi.
Poi, quando mai Vi ho dato dei cialtroni, ridicoli, in malafede (questo l'ho ipotizzato e Vi ho invitato a dimostrae il contrario).

Millantatori? Basta leggere la tua risposta dove scrivi: "...sono "nomination" scelte tra le notizie che riteniamo degne di essere poste all'attenzione dei lettori..."
Non dirmi che ora sei abituato a sentire il titolo di tg e poi siccome è un ministro di "bellicapelli" tutto ciò che dice o fa è sbagliato.

E che cavola ammetti che hai toppato e se proprio non posso migliorare questi post perchè non dai la possibilità di indicare delle aggiunte e verificare se i numeri sono solo un'opinione.

Sai una cosa? Mi era proprio sfuggito il fatto che i pochi sinistroidi (almeno così hanno detto le urne e Prodi docet) vogliono imporsi sulla maggioranza,
tanto non è il numero che conta ma la qualità.

Infine mi spieghi come mai non prendi in considerazione l'obrobrio della cassazione (c piccola) sui forum online.
Pensa un pò, non ero nemmeno un pò in sintonia con i commenti che hanno voluto fare cancellare, anzi solo benemeriti imbecilli li avevano potuto partorire ma non per questo li abbattiamo, anche per loro vale l'art. 21.

Perchè vogliamo crocifiggerli se hanno tolto ogni dubbio circa la loro stupidità o meno? (questa non è mia).

Buona serata.